Ex Macello, le ruspe sono già entrate in azione
Rescue Media
+5
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
8 min
Tecnologie: «Si sta creando una tribù di esclusi»
Il "divario digitale" si è amplificato con la pandemia. Serenella Morinini, 73enne valmaggese, suona la carica.
CANTONE / SVIZZERA
32 min
Un problema tecnico affligge le FFS
Le Ferrovie sono confrontate con un disguido a livello nazionale (ma non in tutte le stazioni).
LUGANO
48 min
L'uomo che vuole costruire lo stadio
Chi è l'imprenditore che realizzerà il Polo Sportivo, votazione permettendo? Lo abbiamo intervistato.
LOCARNO
2 ore
Colpo di spugna alla Santa Chiara: disdetta all'ex direttrice e altri 3 medici
Tre allontanati con effetto immediato. Il quarto dovrà lasciare a fine anno. Contestate loro gravi manchevolezze
Massagno
2 ore
Per Elisa ci vogliono 18 milioni
L'edificio ha un valore di stima peritale di 18 milioni e mezzo
FOTO
MENDRISIO
14 ore
Tutto iniziò con una locomotiva...
La Galleria Baumgartner di Mendrisio festeggia i suoi primi vent'anni con una settimana di eventi e iniziative
BODIO
14 ore
Bodio sarà al 50% autosufficiente
Con altri due impianti fotovoltaici, ci sarà energia per 210 delle 400 economie domestiche presenti sul territorio
CANTONE / ZURIGO
16 ore
Il Premio Studer/Ganz alla ticinese Sabina Zanini
La premiazione si terrà nella primavera del 2022 presso la Casa della Letteratura per la Svizzera Italiana a Lugano
CANTONE
16 ore
Partecipazione digitale alla politica: Ticino quartultimo
Su una scala da 0 a 100 punti, il canton Ginevra raggiunge il podio con 55 punti. Il Ticino si ferma a 17.
CANTONE
17 ore
L'obiettivo: ri-vaccinare trentamila anziani entro Natale
Ecco la tabella di marcia delle autorità sanitarie cantonali per la somministrazione del richiamo
FOTO
CANTONE
17 ore
Poco più di due anni per risanare 108 fermate del bus
Entro il 2024 verranno risanate 108 fermate del trasporto pubblico su gomma. Per una spesa di circa 27 milioni.
CANTONE
18 ore
Un nuovo stabile per l'Istituto delle assicurazioni sociali
È stato inaugurato ieri alla presenza del direttore del DDS Raffaele De Rosa.
CANTONE
19 ore
Comuni ticinesi, si riforma tutto
Il Cantone intende ridefinire compiti, dimensioni e funzionamento del Comune in Ticino.
CANTONE
20 ore
Mortale in pista: condanna confermata
Il Tribunale federale ha respinto il ricorso contro la sentenza per l'omicidio colposo avvenuto all'aeroporto di Lodrino
BRISSAGO
21 ore
Un'intera scuola in quarantena
Le elementari in isolamento. Domani partono i test a tappeto: «Ma solo per chi vuole farli»
STABIO
22 ore
L'aula immersa nel bosco è realtà
Contrariamente a quanto inizialmente previsto, è stata però realizzata in zona Colorine (e non in zona Ferriere)
CANTONE
22 ore
Sono 25 i nuovi contagi in Ticino
Fortunatamente da oltre due settimane non si registrano vittime
CANTONE / SVIZZERA
23 ore
Casse malati: migliaia di franchi risparmiati con pochi trucchi
Mediamente i premi malattia per il 2022 sono scesi. Ma di fatto per molti aumenteranno, anche in modo marcato.
CANTONE
1 gior
I ticinesi pagheranno più cari i regali?
La carenza di materie prime preoccupa i negozianti. Federcommercio: «Situazione da non sottovalutare»
CANTONE
1 gior
Caro "cannone", a che prezzo sarai legale?
Settimana scorsa un nuovo sprint in avanti del Parlamento sulla via per la depenalizzazione della canapa.
CANTONE
1 gior
«Abbiamo dovuto nutrire le api o sarebbero morte»
Il presidente della Società Ticinese Apicoltori: «Possibile un aumento dei costi».
CANTONE
1 gior
Pannelli fotovoltaici sulle dighe, «il Ticino dovrebbe prendere esempio»
Una mozione a tal riguardo è stata presentata da Fiorenzo Dadò e Marco Passalia, del PPD
CANTONE
1 gior
«Mi sono aggrappata alla vita»
La vittima della sparatoria di Solduno prende la parola su Instagram
CANTONE
1 gior
«A rischio l'esistenza di molte aziende, mancano materie prime»
Le previsioni del direttore della Camera di commercio: «Speriamo che per l'estate prossima tutto si normalizzi, ma...»
CANTONE
1 gior
Buon successo della rassegna del gusto ticinese
L'evento si è svolto nel corso dell'intero fine settimana.
FOTO
CASLANO
1 gior
Il sottopassaggio che ti porta sott'acqua
"Dal lago al Monte Sassalto", questo il nome del murale realizzato per riqualificare l'area.
PARADISO
1 gior
Gli operai del Comune protestano
A Paradiso questa mattina una ventina di dipendenti comunali ha incrociato le braccia
LUGANO
30.05.2021 - 08:060
Aggiornamento : 13:48

Ex Macello, le ruspe sono già entrate in azione

Dopo lo sgombero di ieri sera, in nottata sono avvenuti i lavori di demolizione

Marco Borradori: «Lo sgombero non era previsto»

LUGANO - La Città di Lugano non ha perso tempo, e poche ore dopo lo sgombero da parte della polizia dell'ex Macello, le ruspe sono già entrate in azione, procedendo con la demolizione della parte non protetta dell'area.

Proprio in quegli attimi, nel cuore della notte, alcuni degli autogestiti sono accorsi in loco, ma non hanno potuto far altro che osservare sbigottiti il lavoro delle ruspe.

Nel sedime dell'ex Macello, lo ricordiamo, è prevista la realizzazione di un campus destinato a manifestazioni ed eventi multidisciplinari.

«Lo sgombero non era previsto»

Nel frattempo, il Sindaco di Lugano Marco Borradori ha parlato di quanto successo, sottolineando che non era prevista l'azione di sgombero avvenuta in serata e protrattasi in nottata.

Ai microfoni della RSI, Borradori ha spiegato che «se la manifestazione non fosse uscita dai binari della legalità non ci sarebbe stato nessun tipo d'intervento». Il sindaco si riferisce alla manifestazione di ieri contro lo sgombero, rimasta pacifica fino all'occupazione dello stabile ex Vanoni, i cui proprietari hanno subito chiesto l'intervento della polizia.

Borradori ha poi raccontato di essersi recato lui stesso in Via Simen, e di essere stato accolto con «una manifestazione di inciviltà». La Polizia cantonale ticinese ha dal canto suo informato che ha lavorato con il supporto della Polizia Città di Lugano, di forze intercantonali e di altre polizie comunali per mettere in atto lo sgombero, che «si è reso necessario a fronte della situazione venutasi a creare nel contesto della manifestazione di protesta, in particolare dopo che oltre un centinaio di partecipanti al corteo si è introdotto illecitamente in uno stabile situato in via Simen, attualmente in disuso e di proprietà di una fondazione privata».

Una sede alternativa

Prima del concatenamento di eventi che ha portato all'intervento di polizia, allo sgombero, e alla demolizione, il Municipio luganese aveva trovato una possibile sede alternativa per gli autogestiti. Tuttavia, non è ora chiaro come si andrà avanti.

Per Borradori, comunque, le possibilità di dialogo non sono chiuse: «Siamo pronti a confrontarci con chiunque, anche se non sono pronto a sentirmi dare del fascista», ha detto il Sindaco all'emittente locale.

