Immobili
Veicoli

CANTONEPermessi speciali agli ucraini: il Ticino è favorevole

09.03.22 - 17:44
Il Consiglio federale ha pubblicato la risposta alla consultazione sull'accoglienza dei profughi in fuga dalla guerra
tipress
Permessi speciali agli ucraini: il Ticino è favorevole
Il Consiglio federale ha pubblicato la risposta alla consultazione sull'accoglienza dei profughi in fuga dalla guerra

BELLINZONA - Il Ticino è favorevole a concedere il permesso S ai profughi provenienti dall'Ucraina. La procedura agevolata, che permette ai rifugiati un soggiorno fino a un anno in Svizzera, è stata messa in consultazione settimana scorsa dal Consiglio federale. La risposta del governo ticinese è stata pubblicata oggi sul sito del Cantone. 

Per il Consiglio di Stato, si legge, «si giustifica» l'estensione del permesso non solo ai cittadini ucraini, ma anche agli stranieri residenti nell'ex repubblica sovietica che non possono tornare al loro paese d'origine.

Per quanto riguarda la possibilità per i profughi di esercitare attività lucrativa in Svizzera, il Ticino "vota" per ridurre il tempo d'attesa da tre mesi a un mese, velocizzando le procedure ad esclusione delle attività indipendenti (per cui propone di mantenere un tempo di attesa di due mesi). 

Il Cantone propone invece di concedere una proroga del visto turistico per i cittadini russi giunti in Svizzera come turisti, che si trovino al momento impossibilitati a tornare in patria. A mali estremi, anche i russi potrebbero «inoltrare una domande di asilo in Svizzera presso un centro federale d'asilo». 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO