ULTIME NOTIZIE Ticino
AGNO
1 ora
Infortunio in via Stazione, fuori pericolo il 41enne
L'uomo, tuttavia, ha riportato lesioni gravi e si trova ancora in ospedale
FOTO
ROVEREDO
1 ora
Cerca funghi, finisce nel riale. Soccorso in elicottero
L'uomo è stato trasportato all'Ospedale Civico di Lugano.
FOTO
LOSONE
2 ore
Malore nei pressi del fiume, arriva la Rega
Sul posto anche la Polizia, un'ambulanza e un'automedica
CANTONE
3 ore
«Chi vigila sul Governo non deve essere al Governo»
L'Mps lancia un'iniziativa parlamentare per l'istituzione di una commissione ad hoc.
CANTONE
4 ore
«Più piste ciclabili e spazi per i più piccoli»
Lo chiede la Federazione Ticinese di Ciclismo, che si è riunita oggi in assemblea
CONFINE
4 ore
L'ultimo saluto a don Roberto: «Ha dato la vita per gli ultimi»
La messa in suffragio del sacerdote si è celebrata questa mattina a Como
FOTO
LUGANO
5 ore
Vernice? No, l'alga tossica
Immagini suggestive quelle inviate da un lettore.
CANTONE
9 ore
Pulire i fondali del Lago Maggiore? «Trovato letteralmente di tutto»
I sub dell'Associazione Delta Divers si sono impegnati nella pulizia dei fondali durante il Clean-up day 2020
LUGANO
19 ore
Esce di strada di fronte allo stadio
L'incidente è avvenuto questa sera in via Trevano. Illesi i tre occupanti del veicolo
CANTONE
19 ore
«In questa crisi la Svizzera ha mostrato la sua coesione»
Ignazio Cassis e Christian Vitta hanno ripercorso questa sera i punti salienti della pandemia.
LOCARNO
22 ore
«Vogliamo le bici sui bus»
I Verdi del Locarnese chiedono alle Fart di togliere il divieto
CANTONE
23 ore
Inchiesta Lega: spunta il nome di Tettamanti
I magistrati italiani indagano sui conti pro-Salvini. Ma dal Ticino arriva la smentita di Fidinam
RIAZZINO
23 ore
30 gradi, ma è già Natale
Nei negozi sono già comparsi i primi addobbi natalizi
LUGANO
1 gior
«Lugano perderà un bel po' di soldi»
Tre consiglieri comunali hanno stimato a 40 milioni il danno da Covid per quest'anno. E chiedono lumi
CANTONE
1 gior
«Il tempo per accudire i figli valga negli anni di servizio»
Un'iniziativa parlamentare chiede di non penalizzare le neo-mamme dell'amministrazione pubblica
CANTONE
24.11.2016 - 11:110

Si inaugura il “Centro di competenza elettroerosione”

BELLINZONA - Lunedì 28 novembre 2016 saranno presentate al pubblico le attività del nuovo Centro di competenza elettroerosione. In occasione di questa importante inaugurazione, il Dipartimento tecnologie innovative (DTI) della Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI) organizza un evento dedicato al settore della meccanica ed elettronica. Si tratta di un prezioso momento per approfondire le prospettive di sviluppo, nonché le opportunità di sostegno all’innovazione, in uno dei quattro settori chiave per il futuro dell’economia cantonale individuati dal BAK Basel.

Il Centro di competenza elettroerosione è un progetto che nasce dalla collaborazione tra SUPSI e il gruppo GF Machining Solutions, con stabilimento a Losone. Il Centro di competenza si prefigge di sviluppare un polo dedicato a questa tecnologia in Ticino, con attività orientate alla ricerca applicata in ambito industriale. Le attività di ricerca faranno leva sulle competenze ingegneristiche disponibili alla SUPSI e sulla posizione di leader mondiale in campo tecnologico del gruppo GF Machining Solutions. In futuro, il progetto si prefigge di coinvolgere anche altre realtà locali attive nel settore, con l’intento di favorire la nascita e lo sviluppo di aziende attive nel campo delle nuove tecnologie.

