TIPRESS
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
20 min
Gestione dei rifiuti, a settembre un nuovo corso
CANTONE
1 ora
Condannato a 3 anni per violenza carnale
CANTONE
1 ora
Prove di caldo in attesa di quello torrido
MASSAGNO
2 ore
Corsi di lingua italiana, consegnati gli attestati
CANTONE
3 ore
Aumento del prestito obbligatorio, il VPOD è per la bocciatura
MANNO
4 ore
Due nuovi membri nel Consiglio SUPSI
CANTONE
4 ore
Imposta di circolazione: il nuovo calcolo è più leggero, anche per le tasche
BELLINZONA
4 ore
Un video lancia la stagione della Mountain Bike
CANTONE
4 ore
Per un sostegno alla famiglia con parenti gravemente malati
BEDANO
5 ore
Campi estivi alla Scuola la Casa di Irma
CANTONE / URI
5 ore
Interventi nel tunnel del Gottardo, l'unione fa la forza
LUGANO
5 ore
Scuola Media di Lugano Centro 1, premiati i migliori studenti
BELLINZONA
6 ore
Cassa pensioni dei dipendenti comunali: «I nodi vengono al pettine»
BELLINZONA
6 ore
In Italia era ricercato, in Ticino prendeva l’assistenza
CANOBBIO
7 ore
Un anno di lavori per la nuova pista ciclabile
TICINO
16.08.2017 - 15:490
Aggiornamento : 19:24

Educazione sessuale a 5 anni, il vescovo: «Perché no?»

Valerio Lazzeri non si dice contrario all'introduzione dell'insegnamento negli asili ticinesi

LUGANO - «Perché no? Purché sia fatto con buonsenso». Il vescovo di Lugano Valerio Lazzeri non è contrario «in linea di principio» all'introduzione dell'educazione sessuale negli asili ticinesi. Le linee guida diffuse dal Decs nei giorni scorsi, e la notizia dell'estensione dell'insegnamento anche alle scuole dell'infanzia, in realtà non piacciono a tutti. In un sondaggio online condotto da tio.ch, il 60% dei lettori si è detto contrario all'iniziativa. Il vescovo, contattato da tio.ch/20minuti, afferma invece di non avere «nessuna obiezione sul principio dell'insegnamento». 

«È molto difficile esprimersi in questo momento, non ho ancora letto il manuale che verrà utilizzato nelle scuole e dare un giudizio sarebbe prematuro» afferma Lazzeri. Tuttavia, precisa, «quello che è emerso finora non mi sembra particolarmente inquietante. Tutto dipende dai contenuti che verranno proposti, e da come verranno proposti». A 5 anni non è troppo presto? «Perché? Non si può essere contrari a prescindere. Credo che si debba dare al bambino quello di cui ha bisogno in ogni dato momento della sua crescita. Certo, con buonsenso» ribadisce il vescovo, che aggiunge come «educazione sessuale non vuol dire per forza volgarità: si parla di affettività, rispetto e conoscenza dell'altro».

Quanto ai temi "delicati" come omosessualità e nuovi concetti di famiglia, conclude Lazzeri «è comprensibile che la scuola non voglia imporre a tutti un'etica e una dottrina predefinita. Ma per noi cattolici, beninteso, la neutralità non deve arrivare al punto che qualsiasi cosa si può dire. E la libertà di espressione sul tema deve valere per tutti, cattolici compresi». 

  

Commenti
 
Maria Lombardo 1 anno fa su fb
Che MONDO....ormai non c'è più SPERANZA. ... in tutto per tutto
shooter01 1 anno fa su tio
la chiesa cattolica è sempre stata all'avanguardia sull'istruzione sessuale di minorenni.
MIM 1 anno fa su tio
@shooter01 I docenti li hanno superati in questo
Sergio Oliboni 1 anno fa su fb
Mattia Corti 1 anno fa su fb
http://www.lercio.it/prete-riscopre-il-bambino-che-e-in-lui-e-ne-approfitta/
Angelica Valsangiacomo 1 anno fa su fb
Massi a 9 mesi già che ci siete ...
Sedin Durek 1 anno fa su fb
Io eliminerei l' asilo proprio.
Vanessa Ferrari 1 anno fa su fb
All'educazione sessuale dei miei figli ci penso io, all'età che mi sembra più idonea e nella maniera che preferisco... Mio figlio di 4 anni e mezzo è già a conoscenza di come nascono i bambini dall'inizio alla fine senza nessun traumi o imbarazzi..
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Il tuo è un bambino fortunato, che ha trovato una madre capace di rispondere alle sue domande senza imbarazzi. Purtroppo sono ancora moltissimi i genitori in difficoltà, senza le risorse necessarie, pieni di pregiudizi... e qui, ben vengano questi programmi. Il problema è poi son gli stessi che si convincono si intenda dar "lezioni di sesso" ai bambini della SI... ?
Vanessa Ferrari 1 anno fa su fb
Concordo, troppi genitori che raccontano "storielle" per evitare di dire la verità creando solo confusione nei bambini, ma d'altra parte certi argomenti DEVONO essere affrontati dai genitori e non dagli insegnanti della SI..
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Vero, o almeno diciamo che sarebbe la situazione ideale (e sacrosanta). Purtroppo la realtà è ben lontana da questo, e chi lo sa, forse quando questi bimbi diventeranno a loro volta genitori, faranno i modo che questo non si renda più necessario (che tralaltro, le tematiche previste per la scuola dell'infanzia si affrontavano già serenamente più di trent'anni fa, fondamentalmente si è semplicemente deciso di creare delle linee guida in modo che tutti lavorino nella stessa direzione)
Silvana Canonica 1 anno fa su fb
All asilo insegnino piuttosto il rispetto verso gli animali, X il sesso c è tempo anche dopo !!!!!!! Elementari ??????
Pier Carlo Ricci 1 anno fa su fb
Massimiliano Ronchetti;Andrea Bernasconi
Nanda Medici Tanzi 1 anno fa su fb
Che noia che barba questa Julie Dubois... Ma non ha meglio da fare che voler indottrinare le persone. Mi sembra una di quelle porta a porta dei Testomoni di Geova! Basta!!! Ieri pomeriggio ci sono cascata e per un paio di ore ha tentato di fatmi il lavaggio del cervello!!! E poi con questa storia che nessuno è capace di leggere prima di fare commenti... Il DECS ci ha rifilato una insegnante o una sociosanitaria socialista per offenderci e per fare la super!!! BASTA Julie lascia perdere e non rompere!(mi scuso ma si... quando ci vuole ci vuole)
Massimo D'Onofrio 1 anno fa su fb
Cara Nanda, fai come me: clicca sul nome della rompiballe e blocca.
Nanda Medici Tanzi 1 anno fa su fb
Massimo... tutto sommato mi diverte leggere le str..... che riesce a scrivere. E poi basta andare nel suo profilo e vedere le sue amicizie e i post che condivide, GAS, Bosia Mirra..... per nulla a sua volta condivisi o apprezzati con un (Y) ...per capire di che tendenza è!!! Andiamo avanti con lo spettacolo sinistro (in tutti i sensi?) della signora Julie: nemmeno il nome è vero, e nemmeno ha il coraggio di mettere alcune informazioni inerenti la sua persona!
Massimo D'Onofrio 1 anno fa su fb
Cara Nanda, io la penso diversamente: non perdo tempo a leggere o seguire i TROLLS.
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Le informazioni che puoi leggere o meno lo decido io, e non è affar tuo. (Questo non significa non ci siano). Per il resto, ti serve un documento? Ah... bella faccia! ? il tuo profilo è più blindato del mio... cosa ne dovremmo dedurre?
Nanda Medici Tanzi 1 anno fa su fb
Io non vado per i post di FB a tenere comizi!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
??? no, comizi no, per carità. Dialogo, scambio d'idee, domande e risposte... sai, a volte risulta essere interessante e costruttivo. Con chi sa fare lo stesso. Poi c'è chi va avanti a monologhi, sentenzia senza argomentare, non legge (o se lo fa ha qualche difficoltà nella comprensione), glissa puntualmente il confronto, cambiando discorso nel rendersi conto di non essere in grado di sostenerlo... dispiace. Boh, preferisco il dialogo, ma è necessario rendersi conto che a volte, per qualcuno, è un concetto non contemplato. Buona serata.
Nanda Medici Tanzi 1 anno fa su fb
È proprio quello che volevo dirti... mi hai tolto le parole di bocca. Buona serata... tranquilla!
Luisa Quadri 1 anno fa su fb
Secondo me ad un bimbo piccolo bisogna rispondere affinché lui capisca, ossia semplicemente la verità. Ogni Bambino fa domande quando è maturo x risposte. A 3 anni se vede la pancia della mamma diventare grande e fa domande tipo: che bello che arriva la sorellina perché quasi tutti sanno già il sesso in anticipo... ma com'è entrata dentro?
Boris Bernasconi 1 anno fa su fb
Ma siamo pazzi? No peggio.... allora fa si che vadano anche all'Oceano dai 7.... se non bestemmio guarda....?
Julie Dubois 1 anno fa su fb
I nomi delle parti del corpo, le differenze tra maschi e femmine, il rispetto del proprio corpo (e pretenderlo dagli altri) e quello degli altri... stai sereno, nulla che credo meriti le tue bestemmie! ?
Dani Daga 1 anno fa su fb
Penso proprio che dovrebbero essere i genitori a spiegare a suo tempo ai propri figli?❤
Fulvia Arrigoni 1 anno fa su fb
Mah visto il mondo che purtroppo diamo ai nostri figli forse e dico forse naturalmente fatta da una persona molto competente ...e con le dovute cautele forse ci sarebbero meno abusi da parte di chi dovrebbero tutelare i bimbi ..maestri ...preti ...famigliari ...forse ...
Sara Albe 1 anno fa su fb
E i genitori cosa i ghe a fa?! L'è una responsabilità dai genitori come e quando parlaa ai fioo da chisti rop... mia al asilo... ? putost che i faga di incontri con i genitori x spiegaa e iutaa a parlaa ai fioo... questo è il mio pensiero! ?
