TiPress
ULTIME NOTIZIE Ticino
LOCARNO
1 ora
«Poca chiarezza sulle nuove antenne»
A Locarno saranno sostituiti tre impianti, ma non si sa se si tratti di 5G. Scatta l'interrogazione
CANTONE
1 ora
Brutti ma buoni contro lo spreco alimentare
«I due terzi dei consumatori sono disposti ad acquistare una quantità maggiore di questi prodotti»
CANTONE
2 ore
Cinque nuovi casi di Covid-19 in Ticino
Il totale d'infezioni da inizio pandemia ha raggiunto quota 3'458. Il numero di decessi resta fermo a 350.
LOCARNO
3 ore
Utilizzo del suolo pubblico: «Un successo da mantenere»
Diversi consiglieri comunali chiedono che l'eccezione introdotta dopo il lockdown diventi una nuova normalità.
CANTONE
3 ore
Un coleottero ci salverà dall'ambrosia?
Sta tornando il polline della pianta. Ma c'è un animale che in futuro potrebbe indebolirla
BELLINZONA
4 ore
Perchè il mercato di Bellinzona ha successo?
Carlo Banfi, responsabile del mercato, ci svela i segreti della popolarità dell’appuntamento all'ombra dei castelli
CANTONE
4 ore
Annegare è un attimo
La Società di Salvataggio mette in guardia sui pericoli in acqua. «Importante sensibilizzare»
CANTONE
6 ore
«Volevo bere qualcosa ma mi hanno mandato via»
Il gerente: «abbiamo dei divanetti lounge adibiti, ma erano pieni»
LUGANO
6 ore
Yoga nudi per accettare i propri difetti
Dawio Bordoli, 56 anni, fa il "ricercatore spirituale". Una figura su cui molti sono scettici. Ecco i suoi segreti.
CANTONE
17 ore
È morto Oviedo Marzorini
Classe 1945, è stato primo cittadino ticinese fra il 2004 e il 2005.
SVIZZERA
19 ore
È in corso il processo ai due presunti reclutatori dell'ISIS
Si presume che i due imputati siano responsabili di diversi viaggi in Siria effettuati da musulmani svizzeri
BELLINZONA
20 ore
Robbiani, il burqa e i sacchi dell’immondizia. Il ministero pubblico: “Non è reato”
Ci sono voluti sei anni per stabilire il decreto di abbandono nei confronti di Massimiliano Robbiani
CANTONE
21 ore
Il Ticino torna a scuola, «ma le lacune non mancano»
Il SISA prende posizione: per una scuola davvero normale occorre annullare le disparità e introdurre misure di sostegno.
FOTO
CANTONE
22 ore
Il livello dell'acqua scende, il Lago Maggiore "ha sete"
Con 192.53 metri sul livello del mare, il Verbano si sta avvicinando ai minimi storici.
LUGANO
01.08.2020 - 22:560

Borradori poetico in un Primo d'agosto «particolare»

Il Sindaco si è detto fiero della capacità di altruismo, generosità, e rispetto mostrata da Lugano durante la crisi

Nel suo discorso, Borradori si è anche mostrato rammaricato per l'annullamento di molte attività

LUGANO - «Viva Lugano. Viva il Ticino. Viva la Svizzera».

È così che il Sindaco di Lugano Marco Borradori ha concluso il proprio tradizionale discorso del Primo d'agosto in Piazza della Riforma, «nel cuore della città di Lugano», prima di introdurre l'inno nazionale, intonato con tutti i cittadini presenti.

Nella sua allocuzione, il sindaco si è detto in primis rammaricato dall'annullamento (causa Covid) di molte attività ed eventi che contraddistinguono solitamente le celebrazioni per la Festa Nazionale. «Il Primo Agosto rappresenta una delle giornate più gioiose e felici dell’anno per la nostra città; ci si riunisce per eventi, cortei, e per ammirare i sempre magici fuochi d'artificio» ha spiegato Borradori.

