Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
38 sec
Nessuna quarantena per i soldati di Swisscoy
I 165 militi impegnati in Kosovo potranno rientrare tranquillamente in Svizzera per le vacanze.
SVIZZERA
5 min
Aerei da combattimento: «spreco di soldi inaccettabile»
«Le vere minacce sono il cambiamento climatico, attacchi estremisti e ciber-terroristici oppure pandemie come il Covid»
FOTO
LUCERNA
7 min
Quattro auto divorate dalle fiamme
L'incendio è divampato dal primo veicolo propagandosi in seguito agli altri tre.
BERNA
31 min
Anche le cipolle piangono: cancellato lo Zibelemärit
Il celebre mercato bernese non si terrà come di consuetudine il quarto lunedì di novembre.
SVIZZERA
55 min
È residente in Catalogna, niente audizione per Valcke
L'ex numero 2 della FIFA avrebbe dovuto comparire ieri a Berna nell'ambito del processo contro Sepp Blatter.
SVIZZERA/SPAGNA
1 ora
Baleari: l'indice dei contagi sale, il rischio di black list è concreto
«Forse ai “turisti festaioli” è stato concesso troppo presto di entrare nel paese», ammette una elvetica a Maiorca.
SVIZZERA
1 ora
«Nel 2014 votai a favore dell'iniziativa UDC, ora non più»
Il Ceo di Credit Suisse Thomas Gottstein ritiene «troppo eccessiva» l'iniziativa della limitazione.
SVIZZERA
2 ore
Eventi con più di 1'000 persone? «Acceleriamo la seconda ondata»
Dalla Romandia si alza la voce di medici ed esperti. «Aggiungere grandi riunioni è un rischio significativo»
SVIZZERA
4 ore
Il congedo di paternità conquista giovani e anziani
Ampio consenso per la proposta in votazione il prossimo 27 settembre, secondo il sondaggio di 20 minuti e Tamedia
FOTO
SAN GALLO
12 ore
Canyonista spagnolo scomparso: «Lo conosco, era molto esperto»
Alex Arnold spera ancora che possa essere ritrovato in buone condizioni, anche se è quasi impossibile.
SVIZZERA
12 ore
Un'auto in fiamme svela un cadavere
Ancora poco chiara la dinamica dell'incidente di questa sera a Wädenswil
SVIZZERA / LIBANO
16 ore
Solidarietà elvetica: raccolti oltre 3 milioni di franchi per Beirut
La colletta continua sul sito ufficiale della Catena della Solidarietà
L'INTERVISTA
07.02.2020 - 07:000
Aggiornamento : 08:27

Parla Mister Swisscom: «La panne di gennaio? Non doveva succedere»

Nel 2019 Swisscom ha conseguito un utile maggiore. Il CEO Urs Schaeppi ha però ricevuto meno bonus. Nell’intervista spiega il perché

di Redazione
Robert Krcmar

BERNA - Signor Schaeppi, Swisscom aumenta il proprio utile, allo stesso tempo ha però meno fatturato. Questo significa che Swisscom è diventato più caro?

«No, a causa del forte crollo dei prezzi nelle attività di telecomunicazione è calato anche il fatturato. Ma questo lo compensiamo con una migliore efficienza e con Fastweb».

L’anno scorso lei e i suoi colleghi della Direzione avete ricevuto un salario più basso, come mai i vostri bonus sono calati?

«Il sistema degli obiettivi di Swisscom è molto ambizioso, e nel mio caso specifico l’obiettivo che ci eravamo prefissati per il fatturato non è stato raggiunto, e per questo motivo è diminuito anche il mio bonus».

Questo la infastidisce?

«No, questo è il nostro sistema basato sugli obiettivi. Generalmente Swisscom ha chiuso l’anno in modo positivo e con risultati stabili. Io sono soddisfatto dei risultati raggiunti, e anche del mio salario».

Ha già dichiarato nella conferenza stampa che le aspettative dei clienti sono aumentate, e che essi non accettano che un servizio non funzioni più per qualche minuto. Però ad inizio anno a causa di una panne l’intera rete di telefonia fissa in tutta la Svizzera è mancata per più di un ora. Non è un inizio di annata positivo, non trova?

«Sì, per il guasto vorrei scusarmi, non è ciò a cui ambisce Swisscom. D’altra parte negli ultimi 3 anni abbiamo ridotto del 40% i nostri minuti “di guasto”, la nostra rete è quindi molto più stabile. Comunque questo mostra che l’aspettativa dei clienti è che la nostra rete funzioni sempre e comunque, e questa è per noi una motivazione a raggiungere quest’obiettivo».

Riguardo al non funzionamento della rete fa riflettere soprattutto la situazione in cui non è possibile effettuare una chiamata d’emergenza. Ha dovuto avere a che fare anche con la politica, ne è preoccupato?

«Sì, naturalmente questo non dovrebbe mai accadere, e per questo necessitiamo di soluzioni ridondanti. Non c’è nessuna garanzia che tutto funzioni sempre al 100%. Per questo è necessario avere delle soluzioni alternative. Comunque esistono già oggi delle alternative alla rete telefonica fissa, chiunque oggi possiede un cellulare».

Parliamo rapidamente di uno dei temi più importanti del 2020, il 5G. Ma quanto è grande la copertura in Svizzera al momento?

«Noi di Swisscom abbiamo al momento una copertura di rete del 90%, in ogni caso questa è una prima generazione di 5G, ora aspettiamo i cellulari che supportano questa rete. E comunque dovremo continuare a migliorare la rete, questo perché il 5G ha diverse fasi, che necessitano nuove antenne e condizioni quadro adeguate».

Come è stato possibile effettuare una copertura così ampia senza andare incontro ad alcuna interferenza politica?

«Siamo riusciti a raggiungere il 90% di copertura perché abbiamo utilizzato le vecchie postazioni, in combinazione con la vecchia tecnologia. Se però vogliamo usufruire del potenziale della nuova tecnologia, abbiamo bisogno di altre condizioni quadro».

E quanti clienti usano già la rete 5G?

«Al momento chiaramente sono ancora pochi, ma sono sicuro che nel corso del 2020 molti più clienti utilizzeranno il 5G, anche solo per il fatto che arriveranno tanti nuovi cellulari».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas 6 mesi fa su tio
Ma poro bao..facciamo una colletta per questo benefattore
Alessandro Milani 6 mesi fa su fb
Ma va a da via ul c... !
MIM 6 mesi fa su tio
Non è stato solo a gennaio.
LAMIA 6 mesi fa su tio
Ma questo signore HA PROPRIO RAGIONE. NON DOVEVA SUCCEDERE. Se io sbaglio mi licenziano. Lei che ci fa ancora li??????
ctu67 6 mesi fa su tio
@LAMIA Professorone. Quanti mio di frs all'anno per questa dichiarazione?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-14 10:32:58 | 91.208.130.87