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Sara Albe, anche il sostegno ai genitori è previsto, ed è fondamentale, proprio perchè purtroppo sono ancora molti i genitori che si trovano in difficoltà di fronte alle curiose domande dei piccoli. All'asilo di null'altro si tratta che accompagnarli nella conoscenza del proprio corpo, i nomi delle varie parti, le differenze tra maschi e femmine, il rispetto per se e per gli altri. Qui a leggere i commenti pare si debban dare lezioni di arti amatorie all'asilo... mah.
Palmi Ba 1 anno fa su fb
La penso esattamenre come te Fulvia Arrigoni !perché tantissimi abusi purtroppo avvengono con la complicità anche di chi più li dovrebbe tutelare!
Ivan Toschini 1 anno fa su fb
Non trovo nulla di scandaloso.
Carla Poloni 1 anno fa su fb
Caro Vescovo, faccia l'uomo di chiesa e non l'educatore improvvisato. Ne avrebbe di "rogne" nel suo mondo di preti. A cinque anni i bimbi hanno bisogno di giochi, attenzioni e risate. Lasciamo questa parte educativa alle famiglie e non all'asilo (per me sarà sempre l'asilo). Ogni cosa a suo tempo. A cinque anni insegnate ai bimbi come attraversare la strada, come non accettare "caramelle" dagli sconosciuti , ad essere aperti e senza paure di raccontare in famiglia ciò che vivono.
Santa Bossa 1 anno fa su fb
...anche in chiesa coi preti!
Silvia Fabbiani 1 anno fa su fb
Ma non è che stanno esagerando?
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Ad insegnare ai bambini che maschi e femmine sono diversi, e a dare un nome alle varie parti del corpo? A rispettare e rispettarsi? Perche?
Valentina Massera 1 anno fa su fb
Speriamo che nelle lezioni sia loro spiegato bene anche che NON possono essere toccati!!?
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Esattamente, questo è uno dei temi previsti alla scuola dell'infanzia... il rispetto per il proprio corpo (e il diritto a pretenderlo fermamente dagli altri) e per il corpo degli altri...
Valentina Massera 1 anno fa su fb
Però il vescovo dovrebbe spiegarlo prima anche ai suoi alunni(preti) ?
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Decisamente... e soprattutto smettere di coprire e lasciare impunito chi si macchia di questo orribile crimine...
Mc Ambros 1 anno fa su fb
non ho commenti , sono indignato , venderebbero la loro madre se potessero .
Simone Minotti 1 anno fa su fb
Michele Marcaccini Stefano Giordän
Stefano Giordän 1 anno fa su fb
Io sono d'accordo
Marco Francini 1 anno fa su fb
Certo che venendo dal clero , rassicura un po' tutti. Vero che a sto punto , Trump e il male minore
Sara Albe 1 anno fa su fb
Ma stiamo scherzando?!
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Letto ora l'articolo, in risposta a certuni, non si parla assolutamente di gender. Ma semplicemente di educazione sessuale. Sembra più un tabù oggi di 40 anni fa. E non é vero che i bambini non sono curiosi riguardo le differenze tra maschi e femmine, lo sono srmpre stati e sempre lo saranno.
Bossart Simon 1 anno fa su fb
Ci pensano loro, la storia parla da sola .almeno loro evitino i commenti. Insegnare ai nostri figli di chi bisogna stare attenti forse é meglio
Alessia Cabiria Schmocker 1 anno fa su fb
Rainy Josline Dici educazione sessuale ed affettiva e già si immaginano orge all'asilo, bambini che giocano coi vibratori, il famoso Giender... ??
Josline Malke 1 anno fa su fb
nc
Tania Malaika Russo 1 anno fa su fb
Aiutoooo!!! Il temibilissimo "Giender"!!! L'orribile mostro del secolo!!! ???
Rita Baggi 1 anno fa su fb
Ma sii dai cosi al posto di iniziare alle medie a fare esperienze... iniziano al fine asilo 1 emelentare ????? senza parole
Boni Stone 1 anno fa su fb
Dopo questa mi sparo
Silvia Mendes 1 anno fa su fb
ASSURDO.
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Perche?
Mary Schmitz 1 anno fa su fb
Cosa centra poi la chiesa
Mary Schmitz 1 anno fa su fb
Spero che scherziamo
Julie Dubois 1 anno fa su fb
No. Non è uno scherzo. Ma nemmeno è ciò che molti si stanno "disegnando". Qui trova le linee guida del progetto e molte info utili. Vedrà che non è nulla di così terribile, anzi! http://www4.ti.ch/decs/ds/cerdd/scuoladecs/educazionesessuale/presentazione/
Billy HD FatBob 1 anno fa su fb
mia figlia compie 5 anni settimana prossima, ha appena imparato ad andare in bicicletta, sa contare fino al 20 in italiano e in tedesco, si tuffa e nuota senza paura, comincia a scrivere qualche abbozzo di parola, gioca coi lego e le barbie, le piace disegnare ma non e' una artista, iniziare con educazione sessuale e' forse un po prestino, sicuramente dovra venire informata, ma c'e' ancora un po, un be po di tempo, penso che tra i 10-14 anni e' meglio? Poi io sono uomo, penso che la miglior persona che puo esprimersi su questo argomento son le madri, le giovani madri, preti e uomini non dovrebbero avere la voce in capitolo
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Quella è l'età ragionevole per cominciare a parlare di sesso, forse (già un po tardino direi, considerato il fatto che molte racazzine sono già sessualmente attive a 13 anni... senza nessuna consapevolezza o quasi, forse per una curiosità che poteva essere soddisfatta parlandone?). Una sana educazione sessuale comincia con la conoscenza del proprio corpo in tutte le sue parti, il rispetto per il proprio e quello degli altri. Il conoscere e rispettarne le differenze. Riconoscere le proprie emozioni, positive e negative, e sentirsi liberi di parlarne senza vergogna, il non aver paura di esprimere un secco NO! se qualcuno fa col mio corpo qualcosa che non mi piace. Credo che aspettare 10 anni per queste cose sia davvero un po' "rischioso". Purtroppo sono ancora moltlssimi i genitori che non si occupano nemmeno di questo, impacciati ed imbarazzati di fronte alle domande dei piccoli (infatti è previsto anche un sostegno per i genitori che lo volessero nel caso si rendessero conto di essere in difficoltà ... peccato che molti credano non sia necessario , e son proprio quelli che ne avrebbero piu bisogno...)
Alan Morchio 1 anno fa su fb
Gli occhi di chi vuole introdurla...il sorriso di chi lo sta già facendo
Roberto Bianchi 1 anno fa su fb
Solo per la faccia che ha.....
Roberto Bianchi 1 anno fa su fb
GALERA
Rita Madda 1 anno fa su fb
Ma scherziamo
Fabiano Cassina 1 anno fa su fb
....e se poi ci pensano loro.....
Charlotte Queen 1 anno fa su fb
Che assurdità ...
Giuseppe Casartelli 1 anno fa su fb
Ma stiamo dando i numeri.........??
Pascale Passera 1 anno fa su fb
Come, perché no?! Non capisco!! Per La prevenzione agli abusi semmai si fa un corso agli adulti! Per i bimbi particolarmente precoci e interessati alla tematica sessuale, ci sono i genitori o i nonni. Per il resto è solo un pretesto per introdurre la teoria dei gender (scegli il sesso che vuoi, non c'entra come Dio ti ha creato). Non ho mai sentito di bimbi interessati alle tematiche sessuali: questa è una grande BUGIA!! Questo corso rischia di creare molti più danni di quelli che intende (forse) risolvere. Fategli fare qualche ora in più di italiano che ne hanno bisogno!!
Davide Giampani 1 anno fa su fb
I genitori purtroppo non hanno piu' tempo/voglia di stare dietro ai propri figli, giusto insegnare fin da bambini la sessualita' anche per evitare casi purtroppo anche recenti di pedofilia
Pascale Passera 1 anno fa su fb
Davide Giampani mi spiace ma su questo non sono d'accordo. Questo è un pretesto. I bimbi non sanno neppure cos'è la sessualità! Quando chiedono noi genitori rispondiamo volentieri, nel modo più consono all'età che hanno (senza introdurre cicogne varie). Ci sono lezioni molto più importanti da portare avanti. Così invece togliamo la naturalezza che hanno. I pedofili non li si evita così.
Manu Cellini 1 anno fa su fb
l'educazione è sempre cosa buona e giusta, è la scuola dell'infanzia che sembra un aeroporto internazionale con 24 lingue e 15 religioni diverse: le maestre non sanno più a che santo votarsi... tanto per restare in argomento
Davide Giampani 1 anno fa su fb
Pascale dobbiamo renderci conto che bambini di 10 anni se non meno hanno gia' il telefonino con purtroppo la possibilita' di chattare con chiunque. Prevenire e' meglio che piangere dopo per cio' che e' successo.
Pascale Passera 1 anno fa su fb
Davide Giampani posso e devo farlo io genitore, di spiegare che nessuno deve toccarli. Lo Stato qui non c'entra, soprattutto non alla scuola dell'infanzia. Ps: i miei figli uno smartphone a 10 anni se lo scordano!!
Davide Giampani 1 anno fa su fb
I genitori non ci badano, appena il figlio chiede, pur di farlo stare zitto, lo assecondano
Pascale Passera 1 anno fa su fb
Davide Giampani non so in che famiglia succede questo. Nella mia e in quelle che conosco io non è così. Ci teniamo al dialogo coi nostri figli!!
Davide Giampani 1 anno fa su fb
Io sono allenatore dei pulcini del calcio, e ti posso assicurare che vedo genitori nella situazione che ti ho descritto
Julie Dubois 1 anno fa su fb
C'è una bella differenza tra "scegli il sesso che vuoi" e "sei perfetto così come sei, accettati e amati" e accetta e rispetta gli altri per quello che sono. Info di servizio: eterosessuali, omosessuali, bisessuali, transgender ... non è una scelta, ma un naturale stato d'essere, non è nemmeno una malattia (e quindi non c'è nulla da curare). Rimane solo da augurare ai figli di certi genitori di trarre il massimo insegnamento possibile da ciò che impareranno a scuola. In modo che se dovessero in qualche modo sentirsi "diversi" questo non li faccia anche sentire "sbagliati" o "malati", e costretti a subire l'enorme dolore di non essere accettati e amati da quelle che sono proprio le persone che dovrebbero amarli di più al mondo. Impareranno ad amarsi e rispettarsi, ad amare e rispettare e a non discriminare, e poi, lo insegneranno ai loro figli... (ho visto addirittura bambini e ragazzi insegnarlo ai loro genitori... meravigliosi e segno di buone speranze per il futuro) È un processo lento e difficile, ma sta già avvenendo, che vi piaccia o meno.
Pascale Passera 1 anno fa su fb
Julie Dubois eccola là! CVD. Si è già risposta da sola nel trovare le differenze!
Pascale Passera 1 anno fa su fb
Julie Dubois con questa risposta si è smascherata da sola!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
"Smascherata"? E sentiamo, cosa dovrei aver bisogno di "mascherare"? (ci fosse qualcuno che rispondesse ad una domanda una volta o argomentasse ciò che dice... )
Nermin Dedic 1 anno fa su fb
Prevenire si ma non a 5 anni dai scherziamo
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Nermin Dedic, non è mai troppo presto per un certo tipo di prevenzione. Insegnare ai piccoli che il tuo corpo è solo tuo, che è prezioso e che nessuno ha il diritto di toccarlo senza la tua approvazione. Imparare che sei liberissimo di dire un secco NO! a chiunque "si avvicini troppo"... Sarebbe bello poter dire "dai scherziamo", ma le storie di abusi non mancano anche verso bambini anche al di sotto dei 5 anni. Abusi che nella stragrande maggioranza dei casi avvengono tra le mura di casa o comunque, da parte di persone che il bambino conosce e di cui si fida...
Pascale Passera 1 anno fa su fb
Julie Dubois questo è il pretesto per l'introduzione di questo corso (che fino ad oggi l'hanno fatto i genitori), lo scopo ultimo è un altro, come già scritto sopra ed è deleterio per i bimbi perché li destabilizza anziché dare loro le certezze di cui hanno bisogno
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Non credo ci voglia un pretesto... (triste davvero anche solo il fatto di pensare sia necessario), anche considerato il fatto che questi temi all'asilo si trattavano già trent'anni fa, senza tutto sto urlare allo scandalo. Lo raccontava una maestra d'asilo più che sessantenne sotto un altro post, che sorrideva tristemente di fronte a queste reazioni. Io stessa ricordo lezioni di "consapevolezza corporea" quando ero all'asilo... Sarò pure limitata io, ma davvero non riesco ad immaginare come conoscere il proprio corpo, rispettarlo e farlo rispettare, ... possa destabilizzare i bambini. E cosa sarebbe questo "deleterio scopo ultimo"... davvero aiutami, perchè proprio non ci arrivo...
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Ah... e continuo ad essere curiosa di conoscere il significato di quel "smascherata"... poi vabbè "ti sei risposta da sola" ... no, nè da sola, né qualcun'altro. Solo "brutti" aggettivi del tutto generici, cambi di discorso e quel classico benaltrismo tipico di chi intende spostare l'attenzione su altro di fronte a mancanza di argomenti e capacità di confronto... PS : sarò felice di ricredermi se finalmente, deciderà di rispondermi... (dire che " è deleterio e destabilizzante" senza dirmi precisamente cosa, non vuol dire nulla).
Rosana Villaverde 1 anno fa su fb
certo perche no? cosi almeno al posto di cominciare a fare sesso a 12 anni magari cominciano già a 6... ottima idea!!!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Infatti di "sesso" come lo intendi tu si inizierà a parlare durante il secondo ciclo delle elementari...
Rosana Villaverde 1 anno fa su fb
scusi ma a mio parere un po prestino, poi ognuno la veda come le pare
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Un po'prestino per cosa? Quando?
Rosana Villaverde 1 anno fa su fb
senta signora ho altro da fare che colloquiare con lei su argomenti di cui abbiamo idee diverse quindi mi scusi la saluto. Buona giornata!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
CVD, dispiace, spero comunque che risparmiandole la fatica di informarsi di suo, ora che sa cosa effettivamente il programma prevede, potrà sentirsi un pochino più serena...
Rosana Villaverde 1 anno fa su fb
Credo proprio di doverla ringraziare, si, se non fosse stato per lei sarei rimasta nell'ignoranza piu totale. GRAZIE!
Antonio Lucignano 1 anno fa su fb
Foto e titolo che faranno morire d invidia quelli di "Lercio"
Marcy Tata Maffei 1 anno fa su fb
Troppo piccoli..piuttosto renderli attenti a certe altre cose.. vedo gia' bullismo nei piccoli..
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Tra le altre cose, è proprio questo l'intento.
Silvana Canonica 1 anno fa su fb
Julie Dubois non ho capito cosa vuol dire " è proprio questo l intento " educazione sessuale = bullismo??????
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Silvana Canonica, Il programma alla scuola dell'infanzia prevede la conoscenza del proprio corpo e del nome delle sue parti. Le differenze tra maschi e femmine. Il rispetto per se stessi e per degli altri (che sia alto, basso, magro o meno...). Il riconoscere le emozioni, il saper esprimere un disagio senza paura, imbarazzi o vergogna. Il rispetto per le differenze (che arricchiscono)La lotta a una certa ignoranza, ai pregiudizi, alle discriminazioni... spesso proprio causa di bullismo.
Andrei Rezzonico 1 anno fa su fb
Era ora , qualcuno che ha avuto il coraggio di informarsi senza urlare al lupo ! Ticinesi aprite gli occhi , informativi sul mondo che vi circonda siete nel medioevo ! La sessualitá esiste ed è giusto che se ne parli, fosse per voi rimarremmo con la testa sotto la sabbia come gli struzzi
Billy HD FatBob 1 anno fa su fb
io lascerei parlare chi di figli ne ha, in particolare le madri, quelle che hanno un po di sale in zucca e non ragionano come nel medioevo
Julie Dubois 1 anno fa su fb
E che magari si informano... qui la maggior parte commenta senza nemmeno sapere di cosa sta parlando... come se si avesse spostato il programma di educazione sessuale delle medie ai bambini dell'asilo...
Fabrizio Bordoni 1 anno fa su fb
Rembambito
Amina Domeniconi 1 anno fa su fb
Ma per favore lasciate che questi bimbi si godano i loro anni spensieratamente poi se ne può parlare. Hanno 5 anni e devono giocare giocare e poi ancora giocare......
Andrei Rezzonico 1 anno fa su fb
Difatti si vedono i risultati dei giovani d'oggi
Julie Dubois 1 anno fa su fb
E intanto che giocano Amina Domeniconi, imparano i nomi delle parti del corpo, le differenze e il rispetto per le stesse, per se stessi (e a dire no se lo sentono mancare) e per gli altri, a non avere pregiudizi, a non discriminare... cosa toglie al gioco tutto ciò?
Laura Roggiani 1 anno fa su fb
almeno la prima infanzia lasciamogliela trascorrere come tale! stiamo degenerando...
Mike Mangini 1 anno fa su fb
Perversione allo stato puro, ma non diciamo cazzate, ormai ci vogliono tutti una banda di pervertiti già a 10 anni.
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Si legge i dettagli del progetto, potrebbe sentirsi più tranquillo poi...
Pascale Passera 1 anno fa su fb
Mike Mangini ?condivido pienamente
Mike Mangini 1 anno fa su fb
Sentirmi più tranquillo ? Potrebbe sembrare ma non è così. Pure cercando di giustificare ciò che si vuole. L'educazione sessuale non puoi già trattarla a tenera età, è assurdo, è come voler insegnare a dei pompieri reclute i pericoli del fuoco, dando fuoco a loro stessi, giustificando quell'apprendimento giusto perché così potessero imparare....I danni saranno inevitabili a lungo termine in ogni caso, il tema sessuale è un tema troppo delicato e vogliono farcelo passare per una cosa che va discussa con bimbi di ogni età , ma secondo voi anni fa era così? Siamo nati e ci siamo evoluti comunque senza educazione sessuale o no.? Ripeto ormai prendiamo tutto troppo per scontato e questo è al quanto preoccupante. E non datemi del bigotto.
Pascale Passera 1 anno fa su fb
Mike Mangini anche secondo me con la scusa della prevenzione degli abusi si creano più danni che altro. Ai miei figli spiego fin da subito che nessuno deve toccare le loro parti intime. È una lezione di 5 min max. In realtà è un pretesto per inculcare la teoria del gender (posso essere maschio o femmina o mezzo di uno e mezzo dell'altro, non per forza del sesso che Dio mi ha dato).
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Pervertiti a 10 anni no , ma una incinta a 12 si ??? Non ho letto l'articolo, ma una bella prevenzione verso i 10, magari ci starebbe.
Julie Dubois 1 anno fa su fb
C'è Laura Bernasconi, già a partire, appunto, dall'asilo. Conoscere il proprio corpo e dare un nome alle sue parti, le differenze tra maschi e femmine, il rispetto per il proprio e quello degli altri. Le emozioni, saperle esprimere e appunto, riconoscere quelle "brutte" e sentirsi liberi del parlarne senza vergogna, per l'appunto. Questo è ciò che terrorrizza tutta questa gente, e ancora nessuno, è riuscito a spiegarmi perchè...
Mike Mangini 1 anno fa su fb
https://youtu.be/P-x6nW-toG8 guardatelo tutto parla anche della scuola e cercheranno sempre di difenderla. Se l'avete già visto allora non vedo perché discutiamo ancora.....
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Mike Mangini, hai letto le linee guida? Mi piacerebbe sapere, secondo te, cosa c'è di tanto "perverso" nel programma previsto ...
Mike Mangini 1 anno fa su fb
Come già detto tutto nella norma, ma non penso siano temi da trattare a 5 anni.