Tuttavia, questo 2020 particolare ha permesso a un'usanza tipica, (istituita già nel 1899, dal Consiglio federale, per festeggiare la Patria), di tornare in auge: «Mi riferisco al rito di far suonare a festa tutte le campane delle chiese, in tutti i cantoni, le città e i comuni della Svizzera».  Una tradizione che permette di unire le comunità del Paese. In tal senso, il Sindaco ha ringraziato la Curia di Lugano e le numerose chiese che hanno aderito all'iniziativa e che hanno suonato a festa per unire simbolicamente «la nostra grande Lugano».

Campane che però, in questo periodo, ci fanno tornare alla mente «le settimane più difficili della crisi sanitaria», ha proseguito Borradori, «in quanto, purtroppo, hanno suonato a lutto anche nei quartieri di Lugano». In questo periodo complicato, però, «abbiamo visto lo straordinario valore della solidarietà nelle comunità dei nostri quartieri», «tra giovani e anziani, tra cittadini e operatori sanitari, tra chi ha più mezzi e chi meno».

Con emozione, il Sindaco ha perciò ammesso: «Mai come in questo periodo sono stato orgoglioso di rappresentare, da Sindaco, questa città, capace di altruismo, generosità, e rispetto per le disposizioni» date dalle istituzioni. 

Come Lugano è capace di tenere insieme tutti i suoi quartieri, con le loro necessità e peculiarità, anche la Svizzera tiene insieme 26 Cantoni tanto diversi tra loro. Borradori ha così sottolineato come la crisi sanitaria abbia mostrato «che il nostro è un grande Paese, capace di far fronte ai bisogni dei suoi cittadini anche in momenti molto difficili».

E per poter vivere bene, le settimane di confinamento ci hanno ricordato l'importanza dello spazio pubblico. «Valorizzare lo spazio pubblico è oggi più che mai una priorità» ha detto il Sindaco, e gli spazi servono anche per discutere, «per sentire diverse campane», ciò che è la chiave della democrazia. Infatti, durante la crisi sanitaria, Lugano «ha fatto sentire la sua voce al Cantone quando abbiamo ritenuto necessario farlo, e anche il Ticino è stato capace di far sentire la sua voce a Berna quando, oltre Gottardo, la situazione che stavamo vivendo qui ci sembrava non fosse chiara alla Confederazione», ha detto il Sindaco, con orgoglio, ammettendo che quando c'è da criticare, «noi luganesi, quando ci impegniamo, siamo abbastanza bravi».

Infine, il Sindaco ha concluso in modo poetico: «mi piace pensare alla Svizzera come a una meravigliosa melodia prodotta dalle campane di diversi villaggi che hanno iniziato a suonare insieme 121 anni fa. Il suono della libertà, prodotto dal prodigioso spartito della democrazia – che il nostro Paese ha iniziato a suonare con la Costituzione Federale del 1848, ma che non sarebbe mai potuto essere composto senza l’indipendenza, sancita sul praticello del Grütli, che oggi festeggiamo».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 1 sett fa su tio
..."Il suono della libertà, prodotto dal prodigioso spartito della democrazia"... scritto prima dell'inverno scorso :-l
Michele Dotta 1 sett fa su fb
grande sindaco e grande persona!
sheva 1 sett fa su tio
Già poi ci sono gli attimi di confusione alla pensilina , gli accoltellamenti al supermercato, vandalismi a iosa ( vedi foce) , un aumento del degrado e della sporcizia ovunque ma c’è da esserne fieri ! Avanti insci .... nell attesa perenne dello stadio ??
Evry 1 sett fa su tio
Benissimo Marco, sei un Sindaco integro e all'altezza della mansione. Auguri di tanta salute e felicità
streciadalbüter 1 sett fa su tio
E i luganesi sono tutti orgogliosi di averlo come sindaco.?`
Franco Barbato 1 sett fa su fb
"Poético...." Già Tutto è poesía. Poesía sei tu 🤡 😂🤦‍♂️
Enrico Manetti 1 sett fa su fb
Complimenti MARCO felice fine settimana 👍👏
Cinto Gusme 1 sett fa su fb
motivo in più per liberarlo dalla F E S C I A !!!!!!!!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-11 12:53:14 | 91.208.130.89