Tipress
+10
ULTIME NOTIZIE Ticino
CONFINE
1 ora
Intercettati oltre 256mila euro non dichiarati
È il bilancio delle ultime settimane stilato dalla Guardia di Finanza che opera a Ponte Chiasso.
CANTONE / GINEVRA
2 ore
Vegana in ospedale: «Mi hanno portato dal salmone alla polenta col formaggio»
Un'esperienza da dimenticare quella di P., ricoverata per quattro giorni a Ginevra.
CANTONE / SVIZZERA
8 ore
Merlot ticinesi sugli scudi al Grand Prix du Vin Suisse
Nella categoria legata a questo vitigno si sono imposti il Quattromani 2018 davanti alla Tenuta San Rocco - Porza 2018.
CANTONE
10 ore
«Una brutta faccenda di sfruttamento salariale alla ticinese»
Ghisletta punta il dito contro quei benzinai «ostili» al contratto collettivo di lavoro per chi è impegnato negli shop.
FOTO
BELLINZONA
11 ore
Scontro tra due veicoli su via San Gottardo
L'incidente, avvenuto questa sera, ha provocato solo danni materiali.
LUGANO
11 ore
Morta la vedova Zappa, appello ai creditori
Si è spenta a 67 anni una delle protagoniste della cronaca giudiziaria ticinese
MENDRISIO
13 ore
A Ligornetto «non facciamo favoritismi»
Il blocco del traffico nel quartiere ha intasato il Mendrisiotto. E innescato polemiche
FOTO
CHIASSO
15 ore
Il favoloso compleanno di Amelia
Lo scorso 9 ottobre la signora Amelia Rottenmanner ha spento cento candeline presso la Casa anziani Giardino.
CANTONE
16 ore
Stop al certificato in biblioteca, al via la petizione
La motivazione: «In alcuni casi la biblioteca è l'unico luogo che garantisce le condizioni adeguate allo studio».
LUGANO
16 ore
La Posta del centro si rifà il look
La succursale di Lugano 1 è la più grande del cantone.
CANTONE
20 ore
Oltre duemila firme contro il taglio delle pensioni
Le ha raccolte il sindacato VPOD per dire “no” alla misura prevista per il 2023
FOTO
BRISSAGO
20 ore
In battello alle Isole di Brissago per un autunno speciale
La stagione turistica sul bacino svizzero del Lago Maggiore si conclude il prossimo 7 novembre
FOTO
MENDRISIO
21 ore
«Oggi qualcuno sorride, ma altri piangono»
È entrato in vigore stamattina il divieto di transito attraverso il nucleo di Ligornetto. Non mancano però le lamentele.
CANTONE
19.08.2021 - 13:170
Aggiornamento : 14:09

Il posto per montare la tenda si trova online

La piattaforma nomady.ch mette in contatto turisti in cerca di location particolari e proprietari terreni

ACQUAROSSA - È la nuova tendenza della cosiddetta “sharing economy”, o economia della condivisione, in ambito digitale. Uno strumento che mette in dialogo turisti in cerca di location particolari e uniche dove pernottare e proprietari di terreni con l’obiettivo, tra gli altri, di porre un freno al fenomeno del campeggio illegale, diffuso anche alle nostre latitudini. Stiamo parlando della piattaforma nomady.ch, presentata oggi in Ticino dal fondatore e CEO Oliver Huber.

Preparare un sacco a pelo, caricare il camper e partire all’avventura. Molti svizzeri hanno riscoperto il viaggiare in maniera semplice e a diretto contatto con la natura. Indifferente se per un fine settimana o per vacanze più lunghe, l’importante è essere all’aria aperta. I fondatori di nomady.ch Oliver Huber e Paolo De Caro, hanno voluto creare uno strumento che ricoprisse il ruolo di mediatore per luoghi nella natura, siano questi per una tenda, un furgone camperizzato o un camper. Ad oggi il portale, nato nel 2019, conta 17‘000 utenti registrati, oltre 50‘000 pernottamenti e circa 340 spazi disponibili in tutta la Svizzera che variano in funzione dei visitatori. «Nel nostro paese sono presenti moltissimi luoghi incantevoli, spesso sconosciuti - spiega Oliver Huber - il nostro obiettivo è quello di trovarli e renderli accessibili a tutti gli amanti di questa tipologia di viaggio. In Ticino, ad esempio, abbiamo riscontrato molte richieste, ma disponiamo ancora di poche location, una decina. Il nostro è dunque un appello ai proprietari di terreni: fatevi avanti!».

Non è un campeggio tradizionale - Durante la conferenza stampa è stato affrontato il tema del confronto con i campeggi tradizionali. «La nostra piattaforma vuole rappresentare un complemento, e non una concorrenza verso i campeggi tradizionali - prosegue Oliver Huber - è uno strumento che vuole stimolare le persone a viaggiare di più, distribuire meglio i flussi e favorire le regioni periferiche. Stiamo parlando di un target diverso rispetto a quello che sceglie le aree tradizionali. L’obiettivo è anche di fare in modo che questi visitatori non sostino in aree non adibite a questo scopo. Per questo motivo,
prima di iscriversi alla piattaforma, è importante prendere contatto con le autorità comunali competenti».

Ticino, destinazione innovativa - Elia Frapolli, consulente turistico, sta seguendo lo sviluppo della piattaforma in Ticino. «Queste nuove modalità di turismo esperienziale rispondono a una tendenza in atto già da qualche anno. Il visitatore di oggi chiede di essere “sorpreso”, in tutti i modi possibili. Nomady.ch può permettere al Ticino di profilarsi come destinazione innovativa, proprio come avvenuto in altre località della Svizzera. I Cantoni Lucerna, Grigioni e Vallese, ad esempio, promuovono attivamente il progetto come interessante offerta complementare per i propri ospiti».

Sostegno al settore agricolo - Da parte sua Eliane Jemini, municipale e capodicastero agricoltura di Acquarossa, ha sottolineato come «è importante che anche il settore agricolo, che sappiamo in difficoltà, sappia diversificare le proprie offerte sia per far conoscere l’attività di un’azienda agricola che per trovare nuove forme d'introiti. Queste nuove possibilità di pernottamento possono generare valore aggiunto per un territorio, soprattutto se periferico, e incentivare la fruizione di ristoranti, impianti di risalita e attrattive turistiche. Le nostre Valli devono riuscire a trovare nuove vie per promuovere e valorizzare maggiormente le loro ricchezze».

Eric Beretta, proprietario della Fattoria biologica Il Cardo a Ponto Valentino, è da poco membro di nomady.ch e ha voluto condividere la sua esperienza. «Abbiamo deciso di aderire alla piattaforma di recente e stanno già arrivando le prime prenotazioni. Per noi si tratta di un’interessante possibilità di guadagno accessorio, favorita dal fatto che possiamo mettere a disposizione i servizi base dell’agriturismo. L’impegno amministrativo è molto ridotto e l’interazione con gli ospiti ci permette anche di promuovere i nostri prodotti agricoli».

La fondazione Aiuto svizzero alla montagna sostiene il progetto e ha premiato la start-up con il “Premio all’innovazione” nel 2019. Tra i meriti della piattaforma, vi è infatti anche quello di servirsi di una tecnologia all’avanguardia per favorire il dialogo del turista con la popolazione locale. L’intero processo di riservazione, i contatti iniziali e il pagamento avvengono infatti in modo digitale sul sito.

Tipress
Guarda tutte le 14 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 08:29:42 | 91.208.130.86