Tania Malaika Russo 1 anno fa su fb
A 5 anni sono troppo piccoli per imparare il nome delle parti del corpo e le differenze tra maschi e femmine. Troppo piccoli per imparare che il loro corpo va rispettato e quello degli altri pure. A parte il fatto che almeno per le prime ci arrivano abbastanza bene già da soli a quell'età... c'è solo da sperare che i genitori pensino al resto... peccato che sappiamo che molto spesso non è così...
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Dimmi, quali sono questi temi che non andrebbero trattati a 5 anni?
Mike Mangini 1 anno fa su fb
Julie se per te é giusto bene così...
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Ha poca importanza, ognuno che si faccia la sua idea a riguardo. Vorrei solo capire, tutto qui. Perchè è così difficile rispondere? Dico sul serio, potresti, per favore, dirmi quali sono, secondo te, i temi previsti per la SI che ritieni non siano adatti?
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Primo ciclo Scuola dell’infanzia (primo anno facoltativo SI e anni obbligatori 1 e 2) • valorizzare le differenze e le specificità di genere; • valorizzare il rispetto di sé e del proprio corpo; • rispettare l’altro e il suo corpo; • valorizzare e praticare i diritti dei bambini, compreso quello di dire di no; • conoscere i nomi delle parti del corpo umano, comprese quelle degli organi genitali; • saper dare un nome alle emozioni legate al corpo. Scuola elementare (primo e secondo anno) • riflettere sui diversi modelli di famiglia e sui ruoli legati a essi, partendo dai bisogni espressi dai bambini; • conoscere, valorizzare e praticare i diritti dei bambini, compreso quello di dire di no; • saper nominare e situare gli organi genitali femminili e maschili; • introduzione alla conoscenza della funzione degli organi genitali. Secondo ciclo Scuola elementare (terzo, quarto e quinto anno) • valorizzare la relazione affettiva promuovendo esperienze creative e costruttive tra i generi; • conoscere le funzioni degli organi genitali in rapporto alla sessualità, alla gravidanza e alla nascita
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Ok, non sai o non vuoi rispondere. Forse perchè, finalmente, visto che qualcuno ti ha risparmiato la fatica di informarti di tuo, ma poi trovandotelo lì... ti sei reso conto che in questo programma c'è davvero poco di cui preoccuparsi... Lo so, c'è chi fa molta fatica ad ammettere di aver preso una cantonata o di aver giudicato con un po'troppa fretta e superficialità. Ma va bene cosi, magari (forse in un eccesso di ottimismo) ora abbiamo una persona informata in più. ?
Mike Mangini 1 anno fa su fb
Julie, mi sembra di essermi spiegato a sufficienza, mi spiace ma ho anche altre cose a cui star dietro, sorry for my late. Ciao
Giorgio Vescovi 1 anno fa su fb
e in piu la foto azzeccatissima, va che sguardo mmh
Vesna Setek 1 anno fa su fb
Lasciamo bambini essere bambini visto la dura realtà di vita che gli aspetti . Poi cosa c'entra vescovo??
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Il vescovo non c'entra e non deve c'entrare una cippa, concordo pienamente. Il punto è leggendo i commenti si capisce che moltissimi non hanno capito esattamente di cosa si tratta... credendo quasi si facciano lezioni di attività sessuale all'asilo. Qui invece si parla di consapevolezza corporea, conoscenza e rispetto per il proprio corpo e quello degli altri, educazione emotiva, evitare pregiudizi... tutte cose di cui, a guardarsi in giro, abbiamo decisamente bisogno...
Loris Bianchi 1 anno fa su fb
Julie .....Ma a 5 anni !?!? Li mandiamo a lavorare a 7 ? Si sposano a 10 e figli a 13 anni .......!?!?!?! Non capisco ...va bene tutta sta prevenzione .....cominciamo a togliere tele ..telefonini iPad e cazzate varie ......mandiamoli a giocare nei boschi o al campetto ...o a pestarsi nei prati ....a me vengono a rompermi i coglioni perché i miei figli giocano giornate intere con i soci alle scuole ...ti rendi conto ?! Volevano chiamare gli assistenti sociali !!!! Perché i miei bimbi al contrario dei loro GIOCANO SPENSIERATI , I loro figli rincoglioniti sul divano !!!!!!!!! poi l'educazione sessuale la facciamo come abbiamo sempre FATTO , Alle medie ......!!!!!!! assurdo ...qualcosa non funziona più se devo spiegare queste cose ai miei bimbi di 5 anni .........decisamente qualcosa non funziona ...
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Loris Bianchi, non confondiamo sesso con sessualità. Ciò che previsto a quell'età è la conoscenza del proprio corpo e il nome delle sue parti. Le differenze tra maschi e femmine. Il rispetto per il proprio corpo e quello degli altri. Il riconoscere le proprie emozioni. Le sembrerà strano, ma molti genitori non fanno nemmeno questo... che sono i primi passi, di una sana educazione sessuale. Quello di cui si è sempre parlato alle medie, rimane alle medie.
Loris Bianchi 1 anno fa su fb
5 ANNI .....ma stiamo scherzando ????
Loris Bianchi 1 anno fa su fb
Cominciamo a mandare gli adulti a fare questi corsi ...magari quelli come il signore in foto .......poi ne riparliamo dei bimbi di 5 , e ripeto 5555555555 anni 5 anni ....ma scherziamo ??
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Loris Bianchi, ritiene davvero sia troppo presto per imparare il nome delle parti del corpo, la differenza tra maschio e femmina? Per imparare a rispettare il proprio corpo e quello degli altri? Per imparare a pretendere che gli altri lo rispettino e se non capita sentirsi liberi di parlarne con mamma e papà senza vergogna? Qui mica si parla di corsi di tecniche amatorie eh?
Ylenia Rottoli Mu 1 anno fa su fb
A parte che si chiama scuola dell'infanzia e non asilo. E comunque perché no? Preferite dire farfallina e pisellino fino all'adolescenza? ?
Pamy Bernardi 1 anno fa su fb
1 ne pensano e 100 ne fanno!! Poro mondo dove andremo mai a finire!! Invece di andare avanti si va sempre più indietro!! ?
Je British 1 anno fa su fb
Ma stiamo scherzando ??? ????? pazzi !!!!! Veramente no comment...
Alice Lunghi 1 anno fa su fb
Lo schifo...
Je British 1 anno fa su fb
Puoi dirlo forte !!!!
Alice Lunghi 1 anno fa su fb
Che rabbia
Julie Dubois 1 anno fa su fb
In un altro commento più su ho postato il link alle linee guida del progetto. Leggettele, saperne un po' di più potrebbe rassicurarvi... ?
Je British 1 anno fa su fb
Se si parla gia di educazione sessuale a 4 anni poi ? Chissa dove finiscono i nostri figli.. Per nulla d'accordo. Sono piccoli!! Devono giocare correre disegnare imparare le lettere i numeri !!! Non sta schiffezza !!!!!?
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Ripeto, informati, potresti sentirti più tranquilla. Non stiamo mica parlando di lezioni di kamasutra all'asilo... ?
Je British 1 anno fa su fb
Lo stesso ! Che si parli di dove nascono o queste cose !
Alice Lunghi 1 anno fa su fb
D'accordo con te Je British
Julie Dubois 1 anno fa su fb
"Mamma, perchè quella signora ha la pancia così grossa?" "Si vede che ha mangiato troppo tesoro..."
Alice Lunghi 1 anno fa su fb
Allora io ho una bimba di 3 anni e 4 mesi e sono incinta (questa è la mia 3 gravidanza). Un conto è dire a quel bimbo "guarda quella signora ha la pancia grossa perché dentro il suo pancione c'è un bimbo" un altro conto è dire bugie come quella detta sopra e un altra cosa è dire "quella signora ha dentro un bimbo dentro il suo pancione perché una notte lei e suo marito hanno fatto sesso (ovvero dal pene del suo compagno è uscito il seme che ha fecondato l'ovulo della signora prodotto delle sue ovaie) e si è creato questo bimbo (Che poi uscirà molto probabilmente dalla sua patata)" .....
Je British 1 anno fa su fb
Si puo dire che e incinta che i bimbi stanno nella pancia della mamma !!!!! TU PENSA QUELLO CHE VUOI LA MIA L'HO DETTA !!!! E SICURAMENTE NON VOGLIO CHE MIO FIGLIO CRESCA IN QUESTA MANIERA !!!!!!!
Alice Lunghi 1 anno fa su fb
Esatto Je British
Je British 1 anno fa su fb
SE TU VUOI DIRE A TUO FIGLIO CHE HAI FATTO SESSO CON IL TUO MARITO O COMPAGNO FALLO PURE SONO AFFARI TUOI !! IO MIO FIGLIO VOGLIO CHE CRESCA SANO !!!! HA TUTTA LA VITA PER SAPERE COSE SUL SESSO !!!!!
Je British 1 anno fa su fb
LASCIAMO CHE I BAMBINI SIANO BAMBINI E NON ADULTI !!!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
I bimbi chiedono, e meritano delle risposte, non delle prese per il ... . Ma certi genitori han paura che quando fanno una domanda come quella sopra poi gli toccherà spiegare chissà che, mentre non è così. I bimbi chiedono, quando son pronti a ricevere una risposta (alla loro domanda, non a tutto ciò che magari, potrebbe arrivare dopo...). E le domande a cui si vuole rispondere ai bimbi con questo programma son proprio quelle, quelle che fanno alla loro età (età in cui il pensiero del sesso, inteso come rapporto sessuale, non li sfiora minimamente e di cui nessuno ha intenzione di parlare). Ma che lo diciamo a fa'?
Je British 1 anno fa su fb
Natercia Carlos Sousa leggi ti prego questa e fuori di testa !
Je British 1 anno fa su fb
NON STO PIU QUI A DIRE NULLA SEI FUORI DI TESTa !!!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Io l'ho detto ai miei figli quando me lo hanno chiesto. Il loro chiedere come mai la pancia non implica assolutamente il fatto che ti stiano chiedendo anche come sia successo. Quello arriverà dopo. Quando te lo chiederanno cosa farai? A loro all'inizio è bastato dire che un bimbo arriva quando è desiderato, tra due persone che si amano. In quel momento gli è bastato (e fondamentalmente non è una balla), i dettagli me li hanno chiesti decisamente parecchio tempo dopo.
