Città di Lugano
Una selezione delle specie mappate sul territorio di Lugano.
ULTIME NOTIZIE Ticino
MASSAGNO
44 min
L'allocuzione di De Rosa: «È nelle difficoltà che emergono i nostri punti di forza»
Il consigliere di Stato ha preso la parola nell'ambito dei festeggiamenti per il Primo agosto a Massagno
CANTONE
49 min
È scomparso Roman
Non si hanno sue notizie da questa mattina alle 7.30
CONFINE
1 ora
Precipita in una scarpata, 57enne perde la vita
La donna è caduta per oltre un centinaio di metri, ha detto il Soccorso alpino
FOTO
CHIASSO
1 ora
A Chiasso un Primo agosto senza frontiere
In Piazza Indipendenza sono stati celebrati «i valori più belli che hanno accomunato intere generazioni»
CANTONE
4 ore
Un altro giorno di code al San Gottardo
Disagi al traffico a entrambi i portali della galleria autostradale
FOTO
CANTONE
5 ore
È tornata la messa del Primo agosto, ma non sul San Gottardo
La celebrazione presieduta dal vescovo Lazzeri ha avuto luogo nella Chiesa di San Nicolao a Besso
CANTONE
5 ore
Un luglio piovosissimo
Record storico in molte regioni. In valle Bavona 592 litri per metro quadro
CONFINE
7 ore
Un 24enne svizzero rischia di annegare a Mergozzo
Salvato da un passante, lotta tra la vita e la morte
LUGANO
1 gior
Forti piogge, nuovi disagi al traffico
Una corsia dell'A2 è stata chiusa, in direzione nord, all'altezza della galleria di San Nicolao
CANTONE
1 gior
In arrivo una serata bagnata
Allerta 3 nel Sottoceneri e nelle valli orientali. Previsti fino 120 mm di pioggia
FAIDO
1 gior
Un fungo da un chilo
Una lettrice lo ha raccolto in Leventina
LUGANO
1 gior
Un primo agosto... col fischio
La provocazione del gruppo "Taspettofuori": una gara di fischi durante l'allocuzione di Karin Valenzano Rossi.
LUGANO
26.08.2020 - 10:520

A Brè riscoperta una mela “dimenticata”

Ecco i risultati della mappatura degli alberi da frutta sul territorio di Lugano. Si contano anche banani e avocadi

LUGANO - A Lugano ci sono soprattutto meli. Ma anche fichi, susini, avocadi e pompelmi. Sono 236 gli alberi madre di 25 specie frutticole censiti nell'ambito del progetto di mappatura delle antiche varietà di piante da frutto sul territorio cittadino.

Con 81 alberi, il melo è la specie più frequente. Seguono il fico comune con 25 piante, 22 susini, 20 ciliegi, 10 cachi, 9 ulivi, 8 peri, 7 albicocchi, castagna, gelsi (di cui due bianchi), noci e viti europee, 6 amarene, 5 peschi, 2 nespoli del Giappone, kiwi e nespoli comuni. Sono stati trovati anche un esemplare di avocado, banano, corniolo, kumquat, limone, pompelmo e ribes.

Il team di ricerca ha suddiviso gli alberi in tre categorie: le specie classiche (di cui fanno parte albicocchi, cachi, castagni, ciliegi, fichi, kiwi, meli, noci, peri, peschi, susini, ulivi e viti); le specie dimenticate o frutti minori (che comprendono amarena, corniolo, gelso e nespolo) e le specie insolite (come avocadi, banani, fichi d’india, kumquat, limone, pompelmo ecc.) che, sebbene non tipiche della regione, rappresentano un dato interessante.

Piante con una storia - Laddove possibile, per ogni albero censito sono state raccolte testimonianze di chi conosce gli esemplari in questione, in modo da ricostruire, pezzo per pezzo, le nostre tradizioni legate alla frutticoltura: i nomi attribuiti alle specie nei dialetti locali, le ricette con cui si conservavano i frutti, le usanze e le storie legate al raccolto. Tutte informazioni estremamente preziose che rischiano di andar perse insieme agli ultimi esemplari degli alberi madre e agli ultimi testimoni del passato agricolo della città e dei suoi dintorni.

Ritrovata la pòm rose - Nel corso della mappatura (si trattava della prima tappa del progetto) ci sono anche state delle sorprese. La più importante è stata la scoperta, a Brè, di una varietà di mela che si credeva estinta: la pòm rose, anche detta rosé, il cui nome ricorda la polpa rosata del frutto. Si tratta di un genotipo unico a livello svizzero che va a completare la Collezione di antiche varietà del patrimonio nazionale.

Il progetto - Il progetto di mappatura era stato lanciato nel giugno 2019. La prima tappa - condotta dal team guidato da Muriel Hendrichs (l’alberoteca), in collaborazione con Maurizio Cerri (Amici del torchio di Sonvico) e Manuela Ghezzi (ProSpecieRara) - si è conclusa lo scorso marzo. Il lavoro proseguirà fino al 2022.

Gli alberi sono stati individuati in dieci tra quartieri e rioni di Lugano: Sonvico, Pazzallo, Gandria, Brè, Dino, Villa Luganese, Lugano, Ruvigliana, Figino e Pregassona.

Un nuovo sito per Lugano al verde

A cinque anni dalla nascita di Lugano al verde, il sito si è trasformato: da semplice blog è diventato una sorta di archivio aperto che contiene (quasi) tutto il lavoro fatto e quello in corso. La consultazione dei contenuti è resa ora più facile dalla possibilità di navigare secondo filtri.

“Natura in città” permette di reperire i post che raccontano di piante o animali incontrati nel centro di Lugano e nei quartieri periferici; “Sentiero di Gandria” raccoglie i post botanici delle piante che crescono lungo il sentiero, molte delle quali appartenenti alla Lista rossa delle specie minacciate in Svizzera; “Giardini tematici” raccoglie informazioni sui giardini e i frutteti che, negli anni, sono stati coltivati in città per promuovere la biodiversità e sensibilizzare la popolazione. Alla voce “Progetti” si trovano i molti eventi e azioni realizzati o sostenuti da Lugano al verde.

Tutti i post confezionati per presentare le piante più curiose dei Giardini tematici, per scoprire la natura che si ribella alla città o per far conoscere le preziosità del Sentiero di Gandria, si possono trovare, in ordine alfabetico, selezionando “Schede botaniche”. Da sempre la comunicazione gioca, in Lugano al verde, un grande ruolo. Per questo tutti i prodotti realizzati sono raccolti in una voce a parte. Così il libricino degli odori, i video di sensibilizzazione all’uso dell’acqua potabile, i nostri manifesti, le bustine, le cartoline e chi più ne ha più ne metta, si trovano, oltre che nel progetto a cui fanno riferimento, anche sotto “Comunicazione”.

www.luganoalverde.ch

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-01 17:59:11 | 91.208.130.89