Immobili
Veicoli

SVIZZERALe donne avrebbero abbattuto i jet

28.09.20 - 10:29
Il 55% delle votanti di sesso femminile avrebbe fatto a meno dell'acquisto dei nuovi aerei militari.
Keystone
Fonte ats
Le donne avrebbero abbattuto i jet
Il 55% delle votanti di sesso femminile avrebbe fatto a meno dell'acquisto dei nuovi aerei militari.
Esattamente opposta è invece stata la posizione degli uomini.

BERNA - Fosse stato per le donne la Svizzera non avrebbe acquistato un nuovo aereo da combattimento: il 55% delle votanti ha infatti ieri deposto un "no" nell'urna, stando a un sondaggio di Tamedia. Esattamente opposta (55% di "sì") è stata invece la posizione degli uomini.

Anche l'età ha avuto un ruolo: la maggioranza di coloro che hanno superato i 50 anni hanno approvato la proposta, mentre chi ha meno di 34 anni l'ha respinta. Inoltre le persone con un diploma di scuola dell'obbligo o una formazione professionale sono state più propense a dire di "sì" rispetto ai laureati.

Come già noto, si è anche aperto un fossato urbano-rurale, perlomeno nella Svizzera tedesca: nelle città l'idea di spendere sei miliardi per i nuovi velivoli è stata respinta, mentre nelle campagne la proposta di Consiglio federale e Parlamento è stata sostenuta. In Romandia e in Ticino anche i comuni rurali hanno però detto "no".

A livello politico, come forse era prevedibile attendersi l'acquisto dei jet ha riscosso il maggior sostegno fra i sostenitori di UDC, PLR e PPD. I simpatizzanti di PS, Verdi e Verdi liberali hanno invece respinto il decreto federale, in alcuni casi con veemenza. Alla fine però l'hanno spuntata di strettissima misura (50,1%) i primi: 1'605'700 "sì" contro 1'597'030 "no", per una differenza di 8'670 schede.

Anche per quanto riguarda la caccia le donne hanno mostrato un voto differente dagli uomini: le prime hanno respinto a maggioranza la legge, mentre tra i secondi favorevoli e contrari sono stati in equilibrio. I pensionati si sono espressi maggiormente per il "sì", i giovani per il "no". L'oggetto è stato respinto con il 51,9% dei voti.

COMMENTI
 
Evry 1 anno fa su tio
Le donne...., quelle che non sanno nemmeno far scaldare il caffè ma sanno solo andare in piazza a starnazzare bisogna mandarle a fare un bagno !
don lurio 1 anno fa su tio
Questa notizia non è vera chi non li ha voluti sono stati i verdi/socialisti/comunisti . Se è stato così tutte le donne al servizio dipartimento militare sono da espellere.
SULTANRENAT 1 anno fa su tio
Condivido l'opinione femminile ma per ragioni economico-finanziarie innanzitutto , vista la situazione preoccupante in cui versa anche il nostro paese ! Ci sono altre priorità come l'AVS e l'AI , le cui casse piangono, le Sanità sempre più costosa addirittura fuori controllo , la disoccupazione in evidente crescita ! Tutti questi nodi verranno verranno fuori nel 2021, non facciamoci illusioni! E poi difendere la patria si deve fare con la digitalizzazione e l'alta tecnologia nel controllo delle frontiere con sistemi moderni di sorveglianza (radars e droni di nuova generazione) e elicotteri da combattimento, batterie antimissili, Forze Speciali per combattere dall'interno un possibile invasore, l'Intelligence avanzata all'estero, laddove si ritiene nascano dei pericoli ! Aerei d'attacco, lo dice la parola, non sono di difesa e comunque un malintenzionato li distruggerebbe già a terra in primis!
MIM 1 anno fa su tio
I soldi per gli aerei appartengono al dipartimento militare. Se non comprassero gli aerei utilizzerebbero i fondi per altri acquisti, ma sempre in ambito militare. Non è che puoi pensare di metterli in tasca a qualcun altro. Cosa non capite? Quindi non c'entra niente l'accostamento AVS con le spese militari. Gli importi sono votati dalle camere, sono il budget a disposizione per ogni dipartimento. Se pensi che non comprando gli aerei ci fossero soldi in più per la disoccupazione, ti sbagli alla grande. Inoltre l'AVS è in attivo, è l'AI che è un pozzo senza fondo. L'AVS presta soldi all'AI e sono centinaia di milioni che dovrebbero rientrare, prima o poi, nell'AVS!
Maxy70 1 anno fa su tio
Ovviamente, in Svizzera la difesa nazionale è ancora "cosa da uomini", da poco le donne hanno effettivamente accesso a tutte le specialità in seno all'esercito e costituiscono una minoranza, seppur qualificata. Ritengo conseguenza logica che le donne, finora, non abbiano la medesima sensibilità nei confronti della difesa nazionale e che vedano altre priorità. I Paesi nei quali le donne sono parimenti coinvolte (es. Israele) le vede pienamente partecipi e sicuramente non meno motivate.
Mat78 1 anno fa su tio
Non dovevamo spendere 6 miliardi per i jet, dovevamo spenderli a pioggia per sussidiare chi, dell'identità e dei valori svizzeri non frega un benemerito tubo, perché di altra provenienza e "sensibilità" culturale (pro-sua-saccoccia)! A furia di spalancare presto saremo in minoranza in casa nostra, per la gioia del P$ e loro amici di merende.
TI.CH 1 anno fa su tio
Quelli che hanno votato contro uomini o donne che siano non hanno più amor patrio e non sanno cosa è la libertà e come ce la siamo guadagnata.
Wunder-Baum 1 anno fa su tio
Mi consenta, ma non sono d’accordo con lei !
Calotta Polare 1 anno fa su tio
6 miliardi di franchi per dei jet nuovi corrisponde all'amor patrio. Vabbéh
MIM 1 anno fa su tio
Visto che le donne sono in maggioranza, vuol dire che: A) sono andate a votare in poche. B) Che il sondaggio non è attendibile.
marco17 1 anno fa su tio
Infatti, il ragionamento ciurla nel manico. Vale anche per le elezioni: se le donne non sono elette è perché non sono votate dalle maggioranza delle donne.
Giovanii 1 anno fa su tio
Nuu.. ma io volevo i Caccia !
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA