Cerca e trova immobili

CANTONEBoom di ticinesi da fisioterapisti ed ergoterapisti: e i premi restano alle stelle

22.05.23 - 10:14
Esplodono i costi della salute. Inquietanti alcuni trend che emergono dalle cifre della CSS. La direttrice: «Età determinante».  
Depositphotos
Boom di ticinesi da fisioterapisti ed ergoterapisti: e i premi restano alle stelle
Esplodono i costi della salute. Inquietanti alcuni trend che emergono dalle cifre della CSS. La direttrice: «Età determinante».  

BELLINZONA - I premi delle casse malati continuano a fare versare lacrime agli assicurati. Ne è consapevole anche Philomena Colatrella, direttrice della CSS, l’assicurazione malattia più grande in Ticino. I dati della CSS sono indicativi della situazione ticinese rispetto al resto della Svizzera. Alcune percentuali relative al 2022? Fisioterapia + 40% dei costi rispetto alla media nazionale. Ergoterapia: + 76%. Analisi di laboratorio: + 16%. Costi medici: + 7%. Altri costi ambulatoriali: + 30%.    

Numeri da brivido. In Ticino c’è un abuso di prestazioni?
«No, non osserviamo abusi sopra la media. Piuttosto, nel 2021 il Ticino era il Cantone con la percentuale più elevata di persone dai 65 anni in su (23,4%) e dagli 80 anni in su (7,5%). Queste persone hanno ovviamente bisogno di più cure. C’è stato poi il Covid. E molti probabilmente si portano dietro delle conseguenze». 

Medici, ospedali e case farmaceutiche fatturano troppo? Si fanno analisi inutili?
«Bisogna fare una considerazione differenziata. I premi sono sempre lo specchio dei costi della salute. In Ticino la densità dell’offerta medica è la più alta di tutta la Svizzera: ci sono circa 2'500 dottori tra generici e specialisti. Anche per le farmacie, con oltre 200 negozi, il Canton Ticino è al primo posto». 

L’abbondanza dell’offerta induce il ticinese a consumare?
«Partiamo dal presupposto che ci sia un legame fra domanda e offerta».

L’età media elevata dei ticinesi sembra essere la causa principale dell’impennata dei premi. È così?
«I fattori sono molteplici. Però l’età e la situazione demografica hanno un peso. L’età media degli assicurati CSS in Ticino nel 2022 era di 43,3 anni. La media svizzera era di 41 anni. Penso anche che durante la pandemia molta gente non abbia fatto fisioterapia o ergoterapia e adesso stia recuperando. Come detto magari a causa di eventuali postumi del Covid».  

Quanto sono stati elevati in Ticino i costi della pandemia rispetto al resto della Svizzera?
«Considerando il periodo 2020-2022, alla CSS la pandemia è costata 250,9 milioni di franchi. Circa 19,5 milioni per quanto riguarda il Ticino». 

I costi della sanità cresceranno anche nel futuro prossimo?
«Al momento non sembra che la crescita dei costi sia destinata a fermarsi. Nei due anni della pandemia abbiamo visto che sono stati effettuati meno trattamenti. Ora stiamo osservando degli effetti di recupero. L’importante è portare avanti con perseveranza le riforme che abbiamo avviato».

In Ticino si tende a scegliere la franchigia più alta. Perché?
«In questo modo si cerca una notevole riduzione del premio. Sperando di non avere bisogno del medico. La franchigia da 300 franchi è scelta in Svizzera dal 56% degli assicurati, in Ticino dal 47,3%. Quella da 2’500 franchi in Svizzera è scelta dal 29,3% degli assicurati. Mentre in Ticino dal 38,4%».

Eppure, nonostante le franchigie più alte i ticinesi sono tra quelli che ricorrono più spesso al medico…
«Si torna al tema della fragilità della popolazione. La voglia di risparmiare e di evitare trattamenti inutili comunque c’è, ed è un elemento importante. Il 70% della popolazione svizzera ha un modello di assicurazione alternativo che impone ad esempio una restrizione della scelta del medico. In cambio gli assicurati beneficiano di sconti sui premi. È una percentuale riscontrata anche tra i ticinesi».  

Ultima domanda provocatoria. Non si dovrebbero incentivare maggiormente i farmaci generici?
«Assolutamente sì. La somministrazione di generici è troppo poco utilizzata. Anche questo sul medio termine contribuirebbe a fare abbassare i premi». 

