Immobili
Veicoli
«Se ci tenete al dialetto, correte in Municipio»
Ti Press (archivio)
CUREGLIA
26.01.2022 - 06:000
Aggiornamento : 08:14

«Se ci tenete al dialetto, correte in Municipio»

Ennesima iniziativa di Yor Milano, direttore artistico del TEPSI. Guarda il video inviato a Tio/20Minuti.

«Piano piano – racconta il noto attore – sto coinvolgendo tutti i Comuni della Svizzera italiana. Sarà una simpatica crociata per salvare il vernacolo».

CUREGLIA - «Ci tenete al dialetto? Allora correte in Municipio». Yor Milano, direttore artistico del Teatro Popolare della Svizzera italiana (TEPSI), rilancia la sua crociata in difesa del vernacolo. E lo fa anche in un video inviato a Tio/20Minuti, in cui spiega come funziona questa sua ennesima iniziativa. 

Yor Milano, la gente che ama il dialetto è invitata ad andare in Municipio. E poi?
«Piano piano sto coinvolgendo tutti i Municipi della Svizzera italiana. In realtà saranno gli stessi Municipi a scrivere ai cittadini una lettera. Su questo testo si inviterà chi tiene al dialetto ad andare fisicamente in cancelleria e lasciare una piccola firma. Tutti i Comuni finora hanno dimostrato entusiasmo». 

E in seguito cosa succederà?
«In un secondo tempo mi recherò nei vari Comuni e parlerò con la gente. Fisseremo delle serate informative e divertenti aperte al pubblico, in cui avrò l'occasione di responsabilizzare le singole persone».

Cioè?
«Sarò chiaro. Il dialetto può continuare a vivere solo se ognuno di noi è consapevole di essere una cellula che è parte integrante di una cultura». 

Quanto è difficile fare passare questo messaggio?
«Non è così difficile come sembra. La cosa bella è che in tanti sono convinti. Ci tengono veramente al dialetto. Pensate che abbiamo addirittura anche la "benedizione" di Ignazio Cassis, presidente della Confederazione. Lui mi ha sempre seguito e lo devo ringraziare».

Gli spettacoli del TEPSI sono fermi. Che fine avete fatto?
«Siamo stati bloccati dalla pandemia. Il nuovo spettacolo è pronto. Noi stiamo solo aspettando che il Covid si faccia da parte».

A 83 anni come fa Yor Milano ad avere ancora tutta questa energia?
«Io me ne sento venti di anni. A volte mi chiedono se non vado in pensione. E io rispondo: "No, vado in albergo"»

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-25 15:46:24 | 91.208.130.86