Depositphotos
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE / CONFINE
12 ore
Baby gang italo-ticinese: in otto davanti al giudice
I ragazzini sono accusati di persecuzioni e bullismo.
CANTONE
15 ore
Contro "mini-esodo", prime code al Gottardo
Al portale sud della galleria autostradale ci sono almeno alcuni chilometri di colonna.
LUGANO
17 ore
La nostra lingua s'impoverisce, per fortuna che esiste Dante
L'intramontabile grandezza di Dante Alighieri viene celebrata nel 700esimo dalla sua morte
BELLINZONA
18 ore
Una mozione per rafforzare il coinvolgimento dei quartieri
Il Gruppo Unità di Sinistra chiede d'istituire un bilancio partecipativo anche a Bellinzona
CONFINE
18 ore
Festa di compleanno nei boschi di Gaggiolo
Dieci persone sono state sanzionate per violazione delle norme anti-covid.
CANTONE
19 ore
Sette ricoveri e undici dimissioni negli ospedali ticinesi
Nelle ultime 24 ore i contagi notificati all'Ufficio del Medico cantonale sono stati 74. Zero i decessi.
CANTONE
20 ore
Un weekend... autunnale
Dopo il freddo di settimana scorsa e il caldo di quella precedente, ecco la pioggia.
CANTONE
1 gior
Reati finanziari: prosciolto un agente
L'ispettore di polizia era accusato di favoreggiamento, abuso di autorità e violazione del segreto d'ufficio
CANTONE
1 gior
Ecco dove potreste incappare in un radar
Tutti i controlli previsti in Ticino tra il 12 e il 18 aprile 2021
CANTONE
1 gior
Milena Folletti lascia la Rsi
La ex candidata alla direzione ha dato le dimissioni. «Nuove sfide professionali»
QUINTO
1 gior
A 140km/h anziché a 80: fermato un 40enne italiano
La Polizia cantonale l'ha poi nuovamente pizzicato a una velocità di 133 chilometri orari sul limite di 100.
CROGLIO
06.10.2020 - 07:040
Aggiornamento : 09:51

C’è chi viene "allontanato", chi fugge e chi scoppia: ancora malumori in azienda

Alla Faulhaber Minimotor SA il clima sarebbe torrido. Ma i vertici smentiscono categoricamente.

Produzione e fatturato. Parole d’ordine nell’impresa specializzata in meccanica di precisione. Soprattutto da quando è tornata in mani tedesche.

CROGLIO - Alcuni sono stati licenziati. Altri hanno gettato la spugna per la disperazione, “denunciando” un ambiente di lavoro pessimo. In parallelo, negli ultimi anni, si sarebbe assistito a un cospicuo incremento della manodopera estera a scapito dei residenti. Il clima sarebbe di nuovo teso alla Faulhaber Minimotor SA di Croglio, nel Malcantone, impresa attiva nel ramo della meccanica di precisione. Anche se la direzione, contattata da tio/20minuti, smentisce tutto: «Non c’è mai stata così tanta armonia».

La svolta – La ditta, di fama internazionale e che conta circa 330 collaboratori, è stata fondata negli anni Sessanta dalla famiglia Faulhaber, di origine tedesca. Per un certo periodo, la gestione è stata poi in mani ticinesi. Finché la Minimotor non è tornata sotto il mantello della casa madre di Stoccarda, qualche anno fa. A detta di diversi collaboratori ed ex collaboratori, la svolta verso un decisivo peggioramento delle condizioni di lavoro sarebbe stata sancita in quell'occasione.

Il precedente – Non è la prima volta che la Faulhaber Minimotor finisce sui media per problematiche simili. A inizio 2017, ad esempio, fece discutere il licenziamento di una quindicina di persone. Giustificato con un calo delle vendite negli Stati Uniti. 

Forte stress – Oggi la musica sembra non essere cambiata. Dalla Germania le indicazioni sarebbero chiare: le priorità andrebbero alla produttività e al bilancio. Un atteggiamento che, stando alle persone che abbiamo intervistato, creerebbe in azienda situazioni di forte stress.

Accuse di precariato – Secondo alcuni ex collaboratori, si farebbe frequente ricorso a personale proveniente dalla vicina Italia. Non solo. La Faulhaber, che entro il 2022 vorrebbe aprire una nuova sede in un Paese dell'est, si appoggerebbe costantemente ad agenzie interinali, diffondendo una situazione di precariato tra i dipendenti.        

Le cifre, però, indicano altro – «Siamo sorpresi di fronte a queste lamentele – ribadisce la direzione della Faulhaber –. Le persone che ci hanno lasciato quest'anno rappresentano il 2,7%. I licenziamenti sono stati solo due, altre cinque hanno lasciato l’azienda spontaneamente. Si tratta di casi isolati, come potete intuire».

Misure anti Covid – Una falsa fuga di notizie dunque? «Il 2020 è un anno un po' particolare. Per salvaguardare la salute dei collaboratori di fronte al Covid-19 abbiamo introdotto dei turni che prima non c'erano. Questo può avere creato in alcuni qualche malumore. In generale però nessuno si è lamentato. Il nostro fatturato è buono, non è neanche diminuito. Sono accadute tantissime belle cose che ci hanno uniti come team. Mi sembrano critiche ingiuste quelle che ci vengono fatte».

Alla ricerca del miglior candidato – La direzione affronta, inoltre, il tema della manodopera estera. «Nelle nostre selezioni di personale andiamo sempre alla ricerca del miglior candidato sul mercato, con una sensibilità particolare verso svizzeri o domiciliati. Evidenza ne è il fatto che le ultime assunzioni effettuate sono tutte di svizzeri o residenti, e questo vale anche per le attuali posizioni aperte». Sugli interinali aggiunge: «Abbiamo attualmente meno del 10% di collaboratori di agenzia al fine di gestire l’andamento degli ordini in entrata». Infine conclude: «I nostri salari si riferiscono alla posizione e non alla nazionalità o residenza dei collaboratori. In ogni caso tali informazioni, in forma anonima, vengono inviate annualmente all’ispettorato del lavoro».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-11 05:12:20 | 91.208.130.87