 

 

 

 

COMMENTI
 

Perro 9 mesi fa su tio
Ma rallegratevi tanto abbiamo un tasso d'inflazione di solo 2.7%

North shore 9 mesi fa su tio
ABBIAMO POTUTO VOTARE PER UNA CASSA MALATI PUBBLICA E ABBIAMO RIFIUTATO (AVETE RIFIUTATO!) ADESSO CHE I NODI VENGONO AL PETTINE, LO CAPITE CHE GENI SIETE STATI ? (VA A QUELLI CHE HANNO VOTATO CONTRO LA CASSA MALATI PUBBLICA)

Yoebar 9 mesi fa su tio
Grazie al Cantone che va bene ad incassare le imposte dei pensionati svizzeri tedeschi che risiedono in Ticino a scapito dei costi della sanità pubblica pagata dai contribuenti

Stellina40 9 mesi fa su tio
Ogni scusa è buona pur di aumentare i prezzi. ..chi lo dicono le casse malati? Certo a loro fa comodo tanto si sa non la smetteranno mai si spennarci vivi...ma lo stato dov'è? Quando fermeranno questo scempio? Non ci si può indebitare nè si può rinunciare a tutte le altre cose per questo assurdo sistema. Va bene pagare, va bene avere una cassa malati ma ciò che non va bene sono i costi, vi rendete conto?

marlow 9 mesi fa su tio
Non credevo alla discussione tra piu persone piu di 1 anno fa` , tra cui una signora spiegava , che la cassa malati le rifiuto` un trattamento a un " bruttissimo malanno" di vecchia data capitato sul lavoro, Da quel momento trovo` lo stesso farmaco a prezzi decisamente inferiori oltre confine pagando sempre e tutt`ora di tasca propria. Cosi scoprii che la gente , specie i medicamenti per la tosse e similari, vanno oltre confine a meta`prezzo. Risultato via la visita medica e certificato nonche` farmacia. Eppure , i costi aumentano. Certo.... per tenere su e motivare il sistema, ogni tanto come cliche` arrivano periodicamente certi articoli che fanno intendere che il sistema non si tocca ma accusando velatamente che la gente ignorante abusa d`ogni che` senza un vero motivo. Non da ultimo, i " sistemisti " ca. 3 settimane fa` avrebbero/ farebbero ( via stampa ) una proposta di dedurre i costi malattia dalle imposte. Gia, cosi il sistema stara sempre in piedi.

OrsoTI 9 mesi fa su tio
Appunto…: piangiamo sempre in tocino e siamo quelli che corrono sempre dal Medico :)

Jackb 9 mesi fa su tio
Fisioterapia ed ergoterapia: truffe legalizzate, dove gli "specialisti" spremono (in termini finanziari) ogni singolo paziente anche dopo aver insegnato gli esercizietti da ripetere ogni mattina per problemi che, nella maggior parte di casi, il tempo e una vita sana guarisce da sè. Controlli serrati per ogni ricetta emessa!

Aigor99 9 mesi fa su tio
Risposta a Jackb
Verissimo, allora basta anche a prestazioni inutili in PS. Visite specialistiche per inestetismi o consultazioni per mal di testa e influenza. Togliere la ricetta obbligatoria per antinfiammatori ecc ecc. ah dimenticavo, basta certificati medici a pagamento per qualsiasi necessità…

Jackb 9 mesi fa su tio
Risposta a Aigor99
Yessssss! Ecco, in 3 righe abbiamo risolto il problema cassa malati ahahah

Bandito976 9 mesi fa su tio
creare un conto unico solo per il Ticino dove versare i premi congelati. casse malati niente più soldi finché non mettono a posto la situazione. evidentemente c'é qualcosa che non va e non se ne può più.

prophet 9 mesi fa su tio
e quanti di questi anziani sono Svizzeri tedeschi che hanno deciso di trasferirsi in Ticino ?

Yoebar 9 mesi fa su tio
Risposta a prophet
Concordo, che ci guadagna sono le casse cantonali e comunali

max222 9 mesi fa su tio
Le casse malati ci fanno pagare premi salatissimi che aumentano ogni anno e vorrebbero che andassimo dal medico solo quando siamo in fin di vita. Poi dall'altra parte ci assillano con quanto importante è la prevenzione. Poi sono coscente che c'é una parte, esagerata, della popolazione che ha la sindrome del tacco.

Stellina40 9 mesi fa su tio
Risposta a max222
Bravissimo ,hai proprio ragione

Urca che roba 9 mesi fa su tio
a boo se va avanti così quello che prendo di paga il 25 del mese al 30 lo devo girare direttamente per pagare la cassa malati

AddavenìBaffone 9 mesi fa su tio
Tutto va bene, vero politici, vero lobbisti?

UtenteTio 9 mesi fa su tio
Grazie anche a quei medici che danno medicamenti a palate

Stellina40 9 mesi fa su tio
Risposta a UtenteTio
Vero ,la metà di quei medicamenti non vengono neanche ritirati in farmacia ,ma loro comunque prescrivono ,che gli importa 😡

Lello 9 mesi fa su tio
franchigia alta...mai piu
NOTIZIE PIÙ LETTE