keystone
NEUCHÂTEL
05.10.2021 - 13:010

Sempre meno medici, si rischia la carenza

La densità di dottori nella Confederazione è già inferiore a quella dei paesi vicini, tranne la Francia.

In futuro questa evoluzione potrebbe avere un impatto negativo sull'offerta di cure alla popolazione.

NEUCHÂTEL - La crescita del numero di medici in Svizzera sta rallentando da anni e nel 2019 è stata di solo l'1%: un incremento che per la prima volta non è stato superiore quello demografico, anch'esso dell'1%.

La densità di dottori nella Confederazione è già inferiore a quella dei paesi vicini, tranne la Francia. E in futuro questa evoluzione potrebbe avere un impatto negativo sull'offerta di cure alla popolazione.

I dati pubblicati oggi dall'Ufficio federale di Statistica (UST) mostrano che nel 2019 la densità di dottori in Svizzera era di 3,9 per 1000 abitanti in equivalenti a tempo pieno, ossia inferiore a quella di Austria (5,1), Germania (4,2) e Italia (4). La Francia è l'unico paese vicino con ancora meno medici: 3,1 per 1000 abitanti.

A questa evoluzione va poi aggiunto l'effetto pandemia. Lo stress aggiuntivo dovuto al Covid-19 ha per esempio portato a un aumento dell'abbandono della professione tra il personale infermieristico. In precedenza oltre 2000 infermieri all'anno cambiavano attività. Nel 2010, secondo le cifre dell'UST, nove studi medici su dieci hanno dovuto ridurre le loro attività; alcuni addirittura a zero. E anche se per i medici è meno facile cambiare professione, è probabile che alcuni di loro considerino il pensionamento anticipato sulla scia della pandemia.

Il prossimo anno si dovrebbe vedere se il virus SARS-CoV-2 fermerà completamente la crescita del numero di dottori: un'evoluzione che potrebbe avere un impatto negativo sull'offerta di cure alla popolazione, sottolinea l'UST.

Negli ultimi 50 anni il numero di medici è aumentato del 300% cento (10'000 nel 1970, 20'000 nel 1990 e quasi 38'000 nel 2019), mentre nello stesso periodo la popolazione è aumentata del 40% (da 6,167 a 8,6 milioni). Dal 2000 in poi ci sono stati in media solo circa 500 dottori in più all'anno, ma la curva di crescita si è nettamente appiattita: nel 2016-2017 +2%, l'anno successivo +1,7% e quello dopo +1%.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 3 sett fa su tio
Beh se ci sarà carenza, spero che quelli che restano siano meglio del mio. Anni fa sono andato per dei dolori fortissimi che manco sapevo da dove provenissero. Non mi fece nemmeno sedere e mi diede un foglio. Nove sedute di fisioterapia !!! Alla sera andai al Pronto soccorso del S, Giovanni ed era solo un tumore maligno al rene sinistro. Adesso spero che tenga il destro ;-(((
Don Quijote 3 sett fa su tio
Toh , si sta liberando un lavoro vero per Berset e vari medici cantonali.
emib53 3 sett fa su tio
A che servono nuovi medici se poi ci sono molti che credono solo allo sciamano trovato sui social?
lollo68 3 sett fa su tio
È stata una scelta della CH: formare medici costa di più che farli venire da altri paesi! Secondo me ciò ha portato ad avere medici che non hanno avuto una formazione adeguata e purtroppo è il paziente che ne subisce le conseguenze! Inoltre i medici che pensano in un altro modo per la situazione Covid19 vengono censurati: dov'è finita la libertà?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-28 15:36:29 | 91.208.130.87