Ambra Schillirò
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
40 min
Otto locali erotici chiedono al Tram di riaprire
Inoltrato al Tribunale un ricorso contro la decisione del Governo, definita una «deliberata distorsione del mercato»
CANTONE
9 ore
Suter: «Decisioni incongruenti che non aiutano. Ma siamo pronti»
Il vice presidente di GastroSuisse sulle misure ticinesi anti covid: «Stanno strette, ma meglio di un lockdown».
CANTONE
10 ore
L'appello: «La stampa ci aiuti a correggere la disinformazione»
In Italia si è parlato di Svizzera che nega la rianimazione agli anziani. L’intervento del dr. Paolo Merlani
FOTO
LUGANO
10 ore
Incendio alla cava di Noranco
Sul posto i Pompieri di Lugano. Non sono note al momento le cause del rogo.
CANTONE
11 ore
Gli studenti invocano la chiusura delle scuole
Una petizione in questo senso è stata lanciata da alcuni ragazzi del CPS di Lugano.
AGNO
11 ore
Veicolo in fiamme, disagi al traffico in zona Vallone
La circolazione stradale è difficoltosa in entrambe le direzioni.
CANTONE
12 ore
Il coronavirus fa breccia in altre due strutture
Nuovi casi alla Santa Lucia di Arzo e alla Casa Don Orione di Lopagno
CANTONE
13 ore
Il settore turistico ticinese si prepara al 2021
L'incertezza legata all'emergenza sanitaria implicherà più attenzione verso i Paesi europei e il mercato interno.
CANTONE / SVIZZERA
13 ore
«Edili costretti a pagare il prezzo di una cattiva gestione»
Il duro attacco di Syna contro Implenia: «Vogliono solo assicurare agli azionisti un rendimento dei titoli superiore».
MENDRISIO
13 ore
Altri "alberi della vita" adornano l'Adorna
Si è svolta lo scorso weekend la seconda cerimonia simbolica, questa volta dedicata ai bambini nati nel 2019.
FOTO E VIDEO
CANTONE
14 ore
Il Ticino ha messo la mascherina (anche all'aperto)
La telecamera di tio/20minuti è andata tra la gente per capire come è stato accolto il provvedimento
SHANGHAI
30.09.2020 - 06:000
Aggiornamento : 07:01

«Covid, volete la verità? Vi siete comportati malissimo»

Ambra Schillirò, giornalista e imprenditrice, bacchetta gli europei dalla Cina. Guarda il video.

Ospite di piazzaticino.ch, la 38enne, molto attiva sui social, non risparmia critiche su come nel vecchio Continente si è affrontato il lockdown e si sta, ancora oggi, vivendo la pandemia.

SHANGHAI - «Volete la verità? Vi siete comportati malissimo». Così Ambra Schillirò, giornalista e imprenditrice, ospite da Shanghai, in Cina, su piazzaticino.ch, "bacchetta" il modo con cui gli europei hanno affrontato il Covid-19. La 38enne di origini italiane ha vissuto il lockdown a inizio 2020, quando noi ancora non sapevamo cosa fosse. Parecchio attiva sui social media, è anche stata vittima di minacce e di insulti a causa delle sue opinioni. «E questo dimostra come il nuovo coronavirus non abbia cambiato la natura umana. Anzi. Ha fatto emergere il peggio di noi stessi. A tal punto che non si è più nemmeno liberi di esprimersi». 

Ricapitoliamo. Europa bocciata dunque?
«Sì. Durante il periodo del lockdown tutti sono diventati podisti e tutti avevano un cane da portare fuori. Questa è la ragione per cui l'Europa è stata decisamente più in lockdown rispetto alla Cina». 

Qual è la situazione in Cina ora?
«A Shanghai siamo in una fase libertina, si vedono poche mascherine. Ma di recente mi sono spostata più a sud per lavoro. C'era stato un focolaio da poco in quella regione. E tutti giravano con la mascherina. Nessuno escluso. Significa che appena c'è un problema, c'è un'immediata risposta da parte della popolazione».

Il virus che colpisce e uccide solo i deboli. Così è stato definito da molti il Covid-19...
«La fazione dei negazionisti porta avanti questa teoria. La realtà non è proprio questa. Sottovalutare il virus non ha senso. Qualcuno sostiene che abbia perso potenza. A me risulta che la gente stia continuando a morire». 

Secondo altri, diverse persone sarebbero morte comunque. Indipendentemente dal Covid. Perché già anziane o malate. 
«È chiaro che le condizioni di salute pre esistenti hanno aiutato il virus. Il problema è che si cerca per forza una giustificazione per dire che il Covid-19 non esiste più e che la mascherina è una museruola. Dal momento in cui uno non rispetta le regole, non sta creando un danno a sé stesso. Sta creando un danno al prossimo. È un meccanismo distorto, che non ci porta da nessuna parte». 

Il Covid-19 ha scatenato i virologi di tutto il mondo. C'è chi è diventato una star...
«La corsa ai classici 15 minuti di popolarità fa parte della natura umana. In tanti hanno aperto la bocca, cercando di esprimere un'opinione. Il problema è che nel 2020, con internet, qualunque medico si sbilanci, poi deve considerare le conseguenze di ciò che dice».

Siamo quasi a ottobre. E il Covid-19 resta un rompicapo. L'uomo è stato sconfitto dalla natura?
«Personalmente non credevo che dopo l'estate sarebbe cambiato qualcosa. In Europa la gente non vuole applicare le regole per proteggersi. In Cina è diverso. Io l'altro giorno ho comprato uno sciroppo per la tosse e mi hanno chiesto tutti i dati. Il controllo è totale, a tappeto. Ognuno fa la propria parte e questo aiuta la Cina a essere più avanti rispetto ad altri Paesi».   

Qualcuno potrebbe replicare che questo è un modo per piegarsi al potere...
«In questo momento stiamo cercando di salvarci la vita. Se domani, per salvarmi la vita, mi chiedono le foto della prima elementare, le metto a disposizione». 

Si diceva che il Covid-19 ci avrebbe resi migliori...
«È accaduto il contrario. Ho notato rabbia, cattiveria, razzismo, intolleranza. Come detto, io stessa ho ricevuto messaggi non particolarmente carini. C'è un costante desiderio di colpevolizzare il prossimo. Dimentichiamo tutto troppo in fretta. Abbiamo già dimenticato anche il lockdown. Non siamo riusciti a guardarci allo specchio e a fare un'analisi su cosa stiamo facendo per migliorare il mondo».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-28 06:40:16 | 91.208.130.87