MENDRISIO / ZUGO
15.04.2019 - 09:260
Aggiornamento : 11:01

«L’italiano oltre Gottardo non viene considerato»

Due studenti, protagonisti di uno scambio linguistico intercantonale, fanno il punto della situazione sulla salute dell’italiano in Svizzera

MENDRISIO - Come sta l’italiano in Svizzera? È conosciuto oltre Gottardo? A queste e ad altre domande hanno risposto gli studenti coinvolti nell’iniziativa dell’USI “+identità: Settimana della Svizzera italiana”. Grazie al progetto, gli studenti della 3C del Liceo di Mendrisio hanno partecipato ad uno scambio linguistico con una classe del Liceo di Menzingen. Due settimane fa gli studenti zughesi sono giunti in Ticino per conoscere meglio i loro “colleghi”, il territorio, e migliorare il contatto con la lingua italiana. E qualche giorno fa gli studenti di Mendrisio sono stati ospitati nel canton Zugo, dove insieme ai loro compagni hanno discusso sul tema della settimana: la “Willensnation Schweiz”. Un confronto sulla cultura giovanile a nord e sud delle Alpi tra stereotipi e punti d’incontro che ha portato le due classi a ad elaborare insieme articoli, canzoni, video e reportage radio con la radio studentesca Radio LiMe.
Per l’occasione abbiamo ascoltato le testimonianze di due ragazzi, uno studente del Liceo di Mendrisio e uno del liceo zughese.

Quello che emerge dalle loro testimonianze è una salute piuttosto traballante della lingua italiana in Svizzera. «Spesso questa lingua viene poco considerata, o addirittura per niente, perché siamo in pochi a parlarla» racconta Alessandro, del Liceo di Mendrisio. «Si vede che l’italiano ha poca importanza anche quando vai a fare la spesa: spesso le etichette dei prodotti sono solo in francese e tedesco, ma una normativa prevede l’obbligo dell’italiano. E lo stesso vale anche per i siti internet» prosegue. E della stessa opinione è anche Besa, studentessa del liceo di Zugo: «L’italiano dovrebbe essere più presente in Svizzera. Per esempio la Confederazione potrebbe supportare maggiormente questo tipo di scambi».

Insegnamento obbligatorio - Entrambi concordano anche sul fatto che l’insegnamento dell’italiano dovrebbe essere obbligatorio in tutta la Svizzera. «Non capisco il motivo di non insegnare l’italiano in tutta la nazione» commenta Besa, mentre Alessandro si china sul problema del plurilinguismo: «Sarebbe una perdita incalcolabile se un giorno tra svizzeri di lingue diverse si arrivasse a comunicare in inglese, poiché si perderebbe proprio quel plurilinguismo che rende la Svizzera così speciale».

La Svizzera italiana vista da fuori - Ma quali sono gli stereotipi e le caratteristiche che rimangono impressi nella mente di chi si ferma a visitare il nostro cantone? Quest’anno, parlando con gli studenti, fortunatamente non sono emerse le pizze e le palme come gli altri anni. «Non era la prima volta che venivo in Ticino, avevo già girato un po’ tutto il cantone. Ma l’aspetto che mi ha sorpreso maggiormente è lo stato delle strade, sono molto rovinate. Alcuni servizi sono meno curati rispetto al canton Zugo. E anche i treni: in Ticino sono sempre in ritardo...» commenta Besa.

Esperienze dirette - E a proposito di scambi linguistici, i due ragazzi si dicono molto soddisfatti: «A volte non hai un’idea chiara delle altre realtà linguistiche e queste occasioni permettono di fare un’esperienza sul territorio, utilizzando la lingua nella vita quotidiana. Queste esperienze aumentano la coesione nazionale, poiché spesso si tende a considerare le altre realtà linguistiche come distanti, quando invece nel loro insieme formano la Svizzera» commenta Alessandro. «Adoro la lingua italiana, suona molto “morbida”, e queste esperienze sono molto utili per diffondere maggiormente l’italiano» aggiunge Besa.

L’italiano a Berna - Con l’arrivo del consigliere federale Ignazio Cassis e la presidente del Consiglio nazionale Marina Carobbio, entrambi ticinesi, l’italiano dovrebbe essere maggiormente rappresentato. Ma è davvero così? «Dipende - risponde Alessandro - il fatto che Marina Carobbio diriga i lavori parlamentari in italiano è un fatto sicuramente positivo. Tuttavia, a volte, capita che di fronte ad alcune situazioni Berna non prenda una posizione chiara a difesa del plurilinguismo. Un esempio sono le decisioni di alcuni Cantoni di privilegiare l’insegnamento dell’inglese rispetto al francese o all’italiano (che a volte non viene neppure preso in considerazione), decisione in netto contrasto con il concordato HarmoS. Berna dovrebbe intervenire in modo più incisivo, poiché anche le lingue, al pari di altri fattori, fanno della Svizzera un’unica nazione».

Insomma, i margini di miglioramento sono ampi.

Commenti
 
Floriana Zamaroni 6 mesi fa su fb
Oltre gottardo non considerano l'intero ticino
Simo Malingamba 6 mesi fa su fb
Novità...
Sté Guerreiro 6 mesi fa su fb
Dovrebbero considerare maggiormente l'italiano. Questi ragazzi hanno ragione. Se vai a Berna pretendono il Berner, manco l'hoch Deutsch. Se non lo parli ti trattano subito male. Una volta a Rothrtis ho chiesto un caffè in hoch Deutsch e la signora mi risponde: "Berner oder Englisch?" Ma scherziamo?
Jeremy White 6 mesi fa su fb
Sté Guerreiro d'altronde, tu sei a casa loro
Sté Guerreiro 6 mesi fa su fb
Jeremy White Hai ragione! Infatti mi sforzo di parlare tedesco ("lingua nazionale") quando mi recò in Svizzera interna. Prevalentemente a Berna ho trovato questa difficoltà di comunicazione. Ormai ci insegnano solo buon tedesco alle scuole dell'obbligo qui in Ticino, così come il Francese. Non ci insegnano lo "Schwizerdutsch" (anche perché di varia da Cantone a Cantone). Quello che mi scoccia è che pretendono che parli il loro dialetto e se cerchi di parlare tedesco o anche solo francese, fanno finta di non capire. Ricordo che anche il francese è lingua nazionale e per cui non è possibile che su tre lingue nazionali, nemmeno una capiscano al di fuori del loro dialetto. Dovremmo essere più uniti come Paese, ma siamo sempre più divisi.
Myriam Tognetti 6 mesi fa su fb
ma và......?!
Pier Carlo Apolinari 6 mesi fa su fb
Magari l'italiano dovrebbero cominciare a parlarlo bene i Ticinesi ed a scriverlo corretto i quotidiani ticinesi. E in Ticino, cosa si fa per il tedesco, che è la principale lingua svizzera?
Manu Zuddy 6 mesi fa su fb
Parlerò in Sardo 😂😂
Campana Luca 6 mesi fa su fb
Da sempre così. Per il militare, lo sport, il lavoro, studentellivdatevi sotto con il tedesco piuttosto😊
Andrea Zanetti 6 mesi fa su fb
Parlare più lingue è un arricchimento per la persona oltre che utile per il mondo del lavoro....invece di lamentarsi sempre il ticinese dovrebbe rimboccarsi le maniche e chinarsi sui libri....ah già meglio vivere come calimero e piangersi addosso
Erica Gross-Bottiglione 6 mesi fa su fb
Noi abbiamo imparato il tedesco per bene 👏🤗 non il dialetto !!!
Katia Casà 6 mesi fa su fb
MA VA NOVITà!!!!
Nicolas Plozza 6 mesi fa su fb
Ma gnanca ind ul Grisun e ind part ul Tesin, perché chilò parlem inscì, per nualtri l'itaglian l'é ul dialett!
Sara Mattinelli 6 mesi fa su fb
La lingua italiana fa parte della Svizzera e tristemente, viene poco considerata anche perché una parte piccolissima la parla. Lo capisco ed è una realtà che non si può cambiare! Quindi, abitando qui, è importante essere poliglotti per questioni lavorative e scolastiche per cui, ben venga imparare le altre due lingue nazionali prima e meglio.
Donatella Limonta 6 mesi fa su fb
Come sempre
Bluechips 6 mesi fa su tio
A me sembra evidente che la lingua prevalente in Svizzera è il Tedesco, per cui questa dovrebbe essere prioritaria sin dall'asilo al fine di poterla parlare più o meno correttamente entro la fine della scuola dell'obbligo. Contemporaneamente, l'Italiano, lingua madre, dovrebbe essere approfondita molto di più, sia nell'aspetto tecnico-grammaticale-sintattico, sia letterario, in quanto, meglio si conosce la propria lingua madre e la propria cultura (che non spazia da Chiasso ad Airolo), meglio si apprenderanno le altre lingue e culture. In terza battuta l'Inglese, quale lingua universale sia della cultura sia dell'economia. Se vogliamo essere utilitaristici fino in fondo, senza Inglese oggi non lavori. È curioso poi notare che molti Svizzeri Tedeschi studino lo Spagnolo, anziché l'Italiano, per la sua diffusione in tutta l'America Latina.
Pachi Torcia 6 mesi fa su fb
Perché i Ticinesi si?
Mi Pa 6 mesi fa su fb
credo si parli di italiano come lingua, non come nazionalità
Pachi Torcia 6 mesi fa su fb
Mi Pa credo che tu non abbia capito..... in Svizzera dove si parla italiano?
Mi Pa 6 mesi fa su fb
Secondo te?
Pachi Torcia 6 mesi fa su fb
Mi Pa Quindi studia
Mi Pa 6 mesi fa su fb
Direi piuttosto il contrario🤦‍♂️
Pachi Torcia 6 mesi fa su fb
Mi Pa tu pensi?.....E un dato di fatto che i ticinesi, il Canton Ticino e il suo idioma contano zero nel resto della Svizzera.... 😉😉o tu pensi il contrario
Mi Pa 6 mesi fa su fb
Adesso si e prima no? 🤦‍♂️
Pachi Torcia 6 mesi fa su fb
Mi Pa sempre pensato.... tu capisci male
Pachi Torcia 6 mesi fa su fb
Cosa vuol dire "Perché i Ticinesi si?
Mi Pa 6 mesi fa su fb
Se non capisci nemmeno tu perchè fai certe domande andiamo bene🤦‍♂️consigliata meno sangria
Alex Polli 6 mesi fa su fb
Pachi Torcia Checche' se ne dica...l'italiano e' una delle lingue piu' parlate in Svizzera per via dei numerosi emigrati giunsti qualche decina di anni fa.
Pachi Torcia 6 mesi fa su fb
Alex Polli l'italiano lo parlano i terroni come me che hanno avuto la fortuna che i genitori si sono fermati in Ticino. Vai a vedere i terroni come me che si sono fermati a Berna (per esempio) Che italiano parlano😐😐😐😐😐😐😐
Alex Polli 6 mesi fa su fb
Pachi Torcia Tutte queste persone che non hanno coltivato in modo adeguato la loro lingua, ovvero l'italiano, sono ben piu' "colpevoli" dei ticinesi poiche' a diretto contatto con la Svizzera interna. Il Ticino nel suo piccolo anche nel corso del 1900 non e' che non abbia fatto nulla per difendere l'italiano. Per il resto io( io sono per meta' svizzero tedesco ) conosco diversi svizzero tedeschi che parlano almeno in modo discreto l'italiano, quindi visto che le solite generalizzazioni non mi piacciono, mi premeva puntualizzare. In generale non reputo che i ticinesi abbiano una pessima reputazione in Svizzera tedesca, anzi.
Antonio Scettri 6 mesi fa su fb
Una mia battaglia riguarda le traduzioni in italiano ad esempio delle FFS, o della Posta, o di altri enti importanti. Se va bene, ci troviamo di fronte a un italiano da anni '50, perché spesso i traduttori sono italiani di seconda generazione che non conoscono l'evoluzione quasi quotidiana della lingua. È una battaglia persa in partenza, perché quando l'ho fatto notare mi è stato detto che "va bene così, perché per noi va bene così", una scusa infantile. Peccato che quei traduttori infami siano pagati e anche bene.
Markus Pace 6 mesi fa su fb
Oltre gottardo devi essere un Zuchin D.O.C. o sei fuori dai giochi..
Micky Ceschi 6 mesi fa su fb
Il Ticino per gli svizzeri tedeschi è il Sonnenstübe 🌞, considerato solo per le vacanze e ... mi fermo qui. 🤔🤔🤔😅
Esty Minion 6 mesi fa su fb
Micky Ceschi meno male che arrivano ancora sti turisti!! ... Pensa.., e manca poco che non si fermano più in Ticino e lasciano un po' di soldi qui. Cmq, turista è una cosa, ma andare a lavorare in un cantone che non sai nemmeno la lingua per poi lamentarsi... Non è giusto😉
demon631 6 mesi fa su tio
Ma vengono in Ticino solo perché c'è il sole, per il resto si dimenticano: io personalmente ho adottato la tattica del non sapere il tedesco, malgrado parlo svizzero tedesco, quando mi chiedono qualche info rispondo in Italiano, come io mi rivolgo a loro in tedesco quando vado là da loro. Questione di educazione, loro sono solo arroganti tutti devono abbassare la testa e no io non ci sto.
limortaccituoi 6 mesi fa su tio
@demon631 Che duro che sei! Rispondere in italiano pur sapendo il tedesco. Davvero forte!
buonumore 6 mesi fa su tio
Fiera della logistica a Zurigo settimana scorsa: nemmeno il Francese parlavano!
Leila Bianchi 6 mesi fa su fb
Molto interessante il fatto che, nessuno (nei commenti letti fin’ ora) abbia notato le similitudini negative che solitamente si fanno qui verso l’Italia. Treni in ritardo e strade malridotte. Non sono stati aperti gli articoli e ci si è fermati al titolo oppure....?
Alex Polli 6 mesi fa su fb
l'aspetto linguistico - culturale non e' paragonabile a quello politico - amministrativo per cosi' dire.
Victoria Maria Navarro 6 mesi fa su fb
È da una vita che il Ticino è messo da parte... che sia per l'italiano che anche per tante altre cose, purtroppo 😓❤️
Aly Magistra-Rodríguez 6 mesi fa su fb
Si potrebbero inserire le lingue prima per poter parlare meglio le lingue e non così tarde. Alle fine i ticinesi decidono di fare gli studi in inglese e non in una lingua nazionale. Peccato!
Anna Astarita 6 mesi fa su fb
Come in Ticino si parla il tedesco si dovrebbe parlare i.taliano nel cantone tedesco🌞solo che il cantone Ticino non lo calcano proprio
patrick28 6 mesi fa su tio
Imparare il tedesco ! Forza UE sempre
marco17 6 mesi fa su tio
E se i romanci venissero in Ticino per constatare di quanta considerazione gode la loro lingua nella Svizzera italiana, quale sarebbe il risultato? Che i Ticinesi se ne fregano altamente di chi è ancora più minoritario di loro ma che sbraitano perché non avrebbero la giusta considerazione in quanto gruppo minoritario.
Luca Genins 6 mesi fa su fb
Come nel vai siti “.ch” lingue FR DE IN 😒 e italiano un chezz
Giorgio Gori 6 mesi fa su fb
Mentre i ticinesi...anche!
Mi Pa 6 mesi fa su fb
Ho letto solo il titolo, già basta. (Sai che novità)
Belinda Morgantini 6 mesi fa su fb
Iniziamo a considerarlo qui, in Ticino, l’italiano. Basta sorvolare sui post autoctoni per accorgersi che in oltre la metà ci sono errori grossolani... Piuttosto che!
Bruno Realini 6 mesi fa su fb
Viperus 6 mesi fa su tio
Per forza...a scuola insegnano inglese (per fare i fighi...) e poi ci ritroviamo ticinesi che parlano inglese coi romandi e gli svizzero tedeschi...poveri noi...
Anabela Almeida 6 mesi fa su fb
Grande scoperta 😂
Andrea Mercoli 6 mesi fa su fb
come scoprire l'acqua calda
comp61 6 mesi fa su tio
L’inglese ci unirà. Perché poi dovrebbero parlare italiano chi lo sa....
Ilaria PG 6 mesi fa su fb
Apriti cielo, che novità...
Esty Minion 6 mesi fa su fb
Se in 21 cantoni in Svizzera ( da qui 2 a metà) si parla tedesco... Forse è più che ora che si cambia qui in Ticino nelle scuole di cominciare di inserire il tedesco prima, e non solo alle medie! Mi sembra più logico visto che è solo un cantone a parlare italiano!
Alice Ortelli 6 mesi fa su fb
Esty Minion d'accordissimo con il ragionamento di partenza, ma con una piccola precisazione: i cantoni italofoni sono DUE, per questo esiste una cosa chiamata "Svizzera italiana", che non include solo il Ticino!