Rescue Media
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Ro 4 mesi fa su tio
Non mi pronuncio sull’autogestione ma quello che è accaduto mi ricorda “ il Sacco di Palermo “.
vulpus 4 mesi fa su tio
Non voglio entrare nel vortice di chi giudica i frequentatori del macello : lazzaroni, nullafacenti ecc ecc. Bisogna probabilmente frequentarlo per giudicare. Ma questo non è il punto. C'è ben di che preoccuparsi per la politica di Lugano in particolare , ma anche quella ticinese tutta se le decisioni vengono prese e attuate dalla polizia senza che i politici ne siano al corrente, come i municipali di Lugano hanno affermato e riconfermato in continuazione. Quale situazione di sicurezza e pericolo, rappresentano queste costruzioni da procedere nel cuore della notta al loro abbattimento? Siamo veramente messi male. La polizia deve tornare ai suoi compiti : ce nè abbastanza per una bella inchiesta da ministero pubblico , se non da tribunale federale. Qualche testa dovrebbe cadere in questo frangente.
Tato50 4 mesi fa su tio
@vulpus Höö la Madona !! Dopo anni che fanno il loro porci comodi, non dialogavano, si sentivano intoccabili grazie alla Municipale "rossa" che partecipava ai cortei non autorizzati, cosa volevi fare ? Mettere di picchetto due o tre anni pattuglie della Polizia per evitare che rientrassero ? Anche a me hanno demolito una casa a Bellinzona in zona Pratocarasso, una delle più pregiate della città, malgrado le opposizioni perché sapevamo benissimo che una strada che passava proprio li non sarebbe mai stata fatta cosa che poi si è avverata. Avevo chiesto di poter prelevare diverse cose all'interno perché mi servivano per a casa che stavo costruendo. Non ricevendo notizie un giorno sono passato da li e non c'era più nulla. A noi hanno pagato 800 metri di terreno 30 franchi al metro (1984) e due anni fa l'hanno rivenduto a un privato per 1000 franchi al metro e si è pure costruito la casetta. Questa è la prassi usata dai Municipi ticinesi. Ora io ricorro al Ministero Pubblico, mi attacco al Tram e vado al Tribunale Federale perché mi hanno mandato da pagare i conguagli cantonali e comunali più le rate cosa che all'interno del Mulino non avveniva. Tutto dovuto in nome dell'anarchia e io pago per la democrazia ;-((
Ro 4 mesi fa su tio
@vulpus Cosa è la moda quella di puntare il dito sulla polizia ? Loro eseguono ciò che gli dicono i municipi, i governi o i giudici. Qui invece c’è stato zampata del municipio di Lugano e a mio modo di vedere e ha completamente sbagliato ed infatti vedo una grande arroganza che non mi sarei mai aspettato alle nostre latitudini. Infatti, come è accaduto con le stupende ville luganesi si è di fronte al ritorno della storia come è accaduto nella stupenda Palermo con il Sacco di Palermo. Basta puntare il dito sulla polizia, troppo facile. Che i politici si prendano le loro responsabilità senza fare i soliti scarica barili.
F/A-19 4 mesi fa su tio
@Tato50 Vedo caro Tato che più o meno tutti subiamo soprusi ed ingiustizie, vedi anche uno dei miei commenti dove metto al corrente tutti voi che malgrado sto combattendo da anni con tanto di avvocati, perizie e tempo perso non ne vengo a capo. Questo è un’ennesimo segno per dire che le cose non funzionano, sto parlando naturalmente sempre e solo del comune di Lugano.
Tato50 4 mesi fa su tio
@F/A-19 Caro F/A condivido quello che hai scritto perché l'ho vissuto anch'io e quindi non è che succeda solo a Lugano. Adesso vediamo cosa sta succedendo a nostra figlia, dopo l'incidente del 29 settembre dove è morto il suo piccolo di 13 mesi e da otto mesi aspettiamo la chiusura dell'inchiesta che ci è stato promesso avverrà a breve. E gli avvocati, non il nostro, ci sguazzano di brutto per allungare i tempi a oltre 200 franchi l'ora per contestare l'incontestabile che un giorno leggerai su TIO !! Prego la Redazione di pubblicare il Post; il perché lo sappiamo tutti !!!
F/A-19 4 mesi fa su tio
Ora il ministero pubblico deve iniziare una procedura penale contro chi ha dato questi assurdi ordini, non lo facesse è un ulteriore segno in più che la nostra giustizia non funziona.
pulp 4 mesi fa su tio
@F/A-19 Misura penale? E quale sarebbe il reato penale?
F/A-19 4 mesi fa su tio
@pulp Chiedi informazioni all’ avvocato Paolo Bernasconi oppure leggi il Corriere del Ticino di oggi, ci sono informazioni per tutti gli ignoranti del cantone....
volabas56 4 mesi fa su tio
Era ora
Evry 4 mesi fa su tio
Finalmente , molto bene, una lezione a questi arroganti e prepotenti malvagi. La risposta dell'autorita con la grande maggioranze dei cittadini contribuenti ! e civili, è corrispondente al loro comportamento, l'anarchia, il fascismo e la violenza non sono parte della nostra civiltà ma trovano il sostengno dei sinistroidi.
T-34 4 mesi fa su tio
@Evry Complimenti, meriti il premio Nobel per la politica. Per la prima volta, grazie alla tua lucida analisi, il mondo prende finalmente coscienza del fatto che il fascismo trova il sostegno dei sinistroidi. Geniale, e niente di più logico, peraltro. Anche per il resto hai pienamente ragione, i molinari sono molto, molto malvagi. L'incarnazione stessa del demonio, insomma. Mi raccomando, prima di andare a dormire controlla di non avercene uno sotto il letto.
Evry 4 mesi fa su tio
Era ora, dopo 30 anni con mere dimostrazioni d'arroganza, prepotenta e maleducazione da parte dei molinari finalmente si è agito. Troppi politici sinistroidi e rossoverdi dimostrano ancora oggi, con la Crisbaza in testa li sotenevano a comportarsi in questo modo. L'autogestione NON è certamente di questo tipo tollerato da troppo tempo! Certi politici sfruttano l'aiuto di questi "malviventi" per raccogliere ogni 4 anni i frutti e tanti hanno paura di non più essere rieletti, questa è la realtà, Grazie a tutti querlli che hanno sostenuto la liberazione del ex-macello.
gigipippa 4 mesi fa su tio
Non condivido i Molinari, ma tristemente anche il comune di Lugano si è autogestito, anche un po`da esaltati.
Gus 4 mesi fa su tio
La verginella parla, ma ha taciuto di fronte ai 30 anni di insulti del Mattino, ben peggiori del termine "fascista"
emib53 4 mesi fa su tio
Che ipocrite le autorità di Lugano. È evidente che aspettavano solo un passo falso dei molinari per demolire. Dovremmo credere che non era tutto pianificato?
egi47 4 mesi fa su tio
Era ora, meglio tardi che MAI.
pulp 4 mesi fa su tio
Dialogo? Ma perchè mai.... se vogliono qualche cosa che se lo paghino. Questo tentativo di far credere che l'autogestione è un diritto è penoso soprattutto perchè non è nemmeno un pensiero plurslista, ma rigorosamente a senso unico....
cle72 4 mesi fa su tio
@pulp Difatti in altre città svizzere esiste e funziona da anni. Un esempio la città di Zurigo, dove la stessa città a messo 10 mlo. Per il centro autogestito. Finché in Ticino si rimane a giudicare per come uno è vestito o porta i capelli, saremo sempre il cantone più ridicolo della Svizzera. E ricordo per demolire e sopratutto durante la notte bisogna inoltrare una domanda di costruzione regolare, che deve essere apposta sull albo comunale per 30 giorni. Quello che è stato detto da alcuni municipali, su domande posteriori ai lavori dovrebbe essere falsa! Se così non fosse complimenti al comune!!!
pulp 4 mesi fa su tio
@cle72 Rode vero? Cmq la prassi prevede le domande a posteriori. Secondo non vorrai paragonare le attività autogestite di ZH con quelle di Lugano spero...
F/A-19 4 mesi fa su tio
@pulp Ah, prima si compie un’abuso e poi a posteriori si sistemano le cose? Bel modo di ragionare!
pulp 4 mesi fa su tio
@F/A-19 Tu sei in vacanza, il tuo vicino di casa vede del fumo e avvisa i pompieri che arrivano ed entrano per spegnere sul nascere l'incendio. E' violazione di domicilio? E' abuso da parte del tuo vicino? No....situazione d'emergenza....
F/A-19 4 mesi fa su tio
@pulp Ah ecco...., volevo ben dire che a questo mondo si può giustificare tutto. È la situazione d’emergenza qual’era all’ex macello? Oggi ho letto che c’era pericolo di crollo del tetto, ahahahahahahahahahahahah, quando non si sa più come giustificarsi ci si arrampica anche sui vetri, mai sentita questa frase?
Donatofiorella 4 mesi fa su tio
era ora
seo56 4 mesi fa su tio
Bene! Complimenti al Municipio e un plauso alle forze dell’ordine. Ieri sera, finalmente, é stata ripristinata la legalità.
