foto tio.ch/20min
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
51 min
Uccise la moglie: condannato a diciotto anni di carcere
È colpevole di assassinio il 57enne macedone comparso alle Criminali per il delitto di Ascona
ROVEREDO (GR)
54 min
Equilibri in Municipio di nuovo in discussione
Il Tribunale federale ha accolto in parte il ricorso della sezione Liberale democratica sul conteggio delle schede dell'elezione dell'ottobre 2018
CANTONE
58 min
Un anno impegnativo per il sindacato dei docenti
Dalla pausa per i docenti di scuola dell’infanzia, all’ottimizzazione dei consigli di classe, fino alla riforma del liceo
CANTONE / URI
1 ora
Scontro nel San Gottardo, circa 40mila franchi di danni
L'impatto contro un pullman è costato un bello spavento all'automobilista, che ha effettuato un testacoda prima di andare a sbattere contro la parete della galleria
LUGANO
1 ora
«Ma quale conflitto d'interessi?», Valenzano Rossi risponde alla Lega
La capogruppo PLR sottolinea come la collaborazione, legale, fosse nota da tempo. E rilancia: «Attaccata per indurre al silenzio le voci critiche e per mancanza di argomenti validi»
FOTO
CANTONE
2 ore
Sos Infanzia premia quattro associazioni
Consegnato il riconoscimento in onore di Federico Mari a Malattie Genetiche Rare Svizzera Italiana, Shark Team 2000, Illy e la Sindrome di Goodpasture e ATKYE
FOTO E VIDEO
CENTOVALLI
2 ore
Operazione mozzafiato: cinque campane in volo a Rasa
Video spettacolare sui monti innevati. Claudio Simoni, segretario della “parrocchia”: «È un momento storico per noi»
CANTONE
2 ore
Il prof. Giovanni Pedrazzini in conferenza a Massagno
L'evento, aperto a tutti, permetterà al pubblico di conoscere un luminare del suo ramo, unico ticinese a ricoprire la carica di Presidente della Società Svizzera di Cardiologia
CANTONE
2 ore
Genova e Savona propongono la loro strategia dei trasporti
Dubbi sulla fattibilità della Chiasso-Lugano. Autotrasporto strategico ancora per molti anni a venire
CANTONE
2 ore
Oltre trenta domande sulla politica carceraria
L'interrogazione al Consiglio di Stato si inserisce in un'indagine avviata dal deputato ginevrino Pierre Bayenet
LUGANO
3 ore
Lavori stradali a Viganello, ecco dove fare attenzione
Si terranno di notte, tra il 25 di novembre e il 6 di dicembre
BELLINZONA
3 ore
Haber a Castellinaria: «Chiedo scusa a tutte le donne»
Nell'occhio del ciclone "la performance" sessista dell'attore bolognese domenica sera al festival per ragazzi, soprattutto nei confronti della presentatrice
LUGANO
3 ore
Il LAC supera il milione di presenze
Anche la quarta stagione del centro culturale ha registrato un incremento di pubblico arrivando a quota 280’721
CANTONE
3 ore
Il Mendrisiotto dimenticato e tartassato
Interrogazione di Matteo Quadranti, che chiede al Governo di difendere la stazione internazionale di Chiasso e i momò dal rincaro dei premi di cassa malati e della benzina
FOTO
BELLINZONA
4 ore
Cent'anni di proporzionale a Palazzo delle Orsoline
Una mostra ripercorre le dinamiche che portarono la Confederazione ad introdurre il sistema proporzionale per la ripartizione dei seggi in Consiglio Nazionale
LUGANO
4 ore
Ecco chi ha vinto il premio svizzero Architettura sostenibile
Lo hanno assegnato a Lugano Artecasa e Raiffeisen, a vincere Oppenheim Architecture di Basilea e attivo in tutto il mondo
CANTONE
4 ore
Roberto Bevacqua è il nuovo Capo della Sezione delle finanze del Dfe
Sostituirà Sandro Destefani, ora direttore della Divisione dell'ambiente
GAMBAROGNO
4 ore
Traffico da incubo, torna la “mega rotonda” in zona Pergola
La sua messa in funzione è prevista entro circa 15 giorni. Intanto la colpa delle code viene attribuita anche al cantiere di Luino
LUGANO
14.10.2019 - 09:210
Aggiornamento : 11:48

Lavorereste così, a sette piani dal suolo?

In Ticino gli infortuni sul lavoro sono il calo. Ma quelli più gravi, tra cui le cadute dall'alto, restano un problema

LUGANO - A strapiombo sulla strada. Sotto, un dislivello di sette piani. L'operaio maneggia un trapano, il compagno – senza protezioni – lo tiene con una corda. Non è la foto cult degli operai in pausa pranzo sul Rockfeller Center. Ma a modo suo lo scatto, che immortala un gruppo di carpentieri al lavoro su un tetto di Massagno, è emblematico. 

Infortuni in calo - Gli incidenti professionali sono in calo in Ticino: quelli coperti dalla Suva sono passati da 8030 nel 2014, a 7677 l'anno scorso. Il miglioramento riguarda anche i cantieri edili: da 203 infortuni ogni mille addetti nel 2011, si è scesi a 179. «I lavoratori sono maggiormente sensibilizzati, merito anche delle campagne di formazione svolte negli anni» spiega la portavoce Regina Pinna-Marfurt. Le statistiche mostrano che «la maggioranza degli infortuni gravi sono evitabili con le opportune precauzioni».  

Cadute letali - Il problema è che i miglioramenti si sono ottenuti «soprattutto per gli incidenti leggeri e le bagatelle» precisa il direttore della Società impresa e costruttori (Ssic) Nicola Bagnovini. «Gli infortuni letali o con danni permanenti sono più difficili da contrastare». Secondo le statistiche svizzere, uno su tre è dovuto proprio a una caduta dall'alto.