Esty Minion 6 mesi fa su fb
Alice Ortelli... L'altro cantone che dice lei... Parla anche tedesco perfettamente! Io dico solo, se uno vuole andare in svizzera interna a lavorare può studiare il tedesco! Quanto ho fatto io per venire in Ticino! E non sono morta per una lingua in più 😉E se mi trasferisco in Svizzera francese imparerò il francese!! Semplice, mi adatto e non pretendo!!
Alice Ortelli 6 mesi fa su fb
Esty Minion e chi ha mai detto il contrario? Ciò non toglie che l'italiano si parli in due cantoni, non uno solo, e che a prescindere da ciò vada tutelato. La differenza è che noi in Ticino siamo tenuti a imparare 3/4 lingue nazionali, cosa che oltre Gottardo non avviene, e questo ci rende avvantaggiati.
Esty Minion 6 mesi fa su fb
Alice Ortelli non condivido.. Il mio discorso è semplice ; vuoi andare a lavorare in svizzera intera impari il tedesco! E se non vuoi impararlo stai dove parlano la tua lingua punto. Ma di obbligare che 3/4 della popolazione Svizzera devono parlare bene l'italiano perché non si vuole studiare il tedesco?? Anche no..e non mi sembra logico. Nel Graubünden crescono bilingue cmq... Non capisco tutto questo problema!!!
Anna Maria Gibezzi Milani 6 mesi fa su fb
il tedesco va insegnato già alle elementari, favorire gli scambi linquistici anzi renderli obbligatori
Esty Minion 6 mesi fa su fb
Anna Maria Gibezzi Milani brava👍🏻👍🏻👍🏻ecco... Tu hai capito cosa intendo
Manuela Cerutti Schindler 6 mesi fa su fb
Esty Minion non sono d’accordo... abbiamo già abbastanza lingue da studiare rispetto al resto della Svizzera.., quindi: inglese x tutti come seconda lingua obbligatoria, poi se uno vuole può studiarne anche 20, affar suo... in questo modo è più corretto...!
Manuela Cerutti Schindler 6 mesi fa su fb
Anna Maria Gibezzi Milani se vogliamo favorire gli scambi linguistico questo dovrebbe essere reciproco non trovi...? Perché solo da parte nostra...?
Eleonora Bonardi 6 mesi fa su fb
Manuela Cerutti Schindler 👏👏👏brava
Esty Minion 6 mesi fa su fb
Ma pensate che in dentro non si studia le lingue?? Solo e effettivamente l'italiano( visto che si parla in un cantone e mezzo) si studia se serve per venire a lavorare qui come ho fatto io e penso che è giusto se si vuole lavorare in dentro che si impara il tedesco! Io so 4 lingue ma perché è giusto e ho la capacità di adottarmi e non il contrario!
Esty Minion 6 mesi fa su fb
In Svizzera interna l'inglese si comincia a studiare in asilo... Solo per dire Manuela Cerutti Schindler😉
Roberto Puglisi 6 mesi fa su fb
Giusto brava
Manuela Cerutti Schindler 6 mesi fa su fb
Esty Minion si... ma in Svizzera interna però poi spesso ci si ferma a quello solamente...! Noi iniziamo col francese alle elementari se è per quello, ma dobbiamo studiare 4 lingue per finire...!
Luca Moscatelli 6 mesi fa su fb
Esty Minion lei commette l’errore di confondere lo studio utilitaristico di una lingua (per esigenze professionali, come sostiene lei) con la necessità di garantire la coesione nazionale attraverso l’apprendimento per tutti dei 4 idiomi nazionali. E questo è sancito dalla Costituzione.
Esty Minion 6 mesi fa su fb
Manuela Cerutti Schindler hai ragione, ma secondo me in Ticino si dovrebbe cambiare un po' il programma scolastico. Iniziare col tedesco in elementare e il francese al posto del tedesco alle medie. Visto che tanti anche giovani qui non trovano lavoro e vanno in su.. Capisci cosa intendo.
Manuela Cerutti Schindler 6 mesi fa su fb
Esty Minion lo capisco... ma io è una vita che per principio e per par conditio insisto nel dire che una sola seconda lingua nazionale per tutti faciliterebbe le cose...!
Esty Minion 6 mesi fa su fb
Certo, sarebbe sicuramente più facile.. sopra tutto adeguato ai tempi e ai problemi che ci troviamo oggi... Purtroppo è una tristezza.
