Foto lettore Tio/20 minuti - Mary
ULTIME NOTIZIE Ticino
BERNA / CANTONE
4 ore
Occhi della deputazione ticinese puntati su Posta e accesso al mercato finanziario italiano
I parlamentari ticinesi ribadiscono la loro contrarietà all'elezione di un germanofono nel Cda del gigante giallo.
LOCARNO
6 ore
Un sottocenerino per la Sopracenerina
Il nuovo direttore della Società Elettrica sarà Pietro Nizzola, che sostituisce Daniele Lotti
AGNO 
7 ore
"Cadrega" negata e Soldati scende dal treno
Dietro le dimissioni del presidente delle FLP le resistenze degli azionisti privati sulla nomina di un membro di CdA
VIDEO
MAGGIA
8 ore
I serpenti della Maggia conquistano TikTok
Il video di una lotta rituale ha valicato il Gottardo, e i contendenti si coprono di gloria
FOTO E VIDEO
LOCARNO
8 ore
Cade sulle rocce e si ferisce, infortunio a Ponte Brolla
L'incidente è avvenuto lungo la Maggia. Per soccorrere il ferito sono intervenuti Rega e Salva.
CANTONE
9 ore
Aperte le iscrizioni dei corsi «per imparare a studiare»
Anche nel 2021 torna il progetto di Pro Juventute dedicato ai ragazzi delle Scuole Medie.
CANTONE
9 ore
Quattromila posti liberi al Centro di Biasca
Le autorità sanitarie consigliano ai cittadini di prendere appuntamento in Riviera per il vaccino.
CANTONE
10 ore
C'è un nuovo direttore alla Federazione Pompieri Ticino
Si tratta di Nelson Ortelli che assumerà la carica il prossimo mese di novembre sostituendo Francesco Guerini.
CALCIO
11 ore
Brutta e senz'anima: questa Nazionale è al capolinea?
Euro 2020: cosa succede alla Svizzera? Gli esperti Livio Bordoli e Arno Rossini su Piazza Ticino. Guarda il live.
CANTONE
27.04.2020 - 06:370
Aggiornamento : 10:19

Da oggi i parrucchieri riaprono così

Mascherine, mantelline monouso, disinfettanti e distanza sociale. Qualcuno posiziona anche il plexiglas.

Mary, che ha il salone a Bellinzona: «Il 27 aprile è la luce in fondo al tunnel».

BELLINZONA - Parte oggi la prima tappa della strategia d’uscita dal lockdown. E, tra gli altri, riaprono centri estetici e saloni di parrucchieri. Questi ultimi tra i più richiesti dagli svizzeri, come emerso dal sondaggio Tamedia. Ma cosa cambierà? Come sarà il ritorno alla cura della persona?

Le norme del settore - Prima di tutto la protezione. È lunga la lista di direttive elaborata da Coiffure Suisse. Sia clienti sia parrucchieri indosseranno la mascherina. I professionisti avranno anche una visiera in caso di contatto diretto con il cliente (trattamenti viso, cosmetici, rasatura barba). Le mantelline saranno monouso e bisognerà usare un asciugamano pulito per ogni cliente (come da prassi). Ovviamente, sapone e disinfettanti avranno la meglio nei saloni e gli strumenti verranno puliti dopo ogni trattamento. Tra i clienti, bisognerà mantenere le distanze (due metri), possibilmente con una sedia vuota tra uno e l’altro. Niente visite in salone per una chiacchierata e chi presenta sintomi collegabili al Covid-19 verrà rimandato a casa senza taglio.

Più protezione - C’è chi nel riorganizzare il proprio salone ha previsto anche altri accorgimenti. È il caso di Mary, che ha l'attività a Bellinzona: «Da noi ci saranno delle separazioni in plexiglas alla cassa e tra le postazioni, come pure al lavaggio. Se prima si arrivava in salone e si aspettava, tra caffè, risate e qualche rivista, ora si lavorava solo su appuntamento».

Vicini durante la chiusura - Anche Mary ha chiuso il salone il 14 marzo. «Ho vissuto questo periodo con un po’ di preoccupazione e paura, come tutti - ammette -. Ma sempre con lo sguardo rivolto al “dopo”, alla ripartenza nel rispetto delle norme. Tenere chiusa un’attività con dei costi fissi non è semplice, ma io sono per natura positiva e noi parrucchieri riusciremo a superare tutto questo».

La corsa all’appuntamento - La notizia della riapertura il 27 aprile «è stata la luce in fondo al tunnel» e da subito è iniziato il lavoro di riorganizzazione del salone. «I clienti in questo periodo sono stata la nostra forza, ci sono stati sempre vicini con telefonate, messaggi, sui social - ammette Mary con gratitudine -. Tanti avevano anche bisogno di essere rincuorati, perché soli e confrontati con la solitudine». Dopo la conferenza stampa del Cantone, la scorsa settimana, i clienti hanno iniziato a scrivere per prendere appuntamento. «L’agenda è già piena, ma con il tempo e le giuste precauzioni riusciremo ad accontentare tutti».

Parola d'ordine: responsabilità - I dati sono incoraggianti, ma l’invito alla prudenza rimane, per evitare una seconda ondata. «Ripartiamo senza paura - conclude Mary -. Abbiamo sempre seguito tutti i protocolli d’igiene richiesti dal mestiere. Ora ci siamo organizzati al meglio e seguiremo alla lettera le norme, così come il distanziamento sociale, per proteggere noi e i nostri clienti».


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-18 01:09:50 | 91.208.130.85