Immobili
Veicoli
Polizia BL
BASILEA CAMPAGNA
16.11.2021 - 23:300
Aggiornamento : 17.11.2021 - 07:42

«È come se avesse dato a suo figlio una pistola»

Patentato da due settimane, ma con in mano un "mostro" da 600 cavalli e 180 mila franchi.

Il padre del ragazzo tuttavia sottolinea che il figlio non stava correndo. Anche la sorella è intervenuta al riguardo: «Quell'auto è un carro armato. Ha salvato a vita a quattro persone»

LIESTAL - L'atmosfera in macchina, venerdì, era vivace. Dopo la serata passata nel club dell'FC Pratteln, i cinque compagni di squadra si sono recati in una shisha bar di Basilea per festeggiare e hanno acquistato una bottiglia di protossido di azoto con dei palloncini.

Il protossido di azoto è una droga popolare tra gli adolescenti. I cinque tifosi di calcio hanno gonfiato i palloncini e da lì hanno respirato il gas esilarante. Così ha fatto anche il giovane alla guida della Mercedes AMG GT 63 da 600 cavalli. Lo dimostra un video che ha fatto il giro su Snapchat la notte dell'incidente e che è stato girato da uno dei passeggeri.

Sembra che il conducente sia svenuto a causa del gas e così abbia perso il controllo della vettura nella quale ha perso la vita il passeggero 18enne. Le altre 4 persone a bordo, invece, sono sopravvissute. Anche la procura di Basilea, che ha avviato il procedimento penale, è in possesso di questo e di altri video e li sta valutando.

«Come se avesse dato a suo figlio una pistola» - Il ragazzo alla guida aveva ricevuto la patente solo due settimane fa. Suo padre lo aveva ricompensato con la super car da 180.000 franchi. «È come se gli avesse regalato una pistola», ammette un conoscente del giovane automobilista, convinto che il genitore sia consapevole di essere in qualche modo responsabile per quanto accaduto.

In realtà, il padre ha voluto far sapere che alcool e droga - lo testimonierebbero le analisi effettuate dopo lo schianto -, non hanno nessun ruolo in quanto accaduto. Ha sottolineato pure che suo figlio non stava correndo. Non si è espresso, invece, riguardo la possibilità che il gas si stato la causa dell'incidente.

La sorella del neopatentato si è già schierata con il fratello. «L'auto ha salvato quattro vite perché era robusta come un carro armato», ha scritto sulla pagina Facebook della polizia basilese. Il commento è stato poi tolto.

La politica si muove - Il bar in cui gli adolescenti hanno acquistato il gas esilarante prima dell'incidente è ora nei guai. La distribuzione commerciale del protossido di azoto è vietata dalla legge. Martedì, il Gran Consigliere Udc Joël Thüring ha anche presentato una richiesta scritta al governo in merito ai «controlli relativi al del divieto di vendita del protossido di azoto», in cui fa riferimento all'incidente mortale e chiede alle autorità di intervenire.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-24 16:37:41 | 91.208.130.89