Tanja Todorovic 6 mesi fa su fb
Esty Minion Gli svizzeri tedeschi dovrebbero iniziare a parlare tedesco nei luoghi pubblici e nelle università, non quel dialetto che a noi non è comprensibile. Ora come ora, in posta, banca, negozi, stazione, ecc. ti parlano in svizzero tedesco e se chiedi di parlarti in tedesco, molto spesso passano all’inglese.
Isabel Goncalves 6 mesi fa su fb
La lingua italiana fa parte della cultura linguistica Svizzera anche se solamente 2 miseri cantoni la parlano nn togli il fatto che dovrebbe essere conosciuta e studiata negli altri cantoni visto che la Svizzera e una confederazione dalla quale fanno parte 4 lingue ufficiali.
Esty Minion 6 mesi fa su fb
Tanja Todorovic spesso anche a me qua in Ticino mi parlano in dialet e non in italiano..ma non mi fa niente, anzi,è una tradizione che va rispettata secondo me... Poi con il tempo si impara pure quello di capire
Esty Minion 6 mesi fa su fb
Isabel Goncalves va bene... Nessuno ha detto il contrario, solo non si può pretendere di andare in svizzera interna e pensare che tutti ti parlano in italiano perché non si vuole studiare il tedesco
Isabel Goncalves 6 mesi fa su fb
Esty Minion ma almeno 2 paroline qdo invece scendono nel canton Ticino potrebbero imparare. Come si prova a fare qdo invece andiamo in Svizzera interna. Anche se magari nn sei proprio al 100 con la loro lingua ma invece ti sforzi per farti capire.
Tanja Todorovic 6 mesi fa su fb
Esty Minion Non è comparabile, gli svizzeri tedeschi parlano sempre in dialetto e tutti lo sanno, bambini, giovani, adulti, anziani e stranieri. Io sono cresciuta in Ticino e mai nessuno in banca, posta, stazione o in altri uffici mi ha parlato in dialetto. Oltre Gottardo, in questi anni di studio, tranne qualche tedesco doc, nessuno mi ha parlato in tedesco (intendo come primo approccio).
Esty Minion 6 mesi fa su fb
Io penso che il problema è come ho già scritto sopra... È ora di fare un cambiamento anche nelle scuole... In Svizzera come seconda lingua è importante il tedesco visto che per lavorare scappano tanti da qui perché non trovano lavoro. E imparare un altra lingua è sempre una buona cosa, non è mai sbagliato oggi come oggi.
Keila Falcione 6 mesi fa su fb
Tanja Todorovic dove? Io vivo a lucerna e questa cosa non mi è mai capitata....
Tanja Todorovic 6 mesi fa su fb
Keila Falcione Stazione, banca e vari negozi a Lucerna, Zugo e Svitto. All’università lo stesso...gli studenti e alcuni professori parlano solamente in svizzero tedesco. E so (per sentito dire) che anche in altre università è cosi 😣
Alice Ortelli 6 mesi fa su fb
Esty Minion ma cosa non condividi, perdonami? Ho pure detto che approvo il fatto di anticipare lo studio della lingua tedesca, non mi pare di aver detto quanto tu invece affermi. Ho semplicemente fatto notare che noi ticinesi con il nostro plurilinguismo (valore POSITIVO) siamo avvantaggiati rispetto a chi tutte queste lingue non le sa (e non solo in CH, basti guardare alla vicina Italia). Comunque le lingue nazionali fino a prova contraria sono 4, e non 2. Bisogna far polemica per forza anche dove non c'è?
Esty Minion 6 mesi fa su fb
Io quando ho fatto la scuola e la università era l'obbligo di parlare solo in tedesco! Solo fuori scuola si poteva parlare Schwizerdütsch!
Esty Minion 6 mesi fa su fb
Alice Ortelli visto che hanno scritto in diversi non era riferito a te😉 e io dico 2 lingue per semplificare un po' tutto questo. Anche se devo dire che i grigionesi (visto che parlano la 4°lingua molto minore) non si lamentano sempre. Hanno trovato la soluzione giusta per il mio parere... Poi 100 teste 100 idee neh😉
Luca Moscatelli 6 mesi fa su fb
Esty Minion non diciamo eresie! Io ho studiato all’UNI di Zurigo e le lezioni i professori le tenevano sempre in schwitzerdütsch e alla richiesta di passare alla lingua di Goethe storcevano il naso!!!!
