Keystone (archivio)
Coira, capitale del canton Grigioni
GRIGIONI
01.09.2021 - 18:030

Cresce la popolazione grigionese, superata la soglia dei 200mila

In un anno gli abitanti sono aumentati di 1'075 unità.

Le regioni di Albula, Moesa e Imboden hanno fatto registrare l'incremento più importante.

COIRA - Alla fine del 2020 il cantone dei Grigioni contava una popolazione residente permanente per la prima volta nella storia superiore alla soglia delle 200'000 persone, precisamente 200'096. Su base annua l'incremento è risultato di 1075 unità, pari a un +0,54%.

Lo indica in un comunicato l'Ufficio dell'economia e del turismo, che ha rielaborato per il cantone i dati pubblicati oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST). A titolo di paragone, gli abitanti permanenti in Svizzera sono aumentati dello 0,75%.

Differenze regionali - Nel 2020 la crescita maggiore della popolazione è stata registrata nelle regioni Albula, Moesa e Imboden (con capoluogo Domat/Ems). La crescita si è concentrata prevalentemente lungo gli assi principali della Valle del Reno e della Mesolcina, nonché nei comuni che fungono da nucleo confinanti con regioni turistiche.

Nelle regioni Bernina (che corrisponde alla Val Poschiavo) ed Engadina Bassa/Val Monastero l'anno scorso la popolazione residente permanente è invece diminuita.

Dall'analisi dei dati demografici dei 15 comuni con più di 3'000 abitanti risulta che l'anno scorso l'incremento maggiore è avvenuto a Thusis, St. Moritz e Coira. All'interno di questo gruppo dei comuni grigionesi più grandi, a Poschiavo, Klosters, Landquart e Davos è stato invece registrato un calo demografico.

Anche nel 2020 nei Grigioni la crescita naturale è risultata negativa. Durante l'anno caratterizzato dalla pandemia il numero di nascite è stato simile a quello dell'anno precedente, mentre i decessi sono aumentati leggermente.

Stranieri in aumento - La quota di popolazione residente straniera è nuovamente aumentata: il saldo migratorio internazionale è ammontato complessivamente a 1'449 persone. Il 31 dicembre scorso gli abitanti senza passaporto rossocrociato rappresentavano un quinto (19%) della popolazione. L'anno scorso sono state 369 le persone residenti nel cantone che hanno ottenuto la cittadinanza svizzera.

Per quanto riguarda la migrazione intercantonale, le persone emigrate superano quelle giunte nei Grigioni. I giovani retici in formazione, nonché le persone che si trovano all'inizio della loro carriera professionale rappresentano il gruppo che emigra più spesso. I gruppi di popolazione vicini all'età del pensionamento rappresentano invece la quota maggiore dell'immigrazione da altri cantoni.

Migrazioni intracantonali - In materia di migrazioni intracantonali, tra i comuni grigionesi, Coira, Ilanz/Glion e una gran parte della Valle del Reno nonché della Signoria Grigionese - in tedesco Bündner Herrschaft, in romancio Signuradi, è l'antico nome del Circolo di Maienfeld, oggi soppresso; corrisponde alla regione, a forte vocazione viticola, sulla sponda destra del Reno a nord di Landquart - approfittano degli arrivi dalle regioni periferiche e dai comuni turistici. In termini assoluti, Davos, Arosa e Laax hanno fatto segnare l'emigrazione intracantonale maggiore.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-01 01:12:28 | 91.208.130.89