Immobili
Veicoli

LOCARNOMonte Brè: «La domanda di costruzione sarà respinta»

22.01.20 - 17:00
Il sindaco Alain Scherrer si esprime su Facebook, commentando un post di Fabrizio Sirica. E chiude la porta in faccia alla Aedartis AG
TiPress
Monte Brè: «La domanda di costruzione sarà respinta»
Il sindaco Alain Scherrer si esprime su Facebook, commentando un post di Fabrizio Sirica. E chiude la porta in faccia alla Aedartis AG

LOCARNO - Cinque stelle, 17 suite, 53 appartamenti, 2 ristoranti, bar, spa, caffè, negozio, sala conferenze e mini club. Tutto bellissimo nei piani di Aedartis AG, che ieri sera ha presentato alla popolazione il progetto del maxi resort "Borgo Miranda" a Monte Brè. Peccato che a smorzare gli entusiasmi ci abbia pensato, seppur in maniera non ufficiale, il sindaco di Locarno Alain Scherrer.

«Entro dieci giorni presenteranno la richiesta per la licenza edilizia e pensano di avanzare rapidamente», ha scritto su Facebook Fabrizio Sirica (consigliere comunale socialista di Locarno) questa mattina commentando la serata di ieri. Sotto al post è quindi comparsa la replica del sindaco: «Mi permetto un complemento di informazione», ha iniziato Scherrer. Poi la stoccata: «Se dovesse davvero arrivare la domanda di costruzione, questa sarà respinta».

Al centro della matassa c’è la zona di pianificazione. I quartieri di Monte Brè e Cardada sono infatti attualmente protetti dalla zona di pianificazione del territorio e lo saranno per i prossimi cinque anni. Il preavviso positivo da parte del Cantone era arrivato il 16 ottobre 2019. Il Municipio aveva deciso di procedere lo stesso giorno alla pubblicazione e all’entrata in vigore della zona di pianificazione «quale misura di salvaguardia del territorio», tenuto conto anche della «volontà popolare espressasi a favore di una maggiore tutela del comparto».

Una presa di posizione chiara e senza possibilità di appello quella del sindaco, che entra a gamba tesa tra il maxi resort e Monte Brè. Eppure proprio ieri il Municipio aveva annunciato che non avrebbe preso parte alla serata pubblica organizzata dai promotori del progetto del maxi resort perché considerata «inopportuna» e per consentire alla popolazione di farsi un’opinione propria. Il piano regolatore sembra mettersi in mezzo tra la Aedartis AG e Monte Brè. Staremo a vedere.

 

COMMENTI
 
4cerchi 2 anni fa su tio
La zona in questione vive già di turismo lento. Passeggiate, salite in bici, cervi e camosci. La strada che porta in quota è giusta per l attuale situazione. Se il sindaco mantiene ciò che dice sarà sicuramente ringraziato e amato dai cittadini. Ai signori investitori il semaforo potrebbero metterselo in un posto più vicino al corpo umano.
Bandito976 2 anni fa su tio
Poi non lamentatevi che il turismo va altrove!
miba 2 anni fa su tio
Il Ticino a quale tipo di turismo si rivolge? Famiglie? Cinesi? Arabi? Tedeschi? Italiani? Ti ringrazio per una tua dritta in merito dal momento che sono anni che si spendono milioni per studi vari ma onestamente, forse sarò un po' gnucco, io non l'ho ancora capito.....
ugobos 2 anni fa su tio
Salario minimo? ma andate a farvi un giro va che é meglio. altro che salario minimo s investe sui robot e intelligenza artificiale.
ugobos 2 anni fa su tio
hahahhaha dimenticavo voi volete lo statuto speciale perche non arrivate a fine mese? bravi siete proprio dei grandi. https://www.esquire.com/it/lifestyle/viaggi/a29562159/andermatt-sci/ non mi sembra che va tutto male pero come dicevo sono troppo ebete per capirvi
ugobos 2 anni fa su tio
i giovani scappano dal ticino perche non trovano lavoro. sembra che la gente sia cosi contenta quando ci sono i divieti. voi dove vivete? in caverna? Non riesco a capire cosa non capite. sono troppo ebete per seguire i vostri discorsi
BlueShark 2 anni fa su tio
Un’opportunità da non perdere...! Speriamo venga accettato..??
ugobos 2 anni fa su tio
ma va hai gia visto qualcosa che funziona in sto cantone? si rifugiano tutti i posti di lavoro statali parassitari e chi fa altro va in ch interna
sedelin 2 anni fa su tio
sì staremo a vedere: il resort non si farà. si lotterà finché quel faraonico progetto sarà respinto per preservare le nostre terre.
ugobos 2 anni fa su tio
sarei curioso di vedere dove vivi.
sedelin 2 anni fa su tio
in ticino
GI 2 anni fa su tio
una palese forzatura.....aspettiamo comunque la domanda di costruzione...e le motivazioni per eventuali deroghe che mi pare debbano essere richieste.....
miba 2 anni fa su tio
Poi mettono qualche politico nel CdA, pagano qualche bustarella per oliare gli ingranaggi e prendono un paio di avvocati di grido ed alla fine come per incanto la domanda di costruzione sarà accolta/approvata. Il modus operandi è ormai collaudato :):):)
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO