Ti Press (archivio)
MENDRISIO
21.11.2019 - 15:180

Un nuovo contratto collettivo per FoxTown

Ne beneficeranno, dal 1° gennaio, oltre 1200 collaboratori attivi nei 160 negozi del Centro

di Redazione

MENDRISIO - Il patron del FoxTown Silvio Tarchini e i sindacati OCST, UNIA, SIC e SIT hanno rinnovato per la sesta volta un’intesa che dura da oltre un ventennio. Il nuovo Contratto Collettivo di Lavoro FoxTown entrerà in vigore il prossimo 1° gennaio 2020, per la durata di cinque anni, fino al 31 dicembre 2024.

«L’ottimo livello salariale - con uno stipendio minimo che parte dai 3'751 franchi mensili per l’assistente alla vendita non qualificato al primo anno - è ormai un dato consolidato per i dipendenti, così come le 40 ore della durata del lavoro settimanale e le 5 settimane di vacanza all’anno, si legge nel comunicato della Città della Volpe.

Tra le novità del nuovo CCL ci sono: sei settimane di congedo non pagate aggiuntive al periodo di assenza retribuito a tutte le neomamme e ai freschi papà che ne faranno richiesta, maggior
tutela dei collaboratori “over 50” e per le neo mamme e una giornata lavorativa della durata minima di 4 ore per i dipendenti assunti a tempo parziale.

Non potrà poi diventare invasivo l’uso della tecnologia, come dimostra il paragrafo appositamente inserito nel CCL FoxTown, in base al quale «salvo emergenze, fuori dall’orario di servizio, il lavoratore non è obbligato a controllare sulla posta elettronica o sul telefono cellulare eventuali comunicazioni di lavoro».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-12 19:27:01 | 91.208.130.87