TiPress - foto d'archivio
MANNO
25.09.2018 - 10:180

Alla SUPSI un nuovo Master in Cure infermieristiche

Si può accedere con il Bachelor o una passerella (per chi ha frequentato la SSSCI). Potrà essere seguito parallelamente all'attività lavorativa ed è formato da 90 ECTS

MANNO – Si è svolta lunedì 24 settembre a Manno presso lo Stabile Piazzetta la giornata inaugurale del nuovo Master of Science SUPSI in Cure infermieristiche del Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale. Il percorso didattico completa l’iter formativo accademico SUPSI nell’area delle cure infermieristiche permettendo un ampliamento delle competenze professionali nell’ambito della pratica infermieristica avanzata. La prima edizione del Master, che coinvolge 23 studenti, terminerà a dicembre 2020.

Il Master of Science in Cure infermieristiche, oltre a completare l’offerta didattica SUPSI in questo ambito (Bachelor e Master), permette di rispondere alla carenza di personale sanitario e ai bisogni di assistenza sempre più complessi e diversificati con professionisti altamente qualificati. Il Master (90 crediti ECTS), accessibile attraverso il Bachelor of Science in Cure infermieristiche o una passerella per i titolari del diploma di infermiere della Scuola Superiore Specializzata (percorso attivato dal DEASS dal 2017), verrà proposto a cadenza biennale e potrà essere seguito parallelamente all’attività professionale.

Luca Crivelli, Direttore del DEASS, ha sottolineato il ruolo giocato dalla formazione al fine di fornire competenze cliniche avanzate. Il nuovo Master of Science SUPSI mira infatti a sviluppare l’interprofessionalità, attivando collaborazioni con altre SUP svizzere e con la Facoltà di biomedicina dell’USI. L’obiettivo sarà inoltre quello di affiancare alla formazione in clinica avanzata per infermieri anche quella per i professionisti della riabilitazione (fisioterapisti ed ergoterapisti).

Alla giornata inaugurale, il Dr. Michael Simon - Professore presso il Dipartimento di salute pubblica dell’Università di Basilea - ha tratteggiato possibili scenari di complementarità tra il ruolo degli infermieri specialisti clinici e i medici di famiglia a beneficio di una presa a carico globale e di qualità.

Guarda le 4 immagini
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-22 07:14:48 | 91.208.130.86