Je British 1 anno fa su fb
Sicuramente non vengono a chiedertelo a 4 anni !!!!!! Ragiona va !!!
Je British 1 anno fa su fb
Se un giorno mio figlio mi verra a dire mamma quella signora perche e cosi ? Gli diro semplicemente che li ce un bimbo piccolo che deve nascere !!!!!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Carina però l'idea che se spiego come nascono i bambini ai miei figli poi crescano poco sani... (e magari con l'idea che il sesso sia una cosa di cui vergognarsi, da nascondere, sporca... proprio quella cosa che ti ha dato la vita... interessante...)
Alice Lunghi 1 anno fa su fb
Allora la scuola dell'infanzia, la scuola media e la scuola elementare devono coprire un certo fascio di cose ma queste sono cose che devono fare i genitori. I genitori devono fare i genitori, gli insegnanti devono fare gli insegnanti e i bambini devono fare i bambini. Siete così presi e d'accordo con questo progetto perché? Perché c'è gente che non riesce a gestire il proprio ruolo. I bambini fanno domande ma non bisogna mentirli ma nemmeno traumatizzarli perché è questo che succede. A me finché non ero il 3 media non mi interessava del sesso e sono la 2 figlia di 10.... Ah e giusto perché tu lo sappia questo progetto avrà delle conseguenze e nel progetto pilota sono successe anche delle cose.... Ti pare normale che una bimba di 6/7 anni arrivi a casa e dica "mamma mi hanno toccato la vulva???" Riflettete gente
Alice Lunghi 1 anno fa su fb
Julie Dubois ogni cosa ha un suo tempo....bisogna rispettarle non bruciare le tappe....
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Appunto! Esattamente ciò che è! Ma più in la ti chiederanno "come ci è entrato?" e gli risponderai. Vedi, mica la pensiamo poi cosi diversamente... peccato si pensi che qui si preveda di dar lezioni di sesso...
Je British 1 anno fa su fb
Julie Dubois ma non ha 5 anni cavolo !!!!! Ci sono le scuole medie !!!!
Alice Lunghi 1 anno fa su fb
Si ma non te lo chiedono a 4 anni dai... e poi ripeto dare le risposte a tempo debito spetta ai genitori
Julie Dubois 1 anno fa su fb
E cara grazia che lo ha detto! Pensa se non lo avesse fatto, e non ci fosse stata la possibilità di intervenire... Il punto è che qui c'è chi si scandalizza più per il fatto che l'ha chiamata col suo nome che per il fatto che ne abbia parlato...
Alice Lunghi 1 anno fa su fb
No mi scandalizzo che un bambino abbia toccato una sua coetanea perché era curioso e perché gli è stato detto le cose precocemente perché ti assicuro che quella bimba è ancora traumatizzata...
Je British 1 anno fa su fb
Cosa scusa ??? Allora ti dico una cosa io ha 15 anni non sapevo minimamente cosa era il sesso me l'hanno insegnato alle scuole medie in 3 mi sembra !!!! Per cui basta stronzate !!!! Io la mia idea lho detta e saro sempre contraria a sta cosa !!!!
Alice Lunghi 1 anno fa su fb
Anch'io Je British
Je British 1 anno fa su fb
Che schifo veramente certa gente non dovrebbe neanche avere figli e questo prete mi sa proprio di pedofilo
Alice Lunghi 1 anno fa su fb
Brava Je British
Je British 1 anno fa su fb
Alice Lunghi ti giuro che se mongoli malati di sesso pedofili voteranno di si ! Mio figlio non lo mandero mai al asilo ! L'insegno io a casa ! A crescere come era tanto tempo fa il mondo sta andando in rovina per colpa di questa persone !!!
Alice Lunghi 1 anno fa su fb
Lo so Je British...sono d'accordo con te!!! Io ho paura a mandare i miei figli all'asilo
Je British 1 anno fa su fb
Pure io !!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Ma siete davvero convinte che spiegheranno ai vostri pargoli, all'asilo, "cosa sia il sesso"? Ma siete serie?
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Prendetevi il tempo, dico sul serio. Vi sentirete meglio dopo. http://www4.ti.ch/decs/ds/cerdd/scuoladecs/educazionesessuale/presentazione/
Je British 1 anno fa su fb
E cio che dici tu !
Julie Dubois 1 anno fa su fb
AF 2.0. No way...
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Accompagnare i bambini nella scoperta del loro corpo (cosa che avviene in modo del tutto naturale), conoscere i nomi delle varie parti che lo compongono. Rispettare il proprio corpo e quello degli altri, conoscere e rispettarne le differenze. Riconoscere le emozioni ed esprimerle, riconoscere un disagio (magari nel caso in cui si subisse qualcosa di spiacevole) e sentirsi liberi di parlarne con un adulto di riferimento senza vergogna. Le basi di una sana educazione sessuale. Vi sembrerà incredibile (!) ma molti genitori non fanno nemmeno questo (magari insegnano le parti del corpo tralasciandone attentamente alcune (messaggio: "di queste cose non si parla, vergogna, imbarazzo" e quando ne sentiranno il bisogno si guarderanno bene prima di farlo con loro...). Ditemi cosa c'è di tanto sbagliato in tutto questo, perchè io proprio non ci arrivo...
Julie Dubois 1 anno fa su fb
"Ci sono le scuole medie"! Dici davvero che sia ragionevole aspettare le scuole medie per imparare il nome delle parti del corpo e le differenze tra maschio e femmina, il rispetto per il proprio corpo e quello degli altri, riconoscere e dare un nome alle proprie emozioni? Tranquilla, il programma delle medie rimane piu o meno sempre quello... e rimane alle medie.
Je British 1 anno fa su fb
Ma fatti una vita !
Je British 1 anno fa su fb
Invece di stare qua a scassare alla gente !
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Non è mia intenzione "scassare". Solo spiegare e sperare ci si decida a provare a capira di cosa stiamo parlando. Dispiace ci si fissi su un idea che non ha nulla a che vedere con ciò che è in realtà. Credo che i vostri cuccioli meritino mamme informate. Forse però, prendersi il tempo di leggere un pdf di una quindicina di pagine richiede uno sforzo troppo elevato... In quel caso, ho cercato di riassumere brevemente. Dico sul serio, oltre a questo, la mia non è nient'altro che voglia di capire... Ma qui ancora si è convinti si sia deciso di spostare il programma di educazione sessuale delle medie a dei bambini in età prescolare... ma davvero?
Laura Bernasconi 1 anno fa su fb
Je British poi gli raccontate la storia delle api e dei fiori se vi fanno domande?? Guardate che i bimbi di oggi sono molto più svegli di una volta.
Je British 1 anno fa su fb
Ma Laura Bernasconi tu racconti cio che vuoi ai tuoi figli io racconto a mio figlio ! Cio che voglio io malata di mente da ricovero siete !!!!
Massimo D'Onofrio 1 anno fa su fb
Julie Dubois ma proprio non riesce a trattenersi dall'usare questi toni? Poveri i suoi bambini se intende istruirli in questo modo alla sessualità!!! Se poi fosse in qualche modo legata al settore dell'insegnamento... AIUTO!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Massimo D'Onofrio, i miei "bambini" hanno 15 e 17 anni... e credo abbiano un rapporto sereno e rispettoso con il loro corpo e la loro sessualità (e quella degli altri)... poi vabbè, è soggettivo. Hanno avuto risposte alle loro domande in modo semplice e chiaro, senza imbarazzi e ridicoli giri di parole. Quando ne hanno parlato a scuola ne abbiamo poi parlato insieme. E oggi, che attraversano un età spesso difficile e confusa, si sentono liberi di affrontare certi argomenti con noi, senza vergogna o censure di sorta (non pochi loro compagni lo escludono a priori e rimangono sorpresi che loro lo facciano, lo trovo alquanto triste). Sinceramente, ne sono felice.
Nanda Medici Tanzi 1 anno fa su fb
Ancora Julie Dubois??? Già ieri hai annoiato e offeso abbastanza!!!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Nanda Medici Tanzi, davvero non riesco a trovare offese di sorta (mi aiuti?)... e se qualcosa che ho detto ti ha in qualche modo offeso, me ne scuso.
Ercole Il Carlino 1 anno fa su fb
Mio figlio, a 7 anni, mi ha fatto domande molto mirate inerente a transessuali perchè aveva visto delle foto sul cellulare (lui non lo aveva) da un suo amichetto più piccolo! Altre culture hanno un altro modo di vedere la sessualità ed essendo confrontati con molte culture è giusto che sappiano
Je British 1 anno fa su fb
Basta commentare qua !!! Lo ridico siete PAZZIII !!!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Ricordo mio figlio quando ha visto due ragazzi salutarsi con un bacio... "perchè si baciano?" ... " perchè si amano". È bastato, semplicemente. Aveva 5 anni. ( un'altra mamma accanto ha chiuso gli occhi al figlio fulminandomi con lo sguardo, mentre una splendida vecchina le consigliava di vergognarsi... ). Oggi sono adolescenti e l'omosessualità è argomento di discussione "solo" per intristirsi di fronte all'ignoranza e alle discriminazioni che si ritrovano ad osservare (e tentare di combattere) verso amici e conoscenti gay...
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Je British, ma per la miseria. Vuoi provare a spiegarci per quale motivo saremmo tanto pazzi? Qui si parla di insegnare ai bambini a conoscere il proprio corpo, dare un nome alle sue parti, le differenze tra maschi e femmine. Oltre al fondamentale rispetto per se stessi e per gli altri. Cosa c'è di tanto folle in questo? Ti prego, prova, una volta, a rispondere...
