tipress (archivio)
CANTONE
29.10.2019 - 17:180

Lugano Airport e la partecipazione del cantone: «Improponibile»

Il PS presenta un rapporto di minoranza nel quale si chiede una conversione dello scalo all'aviazione generale e un piano sociale per i dipendenti che saranno licenziati

LUGANO - «Il Cantone prenda a suo carico 1 milione di franchi nella transizione e nella conversione verso la nuova Lugano Airport SA (LASA) che abbandona l’aviazione di linea a favore dell’aviazione generale». È questo, in buona sintesi, il contenuto del rapporto di minoranza relativo (presentato dalla Granconsigliera socialista Anna Biscossa) al messaggio sull’aumento della partecipazione del Cantone nella LASA.

La socialista propone inoltre che, riguardo al personale che non sarà più impiegato nella nuova LASA, «il Comune di Lugano e il Cantone s’impegnino a garantire a tutti coloro che dovessero richiederlo l’inserimento lavorativo negli Enti pubblici e nelle aziende da essi sussidiate».

In base al principio di «un uso oculato delle risorse pubbliche», con questo rapporto di minoranza il PS ribadisce sia che l’aumento dal 12.5% al 40% della partecipazione del Cantone nella vecchia LASA «è improponibile», sia il suo impegno a garantire le risorse necessarie per evitare il fallimento di LASA e soprattutto nella proposta di soluzioni risolutive per il personale coinvolto.

Il Gruppo parlamentare PS ha chiesto pure il rinvio di questa trattanda, prevista nella prossima seduta del Gran Consiglio, ritenendo «fondato e razionale affrontarla in Parlamento solo dopo la delibera in merito del Consiglio comunale di Lugano».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-26 12:44:19 | 91.208.130.86