F/A-19 4 mesi fa su tio
@seo56 Si certo, con un’atto illegale e penalmente da condannare. Mai visto una cosa simile, demolire uno stabile in piena notte senza nessuna base legale, è solo un’atto di prepotenza, sono sbalordito. D’altronde anch’io è da anni che subisco angherie da parte di una ditta confinante che agisce non rispettando i parametri di legge e, malgrado perizie alla mano che mi danno ragione, lo stesso comune di Lugano non ha nessuna intenzione di riportare l’ordine, anzi, li sostiene e li legittima.
pillola rossa 4 mesi fa su tio
@F/A-19 L'abuso di potere è la nuova normalità (e legalità)
F/A-19 4 mesi fa su tio
@pillola rossa Da notare che i tecnici comunali che fanno i controlli hanno accento da Napoli in giù, siamo proprio messi bene.
A380 4 mesi fa su tio
A tutti quelli che sono contenti che sia finita una parte di storia della nostra povera città convinti di tutto quello che raccontano i signori che ci governano. La scusa dell occupazione dell ex Vanoni per procedere alla demolizione del ex macello! Tutto era già deciso da giorni ! Polizia dalla Svizzera interna. Macchinari per demolizioni ecc. Non si fa in una notte !! Per poter procedere a una demolizione notturna serve un permesso speciale.Svegliatevi. Tutto questo costerà alla città diverse centinaia di migliaia di fr a spese dei contribuenti. Contenti voi.
pulp 4 mesi fa su tio
@A380 E' finita una parte TISTE di storia... quella di un gruppo di lazzaroni che per quasi vent'anni ha sfruttato un bene pubblico e propagandato un pensiero estremista, arrivando anche ad avere ex BR come conferenzieri. Soldi spesi? Moltissimi... quelli dell'altra sera sono gli unici ben spesi in tutta questa vicenda.
Nano10 4 mesi fa su tio
Molto bene leva ura e speriamo che in futuro non gli venga più concesso nessuna altra possibilità di “rompere le P…” a questi …….😡
pulp 4 mesi fa su tio
@Nano10 Ovviamente il mio commento era per A380...
Braun30 4 mesi fa su tio
Intervento estremo ma necessario. Il progetto Mulino, dai Mulini Bernasconi ma oggi dovrebbero chiamarsi "macellari", è autoreferenziante. Usufrutto di bene pubblico per attività circoscritte a un gruppo chiuso. Niente partecipazione alle offerte culturali della città, stanno a casa "loro" e fanno i cavoli "loro". Ma il "loro" centro è il "nostro" centro e vorremmo migliorare l'area circostante, mica vederla divenire una indecorosa graffitata che si estende in cerca di superfici da imbrattare al di fuori della "loro" zona.
franco1956 4 mesi fa su tio
era ora!!!!!
GreenPick 4 mesi fa su tio
e dissero... "l'ex macello non si tocca..." cit. buahahahahhahahahahahahhahahahahahahahahahahhahaha
Booble63 4 mesi fa su tio
Era ora.. ma adesso aspettiamoci la rabbia di questi $inistri del tutto è dovuto ma a spese della collettività. Mi immagino già sprayer e vandali in azione in centro. Spero nella tolleranza zero da parte della polizia.
cle72 5 mesi fa su tio
Atto di forza! Calcolato e organizzato! Agenti arrivati dal canton Vaud a supporto, ergo azione pianificata. La legge non prevede per i lavori notturni (vd. ruspe in azione) di fare richiesta speciale? Questo per il rispetto degli abitanti e per il quieto vivere? È stato fatta tale richiesta? La scusa del ex vanoni non regge... avete aspettato che uscivano per la manifestazione, siete stati bravi, la facciata faceva vedere poliziotti in tenuta normale, ma in realtà altri si preparavano allo sgombero. Non so chi sia peggio! Ma almeno non prendete in giro tutti.
ioenontu82 5 mesi fa su tio
@cle72 si, calcolato e organizzato, perché é così che fanno le persone intelligenti... sti quattro sbandati si sono dimostrati esattamente quello che sono: dei polli! benvenuti tra i gli adulti
hclnelcuore 5 mesi fa su tio
finalmente era ora
GreenPick 5 mesi fa su tio
"il mulino non si tocca..." CIT. buahahahahahah
T-34 5 mesi fa su tio
@GreenPick Complimenti, questo è il commento più costruttivo letto finora. Per la profonda analisi e lo sforzo grammaticale ti meriti un bel casco di banane.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-27 08:49:19 | 91.208.130.87