Cerca e trova immobili

WEF / GUERRA IN UCRAINA«Mosca al summit di pace? Al momento impossibile dirlo»

17.01.24 - 14:49
Ignazio Cassis ha però sottolineato che «non ci sarà una conferenza di pace che porti alla cessazione delle ostilità senza la Russia».
keystone-sda.ch (LAURENT GILLIERON)
Fonte ats
«Mosca al summit di pace? Al momento impossibile dirlo»
Ignazio Cassis ha però sottolineato che «non ci sarà una conferenza di pace che porti alla cessazione delle ostilità senza la Russia».
A febbraio il consigliere federale si recherà in Cina e in India per cercare di sondare questi Paesi sulla questione.

DAVOS - Il consigliere federale Ignazio Cassis non è in grado di dire se la Russia sarà invitata al Vertice mondiale della pace in Ucraina, qualora si concretizzasse. A febbraio si recherà in Cina e in India per cercare di sondare questi Paesi sulla questione.

«I contorni non sono ancora chiari», ha dichiarato oggi alla stampa il capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) a margine del Forum economico mondiale (WEF) di Davos (GR). «Tutto dipende dal modo in cui i Paesi influenti vorranno essere coinvolti», ha detto riferendosi a Mosca.

Secondo una fonte dell'Amministrazione federale, il vertice - che non si sa ancora se si terrà a Ginevra e in quale data - potrebbe essere un evento intermedio. Ma «non ci sarà una conferenza di pace degna di questo nome e che porti alla cessazione delle ostilità senza la Russia», ha sottolineato Cassis.

Nonostante il raffreddamento delle relazioni con Mosca in seguito alle sanzioni, i contatti con questo Paese proseguono. Cassis ha ribadito che i Paesi BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica ai quali si sono aggiunti di recente Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Etiopia, Egitto e Iran ndr.) dovranno essere il più possibile rappresentati al Vertice della Pace. Per questo motivo il consigliere federale ticinese visiterà due di questi Paesi a febbraio.

Cassis chiede a Iran di evitare escalation - Oggi a Davos, Cassis si è inoltre detto «molto preoccupato» per una regionalizzazione del conflitto nel Vicino e Medio Oriente. Il ministro degli affari esteri ha invitato il suo omologo iraniano a usare «tutto il suo potere» per evitare un'escalation, in particolare con gli Huthi nello Yemen.

Il capo del DFAE ha incontrato a lungo Hossein Amirabdollahian in mattinata. Quest'ultimo gli ha comunicato «l'intenzione» di Teheran di lavorare per questo obiettivo, ha dichiarato alla stampa a margine del WEF.

Cassis è preoccupato per gli attacchi degli Huthi al traffico marittimo, in un momento in cui gli operatori svizzeri del settore sono gravemente colpiti. È anche preoccupato per le tensioni tra Teheran e il Kurdistan iracheno.

«La posizione ufficiale dell'Iran è che la guerra in Medio Oriente deve finire», ha aggiunto il consigliere federale, che domani incontrerà il presidente israeliano Isaac Herzog. Secondo Cassis, più il conflitto si protrae, più diventa difficile proteggere i civili. La prossima settimana il consigliere federale parteciperà a una discussione ministeriale sul Medio Oriente al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite a New York.

Iran, «impegnati per rilanciare patto su nucleare» - Dal canto suo, nell'incontro con Cassis, il ministro degli esteri di Teheran Hossein Amirabdollahian ha dichiarato che l'Iran è impegnato a tenere negoziati per il rilancio dell'accordo sul nucleare del 2015. L'iniziativa per rilanciare il patto avanzata dal sultano dell'Oman è sempre sul tavolo, ha aggiunto il capo della diplomazia di Teheran, citato da Tasnim.

I colloqui per tornare al Jcpoa, avviati alla fine del 2021, si trovano in fase di stallo dopo che i partecipanti occidentali (Francia, Gran Bretagna e Germania) hanno criticato l'Iran per avere aumentato le sue attività nucleari, anche con l'arricchimento dell'uranio a un livello superiore rispetto alle restrizioni previste dall'accordo.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

HenryChinaski 2 mesi fa su tio
Bastava non dare il potere agli ukronazi e la guerra non sarebbe neanche iniziata. Niente bombardamenti sui civili del Donbass e niente vessazioni. Fino al golpe finanziato dagli usa in Ucraina si viveva in pace.

Ciulindo.47 2 mesi fa su tio
Risposta a HenryChinaski
Giusto: Henry Chinaski, nulla di più semplice da capire.

Princi 2 mesi fa su tio
ma perchè invece di ospitare un comico a spese nostre ,ol Cassssisss non lo mandano in Russia a parlare con il presidente Russo

tulliusdetritus 2 mesi fa su tio
Risposta a Princi
Perché poi, quando dopo aver lasciato il CF si proporrà per un qualche ufficio ONU per aumentare ancora il suo ego, gli si rinfaccerà di aver parlato con Putin e la sua candidatura verrà bloccata dagli USA

IsReal 2 mesi fa su tio
E forse si adopera per raggiungere veramente un accordo di pace

IsReal 2 mesi fa su tio
Perché non va in in Ucraina a fare il medico? Magari capisce quello che succede

tulliusdetritus 2 mesi fa su tio
Risposta a IsReal
Tu ti faresti curare da uno come lui?

