20minuten
BERNA 
28.01.2021 - 18:500

Cadavere nel Lago di Thun, arrestato un sospettato

La procura chiederà per l'uomo la detenzione preventiva.

La donna trovata morta dai sommozzatori il 17 gennaio nel lago di Thun era una 31enne di Basilea Campagna. È stata identificata dopo 4 giorni

BERNA  - La polizia cantonale bernese ha arrestato un sospetto nell'ambito del caso del cadavere di una donna recuperato circa due settimane fa dal lago di Thun (BE). Si tratta di un 36enne svizzero del cantone di Basilea Campagna.

L'uomo è fortemente sospettato del crimine, hanno comunicato oggi la procura regionale dell'Oberland bernese e la polizia cantonale, aggiungendo che il 36enne è stato arrestato ieri. La procura chiederà per l'uomo la detenzione preventiva.

La donna trovata morta dai sommozzatori il 17 gennaio nel lago di Thun era una 31enne di Basilea Campagna. Aveva vistosi tatuaggi sulla schiena, di cui la giustizia bernese e la polizia hanno pubblicato foto su Internet, nella speranza di ottenere informazioni. La donna è stata identificata quattro giorni dopo.

Sussistono elementi che indicano che l'uomo era stato con la donna nel luogo dove il corpo è stato poi trovato, indica la nota.
 
 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-27 21:42:33 | 91.208.130.89