Je British 1 anno fa su fb
Perché ogni cosa a la sua età non credo che ha un bimbo di 5 anni gli importa !!! Tua madre ti insegnava cosa era il sesso a 4 o 5 annu ? Nob credo per cui lascialo cresce!!!! A sua maniera
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Ok, non sai leggere. Io ci riprovo. Ai bimbi dell'asilo NON VIENE INSEGNATO IL SESSO INTESO COME LO INTENDI TU. Ma il nome delle varie parti del corpo e le differenze tra maschi e femmine. Credi davvero che a un bimbo di 5 anni non interessi? Oltre al fondamentale rispetto per il proprio corpo (e pretenderlo dagli altri) e per gli altri, decisamemte utile nella prevenzione degli abusi, e per questo non è mai troppo presto. Cos' è che ancora non è chiaro Je British?
Je British 1 anno fa su fb
Ma hai finito di commentare la gente a meglio da fare che star qua a parlare con uba che non ragiona ;) adesso basta !!!!
Je British 1 anno fa su fb
E comunque il vescovo non intende le differenze da un corpo femminile a un corpo maschile !!! Ma poi sono troppo piccoli
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Il vescovo (che comunque a mio modo di vedere su queste cose non dovrebbe avere voce in capitolo) parla del programma previsto dal DECS per le scuole del cantone. E il programma, per la scuola dell'infanzia, prevede proprio i temi di cui sopra. Sul serio, prova a leggerlo, il programma per intero, scopriresti che le cose non sono affatto come te le sei disegnate, e forse, ti sentiresti un po'più tranquilla e meno preoccupata per i tuoi cuccioli...
Nanda Medici Tanzi 1 anno fa su fb
Julie Dubois. Stai diventando paranoica con questa ossessione. Smettila di tormentare e voler convincere tutti. Tu la pensi così? OK. Molto probabilmente hai partecipato a questa buffonata incosciente del DECS. Ora noi ne subiremo le conseguenze. Ma forse, come per la religione, ci sarà l'opzione di non far partecipare i bimbi a questi approcci. E se il Vescovo non ha voce in capitolo PERCHÉ TU CE L'HAI???????
Je British 1 anno fa su fb
Nanda Medici Tanzi esattamente!!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Io esprimo il mio pensiero, esattamente come gli altri. Non voglio convincere proprio nessuno cara Nanda Medici Tanzi. Ognuno ha tutti i diritti di essere d'accordo o meno, per carità. Il punto è che qui moltissimi esprimono sdegno e preoccupazione per una cosa che in realtà nemmeno esiste, ma per l'idea PERSONALE che si sono fatti di questo programma. Che è chiaro e ben definito, e non prevede assolutamente "lezioni di sesso" e quant'altro già a partire dalla SI. Non dovrebbe servire convincere nessuno, visto che è un dato di fatto. Dico sul serio, il mio è solo desiderio di capire. Capire, precisamente, perchè sia ritenuta una buffonata insegnare ai bambini a conoscere il proprio corpo, le sue parti e ad averne rispetto. Sarò pure ossessiva, ma ci tengo davvero ad avere una risposta, e sembra che nessuno sia in grado di darmela, peccato. Perchè è così difficile rispondere?
Julie Dubois 1 anno fa su fb
In un altro post leggevo il commento di una maestra di scuola dell'infanzia più che sessantenne... che diceva qualcosa di simile "maddai, questo si è sempre fatto, gli si dava semplicemente un altro nome..."Ora null'altro si vuol fare che regolamentare e far in modo che tutti lavorino nella stessa direzione... e vista la situazione spesso al limite del drammatico, aggiungendo un sostegno per i genitori che ancora hanno difficoltà anche solo a pronunciare parole come pene o vagina...(tanto per fare un esempio eh?)
Nanda Medici Tanzi 1 anno fa su fb
..... "dare un nome alle proprie emozioni?" Quali per favore? Parliamo di bimbi di 3,4,5 anni... E perché tali bimbi così piccini devono chiamare i loro organi genitali con il loro nome appropiato? È cosî sconveniente che un bimbo di tre anni dica pisellino? E allora non dovremo più dire "la pappa" ma mangia il pranzo, il vitto... Non dovremo più dire fai la nanna, ma dormi! Non dovremo più dire papà (termine affettuoso) ma padre!!! Voi di sinistra siete sempre stati a favore di certe emozioni intime sbandierate ai quattro venti. Un po' di riservatezza non guasterebbe. Poi vi ritroverete i vostri figli sui carri e sui treni a sbandierare il sesso libero, alla droga libera... Complimenti, bei ragazzi che avete allevato! GRAZIE, NE FACCIO A MENO. PENSO SIA MEGLIO UN PISELLINO O UNA FARFALLINA A TRE, QUATTRO, CINQUE ANNI, CHE UN FIGLIO DROGATO MAGARI ARRESTATO O MORTO PER OVERDOSE IN UN GABINETTO PUBBLICO! Sono questi i valori da insegnare e non le parole!!! (Io ho sempre parlato in casa di droga, omosessuali, pervertiti... con la professione di mio suocero, i problemi citati di questi soggetti erano all'ordine del giorno e i miei ragazzi hanno sempre sentito le nostre converazioni.) Ecco, io le ho risposto. E SPERO CHE LEI, Julie, ABBIA CAPITO DA CHE PARTE STO! DALLA PARTE DEI BIMBI FELICI DI ESSERE TALI CON LE LORO FANTASIE DEI TRE ANNI. (Mi scuso con chi mi legge, ma mi sono un po' alterata...)
Nanda Medici Tanzi 1 anno fa su fb
Julie Dubois: Potrebbe presentarsi con le sue VERE credenziali dal momento che sta tenendo un comizio con noi (e di noi può leggere nome e cognome veri e professione...)
Nanda Medici Tanzi 1 anno fa su fb
Gruppo di lavoro per l’educazione sessuale (GLES) nelle scuole ticinesi Chi ne fa parte???
Julie Dubois 1 anno fa su fb
1. Cosa le fa pensare che questo non sia il mio nome? Vuole i documenti? Il telefono? Provi a chiamarmi ma poi non si lamenti se le rispondo con un vaffa... ? 2. Non crede sia utile che un bimbo sia in grado di riconoscere, per esempio, un disagio (magari di fronte a qualcuno che "si avvicina troppo") e si senta libero di parlarne con un adulto senza paura o vergogna? 3. e soprattutto, non le permetto di tirare in ballo i miei figli in nessun modo. Non ci conosce, non li conosce. E anche se non dovrebbe riguardarla affatto sono due adolescenti sereni, considerata l'età un po complessa che stanno attraversando. Rispettosi di se stessi e degli altri, e soprattutto liberi da ignoranti pregiudizi. Non fumano, è capitato bevessero una birretta, con noi. Non sono mai rientrati ubriachi. E si, a qualche gay pride ci siamo andati tutti insieme, anche se i carri li abbiamo lasciati agli altri... fanno volontariato, sport, leggono molto. Hanno una sana, vivace vita sociale, la grande è innamorata... e anche se di sti tempi mi fan girare le scatole ogni tre per due (abbastanza fisiologico direi, consideratà l'età) per ora credo di poter dire di essere piuttosto fiera di loro, e felice del fatto si sentano liberi di essere e di esprimersi.
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Davvero notevole comunque il nesso tra insegnare il nome corretto delle parti del corpo ai bambini e il loro inesorabile destino di morire di overdose dentro un bagno... complimenti! Vivissimi!
Je British 1 anno fa su fb
Julie Dubois hai rotto !!!!!!!!!!!!!
Je British 1 anno fa su fb
Basta !!!!!!!
Je British 1 anno fa su fb
Invece che rompere le balle a gli altri !!!!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Hai ragione, come suggeriva qualcun'altro in un altro commento, sarebbe saggio dare una certa priorità e maggiore attenzione all'insegnamento dell'italiano, alla grammatica e alla sintassi, alla capacità di comprensione di testi. Questo analfabetismo funzionale (e non solo) sta diventando un problema sempre più diffuso e serio. Potreste cominciare leggendo più fiabe ai vostri bambini, in genere sono testi semplici e di facile comprensione (senza barare però scegliendo storie che si conoscono già... ?).
Je British 1 anno fa su fb
Ma sai cosa ti dico vai a fanculo !!! Va ... malata dovresti essere rinchiusa a mendrisio !!!!
Nanda Medici Tanzi 1 anno fa su fb
1. Non le permetto io di insultare anche se solo con un'idea di farlo! 2. Spero molto ardentemente che se a un bimbo dovesse capitare quello che lei ipotizza lui corra dai suoi genitori e non dall'insegnante o dalla operatrice!!! Questione anche di amore dato e ricevuto! 3. Non ho parlato dei SUOI figli. Ho parlato dei figli in generale dei sinistroidi... qui è lei che si sente tirata in causa! Mi spiace. 4. Non c'è nessun nesso tra le due cose. Vero. Ma potrebbe essere una conseguenza di una educazione sterile e senza affetto. Ho semplicemente evidenziato come persone molto avanti coi tempi potrebbero ritrovarsi dei figli sbandati. Potrebbero! Un consiglio per tutti noi: DIAMO AMORE E VICINANZA AI NOSTRI BIMBI SENZA VOLER STRAFARE. SE LORO SI SENTIRANNO AMATI NON AVRANNO BISOGNO DI OPERATORI SOCIOSANITARI MA UNICAMENTE DI CHI LI AMA! E CON TANTE FAVOLE DELLA BUONANOTTE???... SAPESSE QUANTE NE HO LETTE E INVENTATE AI MIEI FIGLI E ALLE MIE NIPOTINE❤❤❤
Sergio Oliboni 1 anno fa su fb
Je British ESATTO !!!!
Patrick Mascioni 1 anno fa su fb
Ma chi è idiota che tira fuori queste idiozie ma stiamo scherzando. Non ho parole. Poi detto da un prete ancora più schifo
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Un'altro che parla senza avere idea di cosa si stia parlando... conoscere il proprio corpo, valorizzare i diritti del bambino, tra cui quello di dire NO!, le differenze tra maschi e femmine, le emozioni... In realtà tutti temi che si trattavano già almeno trent'anni fa... solo che la chiamavano "consapevolezza corporea" ...
Pepe Ticino 1 anno fa su fb
Socialisti mi fate schifo.
Gianbattista Camplani 1 anno fa su fb
E lezioni direttamente dai preti che di sessualità e infanzia se ne intendono! Io vieterei la religione in luogo pubblico piuttosto!