Nicolas Plozza 6 mesi fa su fb
Isabel volendo 5 il lombardo esiste anche se non regolamentato.
Erica Gross-Bottiglione 6 mesi fa su fb
Isabel Goncalves la più Bella lingua e l'italiano, menomale che c'è.....
Nicolas Plozza 6 mesi fa su fb
Erica Vero ❣️
Erica Gross-Bottiglione 6 mesi fa su fb
Nicolas Plozza che porta un po allegria 💚🌹♥️
Nicolas Plozza 6 mesi fa su fb
Erica vuoi mettere le canzoni d'amore in italiano e quelle in tedesco, tutto catarro 😅
Dada Plus 6 mesi fa su fb
Altro che francese alle elementari, e' ora di svegliarci e di imparare il tedesco alle elementari!!! Il francese non serve ad un tubo!!!
Nicolas Plozza 6 mesi fa su fb
E studiare il romancio, fitg bel !
Erica Gross-Bottiglione 6 mesi fa su fb
Nicolas Plozza con il romancio vai lontano, meglio che il tedesco 👏😄 una lingua latina 🌹💚
Zia Cin 6 mesi fa su fb
Esty Minion perchè gli svizzero tedeschi conoscono la lingua di Goethe ? 🤔 Corretto sarebbe dire che italofoni e francofoni imparino i vari dialetti per poter comunicare nei cantoni cosiddetti di madre lingua svizzero tedesca. E cosa ne pensa sempre dei nostri amici d'oltralpe che arrivano in ticino parlando solo il loro dialetto pensando che sia una lingua universale tipo l'esperanto?
Mi Pa 6 mesi fa su fb
Esty Minion, mi sei partita bene poi non ho più condiviso. Innanzitutto che i grigionesi della parte italiana non si lamentano e si adattano lo dici tu, il Ticino oltre a dare lavoro a frontalieri dà lavoro anche a buona parte di pendolari del Grigioni italiano che evidentemente non tutti accettano di andare a lavorare nella parte tedescofona, per mancanza di conoscenza del tedesco e/o per mancanza di adattabilità, non diciamo eresie che sembra solo in Ticino sia tutto negativo. A differenza della Svizzera tedesca, in Ticino la lingua ufficiale degli uffici pubblici è l'italiano, e non il dialetto, si tende a parlare dialetto ma se una persona non lo capisce si torna a parlare italiano, questo si chiama rispetto, ciò che non sempre avviene oltre Gottardo, dove il dialetto è voluto anche in maniera abbastanza prepotente. Dal punto di vista linguistico il Ticino è uno dei Cantoni più tolleranti (anche per ovvie ragioni turistiche). Inoltre la distinzione tra ticinese e italiano, viene fatta solo in Ticino, per gli svizzero tedeschi chi sta a sud del Gottardo è italiano.
Massimiliano Verdaglia 6 mesi fa su fb
Massimiliano Verdaglia 6 mesi fa su fb
X quello che fanno trattati con la UE , e poi non capiscono nulla di quello che firmano e mandano in rovina la Svizzera 🇨🇭 😂😂😂😂
Luca Moscatelli 6 mesi fa su fb
Mi stupisco sempre di quanto noi ticinesi ci mostriamo così orgogliosi di sentirci svizzeri e così poco di sentirci “italiani” nella sua accezione più nobilmente culturale!
Ottavio Saluzzi 6 mesi fa su fb
Mi stupisce che lei si stupisca. In ticino non si parla che di “fallitalia”, “badini”, “maiaramina”, “fidat d’un can ma mia d’un taglian”, si preferisce dare nomi dialettali alle vie piuttosto che intitolarle a Montale (premio Nobel, tra l’altro), nel terrore di chissà quale assimilazione. E sì che, costituzionalmente, il ticino si direbbe “fedele al compito storico di interpretare la cultura italiana nella Confederazione Elvetica” (sic), quando in verità, a giudicare dal clima degli ultimi anni, sembra a dir poco disgustato da tale “compito”.
Luca Moscatelli 6 mesi fa su fb
Ottavio Saluzzi ovviamente il mio stupore era da intendere in chiave ironica, ma sottoscrivo integralmente il contenuto del suo post. Le auguro un’ottima giornata.
