Cerca e trova immobili

CANTONETagli alla Farone di Stabio, in 34 lasciati a casa

02.07.23 - 13:34
Le lettere di licenziamento sono arrivate ai dipendenti coinvolti (tra cui il direttore) negli scorsi giorni
TiPress
Tagli alla Farone di Stabio, in 34 lasciati a casa
Le lettere di licenziamento sono arrivate ai dipendenti coinvolti (tra cui il direttore) negli scorsi giorni

STABIO - Trentaquattro dipendenti (e il direttore) dell'azienda Farone di Stabio - attiva nella fabbricazione e nell'assemblaggio di componenti per orologio - sono stati lasciati a casa.

Stando a quanto riferisce oggi il domenicale “La Domenica”, le lettere di licenziamento sono arrivate ai dipendenti lo scorso mercoledì. Oltre alla somma relativa alla liquidazione, alle persone colpite è stato intimato di non recarsi più al lavoro a partire da subito. Attivi in azienda rimangono circa 150 dipendenti.

Le missive sono arrivate da parte della società Ronda Ag, gruppo basilese con oltre un migliaio di collaboratori sparsi per la Svizzera di cui fa parte anche l'azienda momò. Nessun avviso è stato in precedenza inviato ai sindacati. D'altronde, la società non aderisce ad alcun contratto collettivo di lavoro.

I motivi dietro ai tagli? L'azienda parla di una «riorganizzazione» dovuta a questioni economiche. Eppure, l'annata per l'industria orologiera è stata da più parti definita come ottima. Nonostante i giochi siano ormai fatti (la consultazioni è già conclusa), dal Sindacato Ocst confermano di voler comunque incontrare gli ormai ex collaboratori e l'azienda, per capire cosa sia andato storto.

Ticinonline è anche su Whatsapp. È sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati.
COMMENTI
 
Rik830 5 mesi fa su tio
Nessuno fa hurra o similari … essere lasciati a casa non è bello per nessuno… diciamo solo che i frontalieri sono gli sfigati della situazione, perché farsi i debiti per 3500 fr al mese e poi ritrovarsi con 1000 euro mese di disoccupazione non deve essere il massimo … e comunque non saranno ne i primi ne gli ultimi siamo tutti nella stessa barca solo che come me che vivo qui la disoccupazione è commisurata alle spese in Italia no
centauro 5 mesi fa su tio
Ti garantisco che ci sono quelli che esultano con gli Hurrà!
Rik830 5 mesi fa su tio
Ognuno è libero di fare quello che meglio crede, chi vuole vivere in Italia viva in Italia, chi vuole vivere come me in Svizzera ci viva, che ci sia astio tra ticinesi e frontalieri è noto a tutti… ma si parla sempre di persone che hanno famiglia e vista la situazione disastrosa in Italia ( a livello di remunerazione intendo ) non biasimo nessuno se uno viene a lavorare qui, questo è il mio pensiero 💭
centauro 5 mesi fa su tio
Il punto è il fatto che ci sia astio tra ticinesi e frontalieri quando l'astio dovrebbe essere tra ticinesi e chi assume i frontalieri, questa è la questione che ancora troppi non vogliono capire.
F/A-19 5 mesi fa su tio
Chi assume i frontalieri tipo il cantone ed i comuni tramite tutti gli enti statali per esempio? Oppure tutte le industrie che altrimenti non esisterebbero? Oppure ancora vari settori tipo l’edilizia che senza frontalieri semplicemente non potrebbe esistere? Rifletti, senza frontalieri saremmo alla paralisi. Inutile trovare il colpevole a tutti i costi, viviamo in zona di frontiera e questi sono i tipici problemi di queste specifiche zone.
Granzio 5 mesi fa su tio
Siamo sempre stati una zona di frontiera, ma mai con 78 mila frontalieri !
Rik830 5 mesi fa su tio
Guarda … penso tu abbia ragione, dico solo che i frontalieri ormai sono finiti anchd perche con la nuova legge voluta dallo stato italiano preciso farà in modo che non convenga più inoltre andranno a tassare tutti quelli che sono entrati negli ultimi 5 anni tramite numero avs . A sto punto Costa meno stare qui che in Italia 🤔
F/A-19 5 mesi fa su tio
È una legge che andrà a calmierare il fenomeno del fronteragliato ( spero si dica così ), quali effetti sortirà lo vedremo col tempo, fatto sta che diventiamo meno attrattivi e per certi profili che comunque abbiamo bisogno bisognera incentivare con stipendi maggiori, forse li i nostri torneranno ad essere interessati e torneranno in gioco, speriamo in bene.
centauro 5 mesi fa su tio
Non ho visto messaggi di Hurrà! per i fronta licenziati..... strano.
Granzio 5 mesi fa su tio
Dal sito delle teste di ...... della Ronda: Molte giovani donne italiane in particolare beneficiano delle interessanti offerte di lavoro in Svizzera, perché il confine nazionale è a pochi passi di distanza.
Swissabroad 5 mesi fa su tio
Cominciamo con la litania dei frontalieri, del lavoro rubato, del piagnistei pro residenti e del blablabla. Intanto chi comanda risiede a Basilea, non a Cantello e dintorni e nemmeno a Stabio...
comp61 5 mesi fa su tio
bé, tranqui se mancano veramente 3000 orologiai in ticino il posto lo trovate domani...
UtenteTio 5 mesi fa su tio
95% frontalieri che saranno già corsi dai sindacati e all'URC. Cmq 2'700.-/mese (letto su Ticinonews) mi pare un salario ben più che adeguato per un frontaliere.
UtenteTio 5 mesi fa su tio
Mi correggo, 2'700.- era la cifra che ricevevano nel 2014, ed è stato riportato sul CdT.
M70 5 mesi fa su tio
sono tutti fronta domani ritrovano lavoro alla faccia dei ticinesi. i sindacati corrono comunque per loro. non è un problema x i ticinesi
NOTIZIE PIÙ LETTE