Simone Guidali 1 anno fa su fb
Ma dai, ridicoli! Anticipiamo alla nascita visto che ci siamo...così saran tutti più efficienti ?
Mirco Zabot 1 anno fa su fb
Sarebbe da cominciare verso i 8-9 anni!
Ar07 1 anno fa su tio
Che cosa c'entra poi il vescovo con ciò che devono imparare i bambini? è anche vero comunque che in Ticino il sesso è trattato come un taboo che neanche fossimo nel 1800, e questo sicuramente non va bene. Educazione sessuale a 5 anni? Forse un po' presto, ma a 13 anni (età durante la quale ricordo di averla ricevuta io), è sicuramente troppo presto, visti i tempi che corrono. A 13 anni ci sono già (purtroppo) ragazzini che sono sessualmente attivi e sanno poco o nulla sul sesso perchè la nostra educazione in merito è pietosa, e arriva troppo tardi.
Ar07 1 anno fa su tio
@Ar07 **A 13 anni è troppo tardi
RubenDF 1 anno fa su tio
@Ar07 A proposito di istruire i giovani sull'educazione sessuale, tutto deve partire da noi adulti. In primis aprire la nostra mente. Il sesso come altre argomentazioni NON DEVONO PIÙ ESSERE taboo.
Lino Didi Dinardo 1 anno fa su fb
Bravo !! Cosi li prendete gia istruiti???
Franco Bollo 1 anno fa su fb
quel che pensa il vescovo é irrilevante e non dovrebbe interessare a nessuno.
Marzio Fontebasso 1 anno fa su fb
Aicha Fontebasso , ma che poi, all infuori di tante cose , ma che caxxo c entra la chiesa su questi argomenti ... ??? ma vuoi vedere che ....
RubenDF 1 anno fa su tio
Non facciamo di tutta l'erba un fascio, ma chiedere ( di questi tempi) cosa ne pensa la Chiesa sull'educazione sessuale in così tenera età non è molto opportuno.
leopoldo 1 anno fa su tio
@RubenDF magari lo faranno in tempo di religione
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Forse il vescovo, almeno lui, prima di dire la sua si è preoccupato di informarsi su cosa significa iniziare con l'educazione sessuale all'asilo... (peccato che in genera la gente commenta e si defila, ma vorrei sapere quanti di voi sanno di cosa stiamo parlando...)
Massimo D'Onofrio 1 anno fa su fb
Solo lei saprebbe di cosa stiamo parlando? Interessante...
Julie Dubois 1 anno fa su fb
E quando l'avrei detto? Leggendo i commenti però, non è difficile rendersi conto che gran parte dei "lettori" (le virgolette son d'obbligo) commentano "di pancia" accontentandosi dei titoli...
Pascale Passera 1 anno fa su fb
Lo sappiamo bene. Ma chi si crede Lei???? L'educazione sessuale allasilo purtroppo non è una novità del Canton Ticino. Altri cantoni l'hanno introdotta e se n'è parlato in lungo e in largo. Siamo più che informati. Sappiamo anche che in alcuni cantoni è stato fatta parziale retromarcia con sta schifezza!
Pascale Passera 1 anno fa su fb
Massimo D'Onofrio ma quanto supponente è sta signora?!!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Come mai si sente presa in causa? Ho detto "gran parte", mica tutti! Mi dispiace abbia percepito supponenza. Ripeto, son davvero molti quelli che commentano senza informarsi, ed è evidentissimo. Poi ognuno è libero di trarre le proprie conclusioni in merito ed esprimerle. Dire "schifezza" però, senza argomentare, rende la discussione un tantino sterile...
Billy HD FatBob 1 anno fa su fb
sara' un vescovo con figli? che esperienze avra fatto?
Moira Morard 1 anno fa su fb
Non spetterebbe ai genitori quest'onere? A tempo debito? Secondo me è lei signora a non essere abbastanza informata.. è già stato lanciato il progetto in altri cantoni x fare educazione sessuale all'asilo e non è proprio andata benissimo.. certo che se come genitori non vogliamo assumerci nemmeno questa responsabilità è chiaro che va vene anche se la propone lo stato.. ma non è equiparabile forse ad un qualsiasi indottrinamento? Siamo poi certi che ci piacerà cosa e come verranno affrontati certi argomenti che possono urtare la sensibilità di bimbi di quest'età? Ogni genitore conosce suo figlio e sa fino a che punto spingersi con spiegazioni e dettagli.. un perfetto estraneo espone il suo programma.. per quanto riguarda la teoria gender: non è poi così fantascientifico temere che questo momento verrebbe sfruttato x fare della propaganda di genere, in altre nazioni è di fatto successo.. quindi prima forse farebbe meglio lei ad informarsi su cosa accade intorno a noi prima di etichettare come "schifezze" le opinioni altrui..
Massimo D'Onofrio 1 anno fa su fb
Julie Dubois ma non si stanca mai di commentare le sue stesse affermazioni? Forse aiuterebbe cercare il significato di "supponenza".
Massimo D'Onofrio 1 anno fa su fb
Pascale Passera infatti, concordo.
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Moira Morard, quando avrei etichettato le opinioni altrui come "schifezze"? Detto questo, come può essere considerato indottrinamento accompagnare i bambini durante la scoperta del proprio corpo, dare un nome alle sue parti, insegnare a rispettare il proprio e quello degli altri, non provare vergogna a dire NO! sentendosi poi liberi di parlarne se qualcuno ha detto o fatto qualcosa che non gli è piaciuto... Sarò pure ripetitiva, queste sono le basi di una sana educazione sessuale ed è ciò che prevede il programma. Io sul serio, non riesco a capire cosa ci possa essere di tanto sbagliato... Nessuno mi ha risposto, ci si limita a gridare allo scandalo o quasi manco fossero previste lezioni di tecniche amatorie... (poi vabbè, sulla "propaganda di genere" non mi soffermo, rischio di diventare poco simpatica...).
Julie Dubois 1 anno fa su fb
E comuque si, spetterebbe ai genitori. Purtroppo però la realtà è ben lontana da questo. Gneitori in evidente imbarazzo di fronte anche alle primissime domande dei cuccioli, incapaci anche solo di nominare serenamente i genitali, intimoriti che alla prima curiosa e innocente domanda debbano poi spiegare anche tutto ciò che ci "gira intorno". Quando chiedono meritano risposte (e se chiedono è perchè son pronti a ricevere), limitiamoci a rispondere al loro desiderio di conoscere, domande più dettagliate le faranno in seguito... e anche li meriteranno risposte che non siano delle prese per i fondelli...
Moira Morard 1 anno fa su fb
Ha etichettato con il termine schifezze al penultimo suo post prima del mio intervento, con esattezza; vada pure a rileggere.. E dove avrebbe lei visto la totalità dei genitori in imbarazzo nello spiegare le parti del corpo ai propri figli? O spiegare loro, a dipendenza dell'età e con gli adeguati modi, come si fanno i bambini? Lei si accende perché sostiene che i commenti a quest'articolo siano di pa ncia perché siamo tutti ignoranti e non leggiamo, mentre lei con supponenza sostiene che i genitori non si assumono questo ruolo e quindi è giusto che lo stato intervenga.. io di figli ne ho 5, alle loro domande in materia ho sempre risposto.. attorno a me vedo genitori che fanno altrettanto, allora mi chiedo: questa è veramente una priorità o ce ne sarebbero altre di maggior rilevanza che andrebbero a colmare lacune relative l'educazione e l'istruzione?
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Moira Morard 1. Citavo chi ha parlato di "schifezze" riguardo a questo programma (credevo fosse chiaro...) senza oargomentare il proprio pensiero. 2. Non ho mai detto che la totalità dei genitori se ne lava le mani di fronte suo stesso imbarazzo, è innegabile però, che siano parecchi. 3. I suoi figli sono fortunati, altri, molto meno. 4. non facciamo benaltrismo, che ci siano altre priorità non lo nega nessuno, questo non toglie importanza ad un progetto simile. Per combattere ignoranza e pregiudizi, per insegnare consapevolezza, rispetto, civiltà. E non da ultimo, per prevenire violenze, bullismi, discriminazioni.
Moira Morard 1 anno fa su fb
Non è benaltrismo.. è un anno che non fanno più educazione dentale a scuola da noi, anno che la ginnastica correttiva è inesistente.. vogliamo parlare della facilità a schiaffare bambini alle scuole speciali al posto di far intervenire il sostegno pedagogico.. questo non è benaltrismo, ma vedere priorità diverse per il benessere dei nostri figli.. non reputo una priorità investire nell'educazione sessuale, intervento discutibile tra l'altro, quando la scuola ha fatto un passo indietro tagliando gli interventi sopraesposti..
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Verissimo. Ma ripeto, ciò non toglie importanza al resto. Oltre al fatto che questo programma è integrato a quello già esistente, quindi poco paragonabile alla mancanza di educazione dentale e ginnastica correttiva (che anch'io ritengo un gran peccato non si faccia più).
Nanda Medici Tanzi 1 anno fa su fb
Ancora??? Già ieri hai offeso abbastanza!!!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Dimmi, simceramente e serenemante, dove sarebbero queste offese? Dispiace ti sia sentita così...
Tania Malaika Russo 1 anno fa su fb
Io mi sentirei non poco offesa da commenti come quelli di @Je British e @Nanda Medici Tanzi... un' offesa all'intelligenza della persone...
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Beh, in effetti... in ogni caso sto ancora aspettando anche solo una risposta che sia una... in particolare, pensavo fosse il minimo, nella quale mi si facesse sapere dove e come sarei stata offensiva... anche perchè a leggere i commenti di chi si sente offeso tra accuse, illazioni, strambe conclusioni e supposizioni ... bah... suona un tantino paradossale...
Massimo D'Onofrio 1 anno fa su fb
c'è anche il rischio di informazione deviata dalle sinistre sul "gender" nelle scuole... difendiamo per favore l'innocenza giovanile almeno all'asilo. Molto meglio concentrarsi sul cercare, trovare e punire severamente gli adulti pedofili.