«Sicurezza al primo posto» - Il tetto di Massagno è solo uno dei tanti, in cui lo sprezzo del pericolo diventa norma. Gli operai – ha spiegato a tio/20minuti il titolare dell'impresa – «stavano eseguendo un lavoro delicato in condizioni difficili». Si spingono sul cornicione «a proprio rischio e pericolo, non avrebbero dovuto» sottolinea il titolare. Sul tetto manca il cavo salvavita a cui assicurarsi. «A volte bisogna arrangiarsi, ma come azienda mettiamo la sicurezza al primo posto». 

Abitudine o necessità? - La colpa è a monte, si schermisce l'imprenditore. «I margini nel settore sono sempre più rosicati, e costringono tante aziende a lavorare di corsa». Per Bagnovini è piuttosto una questione di cultura: «A volte basterebbero piccoli accorgimenti. Ma certe abitudini lavorative sono difficili da sradicare». Secondo Dario Cadenazzi, responsabile Unia per l'edilizia, il fattore tempo è invece determinante: «Quando i lavoratori sono incalzati, una delle prime cose su cui sorvolano è la sicurezza» spiega il sindacalista. «Molti fanno fatica a dire "stop”». Poi a rischiare di cadere giù, come le statistiche della Suva, sono loro. 

foto tio.ch/20min
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
albertolupo 1 mese fa su tio
basterebbe lavorare con una gru e il suo bel cestello ...solo che costa...
gigipippa 1 mese fa su tio
Ma anche chi progetta uno stabile potrebbe pensare alle manutenzioni.
TI.CH 1 mese fa su tio
Incoscienza - lazzaronite per preparare le protezioni - fiato sul collo dei datori di lavoro o dei capi che dicono che si perde tempo - paura di perdere il posto di lavoro se reclamano-troppo pochi controlli.
Marco Seregni Giardiniere 1 mese fa su fb
Ma lo sappiamo tutti che sporgersi dai balconi è pericoloso!
UnPassoIndietro 1 mese fa su tio
Imbrgatura + corda da arrampicata + qualche moschettone....200 franchi (anche meno) e qualche goccia di sudore freddo si può risparmiare. In altre aziende devi mettere il casco anche solo per andare al cesso... incoerenza totale!
Tato50 1 mese fa su tio
Dipende da quanti anni ha la corda ;-))) Facendo le dovute proporzioni al TG 2 di ieri hanno detto che in 10 anni ci sono stati 17'000 morti sul posto di lavoro in Italia. Da noi, nel 2018, sono stati 55, già troppi per una piccola Nazione ! Nel caso in oggetto, vista la foto, non mi sembra che il tipo che tiene la corda sia pronto in caso di caduta del collega. Forse, come dice SosPettOso ci sarebbero altri modi per far "sicurezza" !!
mats70 1 mese fa su tio
Visto che siamo il paese delle multe, via una bella multa alla ditta..
Cla Gia 1 mese fa su fb
Questo fotografo non sa più cosa fotografare!! Certo che le protezioni si montano da sole
Iris Turri 1 mese fa su fb
Neanche per sogno🤭
Morgan Rosarno 1 mese fa su fb
https://www.linkedin.com/pulse/sicurezza-sui-cantieri-sempre-pi%C3%B9-basso-morgan-rosarno/
Morgan Rosarno 1 mese fa su fb
La sicurezza va messa sempre prima di ogni lavoro e di ogni datore di lavoro. Si ha l'obbligo di dire STOP in caso di non sicurezza
SosPettOso 1 mese fa su tio
"...ma come azienda mettiamo la sicurezza al primo posto..." Che tipo di sicurezza? Quella economica del titolare? Anche se non c'è il cavo salvavita basterebbe far passare la corda attorno alla gabbia dell'ascensore...
Ben8 1 mese fa su tio
E come dovrebbero farlo?
negang 1 mese fa su tio
@Ben8 Magari mettendo un ponteggio dal basso. Chiaro che costa .. oppure lavorando con delle piattaforme idrauliche sempre che arrivino fino a quella altezza, Poi pero' il rifacimento del tetto ti costa il doppio .
Aki Gozzi 1 mese fa su fb
Comunque il casco se cadi da li serve a ben poco e visto che sono sul tetto, potrebbe servire a proteggerti dalle cagate degli uccelli.Poi che si possa fare meglio è possibile.
ctu67 1 mese fa su tio
io abbatterei il palazzo e lo rifarei da nuovo !!!
Andres David 1 mese fa su fb
No
Maria Walther 1 mese fa su fb
Si, non è per tutti. Ma, se guardiamo i documentari di come hanno costruito i grattaceli di NY, questa immagine... lasciamo perdere.
Giacomo Fera 1 mese fa su fb
Abbiam fatto di peggio
Val Caste 1 mese fa su fb
Ho visto di peggio 🌿🌿🌿🍂
curziocurzio 1 mese fa su tio
Ma dalla foto si vede che sono installatori di ponteggi e stanno montando le protezioni laterarali di un ponteggio da tetto, per poi eseguire il rifacimento del tetto in sicurezza.
negang 1 mese fa su tio
@curziocurzio Si ma magari si puo' montare le protezioni in modo piu' normale . .per ex usando una piattaforma idraulica e lavorando non a testa in giu' con in mano un pesante trapano ..
Naty RD 1 mese fa su fb
Dovrebbero lavorare in totale sicurezza, prendendo tutti gli accorgimenti possibili.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-20 19:29:47 | 91.208.130.86