Andres David 6 mesi fa su fb
Questo da sempre... la soluzione ci sarebbe... ma di difficile applicazione
Annadimelide Annadimelide 6 mesi fa su fb
sono a data spesse volte oltre Gottardo ho sempre trovato qualcuno che parla italiano ho visto figli di genitori italiani che fanno finta di non capire
pillola rossa 6 mesi fa su tio
Minkiaweisch
Equalizer 6 mesi fa su tio
Visto come si presenta il Ticino come politica, ospitalità, prezzi, lamentele, piagnistei, perché qualcuno si lamenta se ci trattano come meritiamo?
Equalizer 6 mesi fa su tio
@Equalizer Dimenticavo, il Ticino è l'unico stato o repubblica al mondo dove la minoranza non parla la lingua della maggioranza.
Mary Schmitz 6 mesi fa su fb
E'sempre stato cosi
Fran 6 mesi fa su tio
MARINA parla benissimo il tedesco ma cmq insiste nel parlare italiano in parlamento. Complimenti. Mentre che Cassis poco se non del tutto NON amato.per non dire peggio, forse pensando di guadagnare in simpatia parla sempre in tedesco. È e rimane un nano "malefico" antipatico.
Elvo Corti 6 mesi fa su fb
Avete scoperto l'acqua calda !!!!!
Diego Luisetti 6 mesi fa su fb
Wow veramente??? Che notizia bomba. Aspetta che avviso la Nasa.
Alessandro Milani 6 mesi fa su fb
Nn ci volevano 2studenti x scoprire l'acqua calda....
Yvonne Maria 6 mesi fa su fb
Che novità
Ara Pez 6 mesi fa su fb
Ostia....complimenti. Notizia bomba. Ai tempi che lavoravo in CH interna eravamo in 3 a parlare italiano e questo nel ramo alberghiero. Il capo servizio ( italiano ), un cameriere ( portoghese ) e io (dal Ticino ). Erano gli anni '80. E non si VOLEVANO adattare già allora nelle scuole. Non è una novità. Ora ci lavora mio figlio e anche lì solo un collega suo parla la lingua di Dante xchè....italiano..
Esty Minion 6 mesi fa su fb
Ara Pez... Io sono arrivata in Ticino quasi 30 anni fa e ho imparato l'italiano visto che qui si parla italiano!! Perché non si impara parlare tedesco visto che si vuole andare in Svizzera interna?? (visto che in 21 cantoni parlano tedesco😉)
Ara Pez 6 mesi fa su fb
Esty Minion è giusto, cantone che vai, lingua che trovi. Ma io non ho scritto quello. Io parlavo dell'insegnamento nelle scuole. A scuola dovrebbero prima insegnare le 3 lingue più diffuse nel nostro paese (I-D-F) e dopo il resto, visto che abbiamo la fortuna di essere trilingue, anche x facilitare la persona se va via dal Ticino in CH interna o francese x lavoro o studio al di là se i cantoni che parlano D sono 21. Non c'entra niente. Io sono fortunato xché il Hochdeutsch lo parlavo già in casa e oltre Gottardo ho aggiunto il Luzärnerdialekt. E il francese l'ho appreso a scuola x fortuna. E mio figlio idem ( lavora a LU )e ha aggiunto pure l' inglese. P. S. Comunque ci sono persone che conosco che vivono qui più di 30 anni e non si sono mai impegnati a imparare l'italiano.
Manuela Cerutti Schindler 6 mesi fa su fb
Ara Pez questo però stranamente funziona solamente a senso unico dal Ticino.., se dev’essere fatto che sia fatto dappertutto, anche nei cantoni a maggioranza tedesca.., altrimenti inglese per tutti come seconda lingua e non se ne parla più...!
Ara Pez 6 mesi fa su fb
Manuela Cerutti Schindler è quello che dico o scrivo. Nelle scuole è sottinteso ganze Schweiz, toute la Suisse, tutta la CH... Dovrebbe essere una legge federale ma purtroppo non è così. Poi l'inglese lo metti dopo.
Francesco Sergio 6 mesi fa su fb
Però parlano tutti il dialetto meridionale
Alex Polli 6 mesi fa su fb
diversi mischiano tutto e il risultato e' un italiano pieno di strafalcioni e grottesco.
Kurt Cattani 6 mesi fa su fb
Che scoperta !
Stefano Marotta 6 mesi fa su fb
È così da secoli...
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-16 12:08:15 | 91.208.130.85