«L’inaugurazione del Centro di competenza elettroerosione è un primo concreto tassello che serve a lanciare il promettente, ma storicamente ben radicato, settore della meccanica ed elettronica», commenta Stefano Rizzi, Direttore della Divisione dell’economia. «Si tratta di un perfetto esempio di collaborazione tra le riconosciute realtà accademiche e imprenditoriali che operano in Ticino, la cui messa in rete è imprescindibile per incentivare nuove opportunità di formazione e ricerca volte a favorire l’innovazione. Un approccio virtuoso, quindi, che ben rispecchia lo spirito del “sistema regionale dell’innovazione” e della politica economica regionale, attraverso la quale l’Ufficio per lo sviluppo economico del DFE ha sostenuto il progetto.»

SUPSI, attore centrale nell’ambito del trasferimento del sapere e delle tecnologie tra aziende e centri di ricerca, ha promosso con entusiasmo la nascita del Centro di competenza. «Il DTI intende porsi quale partner dell’industria nell’innovazione», sottolinea il Direttore Emanuele Carpanzano, «accompagnando le aziende nel percorso di sviluppo tecnologico e organizzativo richiesto da quella che viene ormai comunemente definita come “quarta rivoluzione industriale”. Il DTI, grazie ai cinque Istituti che lo compongono, ha progetti di ricerca applicata in tutte le aree di sviluppo che caratterizzano l’industria 4.0, quali la meccatronica, l’Information Technology,l’intelligenza artificiale, l’Internet of Things, il business digitale e la personalizzazione dei prodotti».

Il Centro di competenza elettroerosione permette di dare avvio a un programma di collaborazione continuativo, basato su una tecnologia che ha scritto un importante capitolo della storia dello sviluppo industriale in Ticino. «Questo genere di programma», precisa Adriano Nasciuti, responsabile del Centro e Direttore dell'Istituto di ingegneria meccanica e tecnologia dei materiali della SUPSI, «permette di sostenere le aziende coinvolte con progetti che si sviluppano su più anni, fatto che ha ricadute interessanti anche nella formazione dei nostri studenti in ingegneria. Per SUPSI la creazione di questo Centro di Competenza rappresenta, inoltre, un riconoscimento indiretto delle serie competenze sviluppate dai propri collaboratori.»

La partecipazione della GF Machining Solutions, azienda leader nel settore dell’elettroerosione, ben testimonia la possibilità di valorizzare al meglio le realtà internazionali già presenti in Ticino. «La nostra azienda ha diverse collaborazioni con i più importanti atenei, a livello svizzero ed europeo, per quanto riguarda la ricerca di base e progetti specifici su mandato», evidenzia Ivan Filisetti, COO di GF Machining Solutions. «Questa cooperazione porta risultati a medio e lungo termine e costituisce spesso la base della nostra innovazione. La collaborazione voluta con SUPSI ha un carattere diverso ed è finalizzata a colmare alcune competenze non presenti in azienda, ma necessarie alla buona riuscita di progetti d’innovazione nel medio e corto termine.

In altre parole, progetti che portano a risultati concreti, riconoscibili in funzionalità innovative sul nostro prodotto.» Il programma dell’evento “Meccanica e elettronica: settori di punta per l'industria in Ticino” e il formulario d’iscrizione online sono reperibili sul sito web del DTI (www.supsi.ch/dti)

Cos’è l’elettroerosione? - L’elettroerosione è una delle principali tecnologie utilizzate per ottenere stampi e utensili. Grazie alla capacità erosiva delle scariche elettriche, è possibile lavorare con altissima precisione materiali conduttivi, quali, ad esempio, l’acciaio e una vasta gamma di metalli duri. Le applicazioni si rivolgono, in particolare, all'industria aerospaziale e aeronautica, all'industria automobilistica, alla tecnologia medica e dentale, alla tecnologia dell'informazione e della comunicazione (ICT) e alle componenti elettroniche.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-19 18:45:44 | 91.208.130.89