Archivio Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
3 ore
In 120 per la filantropia strategica
Sono i partecipanti alla prima edizione della Biennale sul tema, che si terrà il 30 settembre al Palazzo dei Congressi
LUGANO
8 ore
Ben 34 franchi per 9 ore di autosilo: «Ma non mi scandalizzo»
L'episodio diventa lo spunto per una chiacchierata sulla mobilità col futuro sindaco Michele Foletti.
CANTONE
8 ore
Morti sul lavoro: «Assicurare almeno che sia fatta giustizia!»
Una mozione interpartitica chiede un intervento contro le "morti bianche".
FOTO
LUGANO
9 ore
Un pieno(ne) d'endorfine
La terza edizione del Festival luganese è stato un successo. Ben 1'500 persone hanno popolato la Darsena del Ciani.
CANTONE
9 ore
Anticorpi anomali coinvolti nel 20% dei decessi da Covid-19
All'importante scoperta hanno contribuito anche due ricercatori dell'EOC: Alessandro Ceschi e Paolo Merlani.
TENERO-CONTRA/SVIZZERA
9 ore
Oltre 100 milioni per il Centro sportivo di Tenero
91,8 sono previsti per la creazione di un edificio per il nuoto. Altri 12,1 per gli alloggi.
LUGANO
10 ore
Incidente sull'A2, traffico in tilt in direzione sud
Tra lo svincolo di Lugano Nord e la galleria di Grancia è stata chiusa una corsia.
CANTONE
11 ore
Suter con la maglia UDC, Speziali: «Non è il Massimo»
Botta e risposta tra il presidente PLR Speziali e il presidente di GastroTicino che passa all'UDC
CANTONE
11 ore
«Il 9 aprile è stato un giorno molto triste»
Si è concluso il processo per il delitto di Muralto. La sentenza sarà pronunciata venerdì 1. ottobre
CANTONE
11 ore
Nominato un nuovo ufficiale della Polizia cantonale
Alessio Lo Cicero condurrà il nuovo Reparto Giudiziario RG4.
CANTONE
12 ore
Il permesso B? «Non è un reale domicilio»
Il Tribunale federale ha chiarito un punto importante per gli stranieri che chiedono una residenza in Ticino
CANTONE / BERNA
13 ore
«Il Ticino è vittima del suo successo»
Karin Keller-Sutter giustifica il "no" del governo alla mozione di Marco Chiesa.
LUGANO
20.05.2021 - 16:110

In piazza contro lo sgombero dell'ex Macello

L'appello a manifestare circola sui social. E l'UDC ricorda l'iniziativa “Adéss Basta!” per «porre fine a questo circo»

LUGANO - Tutta la procedura è scattata ufficialmente lo scorso 18 marzo: allora il Municipio di Lugano aveva deciso di notificare una disdetta formale della convenzione sottoscritta nel 2002 da Città, Cantone e Associazione Alba. In sostanza: le autorità avevano dato all'autogestione venti giorni di tempo per lasciare il comparto dell'ex Macello.

Nel frattempo i tempi si sono allungati, con ulteriori dieci giorni. E lo scorso venerdì un ultimo richiamo è stato consegnato brevi manu agli autogestiti, come riferito da laRegione. Un richiamo contro il quale può essere fatto ricorso entro trenta giorni. Stavolta - secondo le autorità - il mancato rispetto dell'ordine di lasciare gli spazi sfocerà in uno sgombero forzato.

Ecco quindi che ora sui social circola un invito a scendere in piazza «contro lo sgombero a difesa degli spazi liberati e autogestiti». L'appuntamento è fissato per sabato 29 maggio alle 15 in Piazza della Riforma.

L'UDC: «Adesso basta!» - A seguito dell'appello a manifestare, prende posizione la sezione luganese dell'UDC, che parla di «ennesima» occupazione abusiva della pubblica piazza. «L'ennesima manifestazione che finirà inesorabilmente con atti di vandalismo su proprietà pubbliche e private o peggio di violenza verso chi è chiamato a far rispettare l'ordine pubblico».

E il partito ricorda l'iniziativa popolare comunale denominata “Adéss Basta! No a un'autogestione al di sopra dell legge”, con cui intende porre fine «a questo circo una volta per tutte e per permettere ai cittadini luganesi di esprimersi democraticamente sul tema». Tale iniziativa, sottolinea ancora l'UDC luganese, «non chiude la porta a esperienze culturali e giovanili alternative, anzi le sostiene, ma sempre nel rispetto della legge e dell'ordine pubblico».

Secondo il partito si «sapeva fin dall'inizio che passate le elezioni non si sarebbe più mosso nulla o peggio avrebbero trovato loro una sistemazione alternativa sempre a Lugano». Pare, a dire dell'UDC cittadina, che il Municipio abbia sul tavolo proposte per sedi ubicate sempre sul territorio luganese. «Per l'UDC e buona parte della cittadinanza ciò è assolutamente fuori discussione» si legge nella nota.

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da controinforma-ti (@controinforma_ti)

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-23 01:59:46 | 91.208.130.85