ULTIME NOTIZIE Ticino
AGNO
6 ore
L'altra faccia del Luna Park: «Genitori aiutateci»
Le serate d'estate riservano qualche spiacevole sorpresa e il comune di Agno è confrontato con una situazione delicata.
CANTONE / SVIZZERA
9 ore
«La pandemia ci ha fatto riscoprire il chilometro zero»
In Ticino come nel resto della Svizzera in molti hanno iniziato a fare la spesa in fattoria invece che al supermercato
FOTO E VIDEO
RIVIERA
10 ore
«Ecco il mio ritrovamento raro»
Il gufo reale si trovava nei pressi della palestra di Osogna. Elvis ha atteso l'arrivo della Protezione animali
CHIASSO
11 ore
Perché quel parco è praticamente inaccessibile?
Orari restrittivi e aleatori per i giardini accanto alle scuole di Chiasso, denuncia un'interrogazione.
MURALTO
11 ore
«Io, transgender, non permetto più a nessuno di ferirmi»
Kendra si è raccontata su PiazzaTicino, per aiutare chi come lei non si sente a suo agio nel corpo in cui è nato.
LOCARNO
11 ore
Mappo-Morettina brevemente chiusa, traffico in tilt sul piano
Un lieve incidente ha causato l'interruzione momentanea del traffico in entrambe le direzioni. Il tunnel è ora aperto.
FOTO
SAN VITTORE (GR)
12 ore
La nuova vita del grotto Matafontana
Il termine centrale è “bene comune”: cibo locale a prezzi contenuti, attività ricreative e aggregazione
CANTONE
13 ore
Ecco tutti i diplomati de "La Commerciale"
Consegnati gli attestati federali e i diplomi di commercio per gli allievi che hanno ultimato i loro studi quest'anno.
CANTONE
15 ore
Caldo sopportabile? È grazie al ritorno "delle Azzorre"
Quest'anno l'anticiclone proveniente dall'arcipelago nell'Atlantico sembra prevalere su quello Africano.
FOTO E VIDEO
LUGANO
15 ore
Ecco il nuovo LuganoDante
Presentata la rinnovata e ambiziosa veste dell'hotel.
LOCARNO
15 ore
«Io ragazzo transgender di 23 anni»
Su PiazzaTicino.ch incontriamo Kendra, che ci racconta la sua esperienza di vita
MENDRISIO
17 ore
A che punto siamo con la bio-piscina?
I consiglieri comunali chiedono alla Città di Mendrisio lumi sul progetto ad Arzo
TICINO
04.06.2007 - 16:480
Aggiornamento : 13.10.2014 - 14:02

Emergenza idrica, anche limitazioni all'uso dell'acqua per piscine private tra le proposte dei Verdi

BELLINZONA - Della mancanza di acqua potabile finora non se ne è accorto nessuno. Il gesto è semplice e naturale, ma non scontato: aprire un rubinetto d'acqua. Da qualche anno ormai metereologi, esperti e agricoltori denunciano l'aumento del deficiti di precipitazioni atmosferiche. Il deficit si aggrava e il pericolo di emergenza di deficit idrico è sempre più concreto e rappresenta per un problema nuovo da affrontare.

Nella mozione presentata dai Verdi Canonica, Maggi, Gysin e Savoia, si ripercorrono le crisi ambientali che le nostre società hanno già conosciuto e affrontato. L'inquinamento delle acque ad opera dei detersivi ai fosfati negli anni 60, le diossine degli inceneritori negli anni 80, l'inquinamento da ozono e polveri sottili dovuti ai carburanti fossili e non da ultimo, il problema del buco dell'ozono.

Per far fronte a questi problemi le autorità hanno sempre aspettato troppo, spesso sottovalutando la situazione. Ma questa volta bisogna prendere sul serio la situazione anche perché siamo vicini al punto in cui l'offerta di acqua calante si scontrerà con richieste conflittuali da parte degli utilizzatori.

I bisogni di acqua potabile per usi domestici "risulteranno in contrarsto con le esigenze dell'agricoltura, le quali saranno pure in contrasto con quelle del turismo inveranle che ricorre ai cannoni da neve artificiale, mentre i bisogni dell'industria idroelettrica penalizzeranno tutti gli altri".

Prima che il problema idrico si aggravi, il Gran Il Gran Consiglio della Repubblica e cantone del Ticino propone dunque al Consiglio di Stato di elaborare un catalogo di misure atte ad affrontare sul medio-lungo termine le emergenze connesse con la crisi idrica presente e, soprattutto, futura. In particolare:

1. La promozione di un uso parsimonioso dell’acqua potabile per usi domestici, diffondendo i limitori di flusso per i rubinetti, insegnando agli allievi delle scuole a non sprecare una risorsa preziosa, limitando drasticamente il consumo di acqua potabile per giardini, orti e soprattutto piscine

2. La precauzione verso strutture ricreative tipo “acquapark” che abusano dell’acqua potabile e consumano energia, se non è previsto il riciclo ecologico dell’acqua, l’uso di energie rinnovabili.

3. L’innevamento artificiale per gli sport invernali dev’essere autorizzato solo in caso di estrema necessità e se ricorre a riserve d’acqua meteorica; i cannoni da neve hanno un peso importante a livello di tutto l'arco alpino e sarebbero da proibire completamente per via dell'impatto non solo sul consumo idrico, ma anche su quello energetico e a causa del problema additivi, misure di sistemazione meccanica dei pendii e conseguenza sulla diversità vegetale dovute al diverso peso della neve artificiale. Inoltre la loro sostenibilità economica cesserà di esistere se la temperatura salirà ancora (interessante a proposito il rapporto OECD " Climate change in the European Alps - Adapting winter tourism and natural hazards management, February 2007).

4. La promozione, in agricoltura, ma anche nell’edilizia privata, pubblica e industriale, del recupero delle acque meteoriche che possono essere usate per l’irrigazione, per gli impianti sanitari e per tutti gli usi non potabili.

5. La limitazione del consumo di acqua potabile da parte delle  industrie e l’incentivazione, tramite il promuovimento economico, di quelle industrie che fanno un uso parsimonioso d’acqua.

6. La promozione in agricoltura delle coltivazioni che non necessitano di importanti irrigazioni e l’incentivazione dei metodi di irrigazione risparmiosi, come l’irrigazione a goccia a goccia.

7. La Legge edilizia e i regolamenti comunali dovranno prevedere dei limiti alla costruzione di piscine private e delle norme per l’uso sostenibile di quelle esistenti (per esempio, teloni di copertura delle piscine contro l’evaporazione).

Dati cantonali: http://www.ti.ch/DFE/USTAT/NOTIZIARIO/archivio.asp?menu=4&anno_notiziario=2007

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-16 05:41:36 | 91.208.130.85