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Eccone un altro che non ha letto l'articolo... (sul "gender" non mi esprimo nemmeno, potrei diventare poco simpatica...)
Massimo D'Onofrio 1 anno fa su fb
Eccone un'altra che spara sentenze senza attivare il cervello. Cosa le fa pensare che non abbia letto l'articolo? Ma ha capito almeno di cosa parlo prima di scrivere tali commenti offensivi?
Roberto Tambone 1 anno fa su fb
Mi spieghi queste "teorie" gender, sentiamo.
Andrei Rezzonico 1 anno fa su fb
Ma per favore si informi bene prima di credere ad ogni cosa che scrivono ( senza offesa ) , se vuole le do i contatti dove può informarsi
Roberto Tambone 1 anno fa su fb
Sto articolo tutto dice tranne che dire cosa sia sto "gender".
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Piacerebbe saperlo anche a me... ?
Pascale Passera 1 anno fa su fb
Oppure fare i corsi agli adulti (per prevenzione abusi). Ma come ben dice, il pretesto è diffondere la teoria del gender!!!!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Ok. Dopo "diffondere la teoria gender" ho letto abbastanza. Mi arrendo. (ma ho un motivo in più, nel caso servisse, per sostenere decisamente questo progetto, che tra le altre cose avrà di buono di dare la possibilità a queste nuove generazioni, forse, di crescere meno ignoranti e liberi da pregiudizi).
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Intanto aspettiamo ancora la spiegazione di queste fantomatiche "teorie gender"... ?
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Che poi c'è anche da capire dove sarebbe il commento offensivo... che non sa di cosa stiamo parlando è evidente anche per un paracarro, semplicemente un dato di fatto.
Moira Morard 1 anno fa su fb
Julie Dubois purtroppo in tutta l'europa si sono verificati casi di "indottrinamento di genere" durante lezioni di educazione sessuale a piccoli di scuole dell'infanzia ed elementari.. programmi scolastici apparentemente innocui si sono rivelati atti fi vera e propria propaganda.. e i genitori che si sono opposti e che volevano risparmiare questo ai propri figli si sono visti negare il diritto di decidere per l'esenzione da queste lezioni.. perciò trovo che il timore sia più che lecito. I genitori hanno il diritto di insegnare dei valori ai propri figli nel rispetto della diversità degli individui senza pressioni o influenze statali.. ricordo che il progetto di projuventute (x inciso quello mirato a togliere i bambini a genitori nomadi o mamme divorziate) è nato perché allo stato non piaceva la cultura nomade.. ci sono cose per cui i genitori hanno il diritto ed il dovere di intervenire, lo stato dovrebbe pensare ad investire di più per sostenere le famiglie, non per sostituirsi ad esse
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Moira Morard, il suo discorso non fa una piega ed è condivisibilissimo in quasi la sua totalità. Ancora però nessuno ci spiega quale sarebbe questa fantomatica "propaganda di genere"...
Massimo D'Onofrio 1 anno fa su fb
Santa ignoranza... apra GOOGLE e faccia qualche ricerca. Non può' che farle bene visti i suoi commenti. Sfaticata e pure insolente questa Julie, che si erge ora a capo di un fantomatico gruppo di benpensanti che definisce con "ci" ? Se non sa neanche di cosa stiamo parlando, come si permette di sputare sentenze ed insultare chi commenta? Nota ai moderatori di TIO: sveglia: questi Troll vanno bannati.
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Io so perfettemente cosa intendete con i vari "teoria gender" o "propaganda gender"... il punto è che è davvero inquietante e preoccupante ci siano ancora persone che si reputano informate (e che ti ricordano pure che c'è google... fa tristemente sorridere) che si lasciano tanto preoccupare da questo terribile spauracchio che in realtà non esiste... ignoranza, pregiudizi, discriminazioni... basta. Quello che ancora aspetto, perchè su questo credo si basino discussioni interessanti ed arricchenti, sono delle argomentazioni degne di questo nome. Cosa vi fa tanto paura di questo fantomatico "gender"?
Massimo D'Onofrio 1 anno fa su fb
Julie Dubois pure ipocrita allora! Io mi sono stufato dei suoi commenti ignoranti ed offensivi. Procedo a bloccarla per evitare ulteriori perdite di tempo. Addiooo
Ercole Il Carlino 1 anno fa su fb
Condivido appieno su lottare la pedofilia ma purtroppo sono confrontati con questa tematica già in tenera età. Ricordiamoci che in alcuni paesi sono bambini sposi...
Patty Pedrazzi 1 anno fa su fb
E con questa le battute si sprecano!
Frankeat 1 anno fa su tio
Quando leggo le parole "bambini", "chiesa", "sesso" nello stesso argomento, mi vengono i brividi. Un po' come chiedere a Pietro Pacciani cosa ne pensa delle coppiette che campeggiano di notte in Toscana.
albertolupo 1 anno fa su tio
@Frankeat In effetti anche Pacciani direbbe "perché, no?"
comp61 1 anno fa su tio
@albertolupo ahahahahahahahahahaha!!!!!!! GRANDE!!!!! :)
fakocer 1 anno fa su tio
@albertolupo ahahahahah!!! GRANDE!!!!
Federica Tabacchi Maiolo 1 anno fa su fb
Anche no!
Yan Saporiti 1 anno fa su fb
Ma per piacere..
Ge Nins 1 anno fa su fb
Ma serio???!??
Mario Zucca 1 anno fa su fb
Ma guardatelo in faccia è tutto detto. Ma sono fuori veramente di cranio!!!!!!
Orietta Bricalli 1 anno fa su fb
Lasciateli giocare almeno all' asilo , beata innocenza ! Cosa vuoi che ne capiscano di educazione sessuale ! Non esageriamo !
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Si informi, non mi stancherò di ripeterlo. Davvero, non so che idea vi siete fatti di questo programma... ma probabilmente è molto, molto diverso dal "disegno" partorito dalla vostra immaginazione... state sereni.
Julie Dubois 1 anno fa su fb
http://www4.ti.ch/decs/ds/cerdd/scuoladecs/educazionesessuale/presentazione/
Al Ferro 1 anno fa su fb
Io farei una bella sensibilizzazione sui pedofili che magari è meglio!!!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
È esattamente ciò che è previsto, tra le altre cose...
Al Ferro 1 anno fa su fb
E dici che spiegheranno che la maggioranza sono preti, chi ha a che fare con la chiesa, insegnanti, istruttori ecc.???mmmmhhhh non penso...continuo a chiedermi come sia possibile che una persona come un vescovo (o un prete) possa sapere cos'è bene o meno per un bambino di 5 anni...cosa ne vuole sapere???? Spiegatemi perchè davvero non capisco.....che si preoccupi di spiegare l'esistenza dei dinosauri prima dell'uomo che è meglio...
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Sul fatto che la chiesa non dovrebbe aver nulla a che fare con la scuola siamo perfettamente d'accordo. Rimane il fatto che leggendo i commenti mi rendo conto che tra questi davvero pochissimi si sono informati sul programma in questione ...
An Martino 1 anno fa su fb
Fabiana Vismara 1 anno fa su fb
Concordo al 100%
Osman Memaj 1 anno fa su fb
Vergogna!
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Cosa ci sarebbe di vergognoso nell'insegnare ai bambini i nomi delle parti del corpo, le differenze tra maschi e femmine, e il rispetto per il proprio corpo (e pretenderlo dagli altri) e quello degli altri?
Osman Memaj 1 anno fa su fb
In questo età si deve imparare il rispetto dei altri etc et, questo cose si imparano da solo con il tempo, non è bisogno uno/a 5 anni ascoltare .... scherzo!?
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Infatti è proprio quello che è previsto dal programma, lo legga, si sentirà più tranquillo.
Julie Dubois 1 anno fa su fb
Primo ciclo Scuola dell’infanzia (primo anno facoltativo SI e anni obbligatori 1 e 2) • valorizzare le differenze e le specificità di genere; • valorizzare il rispetto di sé e del proprio corpo; • rispettare l’altro e il suo corpo; • valorizzare e praticare i diritti dei bambini, compreso quello di dire di no; • conoscere i nomi delle parti del corpo umano, comprese quelle degli organi genitali; • saper dare un nome alle emozioni legate al corpo. Scuola elementare (primo e secondo anno) • riflettere sui diversi modelli di famiglia e sui ruoli legati a essi, partendo dai bisogni espressi dai bambini; • conoscere, valorizzare e praticare i diritti dei bambini, compreso quello di dire di no; • saper nominare e situare gli organi genitali femminili e maschili; • introduzione alla conoscenza della funzione degli organi genitali. Secondo ciclo Scuola elementare (terzo, quarto e quinto anno) • valorizzare la relazione affettiva promuovendo esperienze creative e costruttive tra i generi; • conoscere le funzioni degli organi genitali in rapporto alla sessualità, alla gravidanz
Roberto Gianini 1 anno fa su fb
Valerio incomincia a guardare in casa tua
Sandro Solcà 1 anno fa su fb
Ne ho una cattiva ma è meglio che la tengo per me...
Gianluca Rugo 1 anno fa su fb
L' ho capita. Ma è tanto realistica quanto passibile di denuncia ??
Nicklugano 1 anno fa su tio
Sarebbe interessante sapere quale logica è stata seguita decidendo di porre una domanda del genere al vescovo... cosa c'entra lui, rispettivamente la chiesa, con l'educazione sessuale ? Non mi sembra proprio il caso.
curzio 1 anno fa su tio
@Nicklugano Perchè in Ticino la chiesa cattolica vuole sempre mettere il becco in tutto quello che riguarda istruzione, scuola, ecc... Per andare sul sicuro bisogna prima consultare il vescovo per avere la sua approvazione.
moonie 1 anno fa su tio
@Nicklugano chi più di loro, sono i più ferrati, così prodighi della violenza sui bambini.
Nicklugano 1 anno fa su tio
@curzio Siamo messi bene, anzi benissimo...
pillola rossa 1 anno fa su tio
@curzio Triste realtà
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-18 15:41:28 | 91.208.130.86