ULTIME NOTIZIE Ticino
LUGANO
33 min
Swiss Engineering ha eletto il nuovo comitato
ASCONA
3 ore
A scuola di talento con Maurizio Ganz
BELLINZONA
5 ore
La grande famiglia dei pompieri di Bellinzona festeggia 190 anni
CANTONE
5 ore
Un successo la prima Festa Filippina
ASTANO
5 ore
Moltiplicatore al 110%: «Statistiche o solo suggestioni?»
LOSONE
5 ore
Tagli all'Agie Charmilles, lasciate a casa 14 persone
CANTONE
6 ore
Salario minimo, Unia smentisce Caprara: «Proposta tutt'altro che consensuale»
GAMBAROGNO
6 ore
Ecco cosa è quella strana schiuma nel lago
CANTONE
7 ore
Gioco d'azzardo, aumentano le richieste d'aiuto
CANTONE
8 ore
Sciopero generale donne: «Un diritto fondamentale in ogni società democratica»
LUGANO/LUCERNA
8 ore
Il "Quattromani" 2016 tenuto a battesimo da Marco Romano
CANTONE
9 ore
Il Ticino strizza l'occhio al «turismo d'affari»
CANTONE
10 ore
Diritti politici: «Più potere al popolo anche nei Comuni»
LUGANO
10 ore
Gran successo per la Quairmesse
CANTONE
10 ore
Tasse di cancelleria, Mendrisio come Bellinzona
MINUSIO
25.10.2017 - 12:280

Un'esercitazione che salva vite umane

La Sezione Samaritani di Tenero-Contra e la Savataggio Sub Minusio si sono esercitati sabato in operazioni di pronto soccorso, recupero e salvataggio sul  lago e a terra

MINUSIO - Sabato  21 ottobre presso il porto di Mappo, sullo specchio di lago adiacente le rive di Minusio, si é svolta con successo un'operazione congiunta di salvataggio messa in atto dalla Sezione Samaritani Tenero-Contra Circolo della Navegna e dalla Salvataggio Sub Minusio.

I due gruppi si sono esercitati in operazioni di pronto soccorso, recupero e salvataggio sul  lago e a terra. «Abbiamo ripreso alcuni scenari che  si possono verificare sui nostri  laghi, come ad esempio le collisioni tra natanti e surfisti o i malori accusati dai bagnanti», ci spiega Romeo Macullo, membro della Salvataggio Sub di Minusio. All'esercitazione hanno preso parte oltre 20 persone. «Oltre al natante e all'ambulanza, sono stati impiegati nuovi materiali. Abbiamo inoltre misurato e perfezionato le capacità e le conoscenze in condizioni difficili, quali complesse operazioni di salvataggio in acqua in presenza di gravi fratture e traumi cerebrali, operando in spazi angusti come quelli di una barca in movimento.

Tutto questo per garantire sicurezza ai tanti turisti che negli ultimi anni hanno scelto il Ticino per trascorrere attimi di relax. «A causa dei cambiamenti climatici e della presenza di nuove attrezzature di svago, si é constatato un'aumento delle presenze ai bordi dei nostri magnifici laghi», conferma Macullo.  «Si prevede pertanto che le società e gli enti di salvataggio saranno sempre più sollecitati». 

Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-20 23:09:13 | 91.208.130.86