M70 2 mesi fa su tio
Cassis si preoccupa di tutti eccetto il suo paese come d'altronde i suoi compari...è vero che nessuno è in pace ed è pericoloso..ma Cassis se continua così sarà il cittadino a diventare pericoloso con lui..

tulliusdetritus 2 mesi fa su tio
Si vuole discutere seriamente di pace? Si metta sul tavolo lo scioglimento della terroristica organizzazione chiamata NATO

diessegi 2 mesi fa su tio
Risposta a tulliusdetritus
giusto, anche io comincio a percepire una certa nostalgia del buon vecchio Patto di Varsavia😢

Gemelli57 2 mesi fa su tio
Summit di pace? Basta che i russi si tolgano dalle ........ e che gli israeliani smettano di bombardare civili innocenti. Sembra facile....

Fox81 2 mesi fa su tio
La pace passa dal Ritiro dei cararmattini di Putin e i confini del 91. semplice e veloce. Putin stai a casa tua e pensa alla tua gente

Ciulindo.47 2 mesi fa su tio
Risposta a Fox81
Bravissimo! Soluzione lapalissiana. Ma perché non la suggerita a Blinken?

Ascot 2 mesi fa su tio
Oh Cassis… ma per favore…

Voilà 2 mesi fa su tio
Il WEF è la sede adatta per discutere un piano di pace? A Davos ci sono i rappresentanti del mondo economico per i quali gli interessi economici vengono prima di tutto. Si sono fatte e si fanno guerre per interessi economici e per gli stessi interessi si lasciano morire di fame milioni di esseri umani o li si costringe ad emigrare.

klich69 2 mesi fa su tio
Mr. ca…zz…is, ha rotto gli argini del buon senso.

mestesso 2 mesi fa su tio
é impossibile mettere le parole Pace e Putin nella stessa frase

tulliusdetritus 2 mesi fa su tio
Risposta a mestesso
Beh, tu ce l'hai fatta

Everest57 2 mesi fa su tio
Risposta a mestesso
Come pure Zelensky e pace

Fox81 2 mesi fa su tio
Risposta a mestesso
La pace passa con il Ritiro di Putler....

mestesso 2 mesi fa su tio
Risposta a tulliusdetritus
Io sono io

Ciulindo.47 2 mesi fa su tio
Risposta a tulliusdetritus
🤣

leobm 2 mesi fa su tio
Il99,9% della gente comune si rende conto che per arrivare alla pace entrambi devono sedersi attorno al tavolo, purtroppo c'è una minima parte di politici (non tutti) che credono di "raccontare" di conferenze di pace senza una parte. Come e con chi faranno la pace lo sanno solo loro.

Marco2023 2 mesi fa su tio
...e cosa c' è tra Cassis? Non sarebbe compito dell'Onu?

IsReal 2 mesi fa su tio
Pace e bene

Ciulindo.47 2 mesi fa su tio
Risposta a IsReal
Adesso è arrivato anche il Signore pantocratore 🤣

diessegi 2 mesi fa su tio
Intanto queste riunioni per preparare le trattative di pace sono iniziate con una decina di nazioni ed all’ultima erano presenti in 80. E questo è anche un successo della nostra diplomazia. In questo momento la partecipazione della Russia è impossibile, ma in un domani anche per la Russia sarà difficile resistere alla pressione di un gran numero di nazioni, alle quali bene o male si aggiungerà anche la Cina. Gli azioni diplomatiche sono sempre lunghe e difficili. Se fossero facili come sparare a vanvera sull’on. Cassis avremmo già risolto tutti i problemi del mondo. L’on. Cassis sta facendo un buon lavoro, senza clamori e mediatizzazioni poco opportune in questo genere di operazioni

Ascot 2 mesi fa su tio
Risposta a diessegi
Ma per favore … risparmiaci del tuo noioso e inutile sermone 🤦‍♂️🤦‍♂️🤦‍♂️

diessegi 2 mesi fa su tio
Risposta a Ascot
Grazie per il commento molto costruttivo... Se ha un attimo di tempo leggerei con piacere una sua idea sul tema.

Sciguetto 2 mesi fa su tio
Un summit di pace senza una delle due parti in causa. Poteva organizzarlo solo cassis…

Rosso Blu 2 mesi fa su tio
Parlare con certi personaggi e in più gli interessi che ci saranno sotto è come aria al vento. La Pace si fa con i fatti e non a parole. Le parole non fanno i fatti ma intanto abbiamo troppi Pagliacci che non mostrano Umanità, sensibilità e coerenza.

tulliusdetritus 2 mesi fa su tio
Spero che domani Cassis abbia le p...e per dire in faccia al presidente israeliano che devono terminare immediatamente il genocidio che stanno commettendo. Scommettiamo che invece non dirà niente? O al massimo una simpatica tiratina di orecchie?

Giacamma1990 2 mesi fa su tio
ma a me fanno ridere... summit per la pace... la guerra chi la sta facendo Ucraina e Russia... e si parla solo con la prima di pace... perché la seconda smetterà magicamente di fare guerra?

curiuus 2 mesi fa su tio
Risposta a Giacamma1990
Abbi fede, ga pensa ul Krankenkassis 🤣🤣🤣

diessegi 2 mesi fa su tio
Risposta a Giacamma1990
per fortuna non ci pensate voi due....
NOTIZIE PIÙ LETTE