Immobili
Veicoli

SVIZZERAIl giovane che cattura follower coi suoi versi

15.04.21 - 07:03
Per alcuni sono semplici parole, per altri qualcosa di più.
Ventum
Il giovane che cattura follower coi suoi versi
Per alcuni sono semplici parole, per altri qualcosa di più.
Di sicuro gli aforismi pubblicati su Instagram dal misterioso scrittore hanno fatto breccia nel cuore e talvolta lasciato il segno sulla pelle dei più giovani

WINTERTHUR - Uno scrittore, un aforista, un poeta, o semplicemente un instagrammer? Difficile definire il misterioso e sfuggente Ventum – nome d’arte – che con le sue parole ha conquistato il cuore e la mente delle generazioni più giovani a livello internazionale, arrivando ad avere più di mezzo milione di follower sul suo profilo.

Come è iniziata l’avventura sui social?
«Scrivo da quando avevo 15 anni. Ho cominciato creando canzoni, al principio per mia passione personale, poi per cantanti e rapper tedeschi e inglesi anche molto noti. Credo che questo mi abbia aiutato, un po’ per i contenuti e un po’ per le rime, ad avvicinarmi a uno stile di scrittura che ricorda molto la poesia. Tuttavia, io mi definisco semplicemente uno scrittore. Ho cominciato nel 2019 a pubblicare sul mio profilo Instagram alcune frasi prese da altri miei testi originariamente più estesi e nell’arco di due mesi avevo già raggiunto circa 11.000 follower».

Un successo inaspettato?
«Sinceramente no. La scrittura è da sempre stata la mia più grande passione e riuscire a farne anche la mia vita, il mio lavoro, era un obiettivo che mi ero posto da tempo. Quando decisi di aprire il mio account su Instagram, alle spalle avevo già predisposto il progetto, il piano di business, il budget da investire e le persone da contattare per generare sinergie costruttive. Tuttavia, non avrei mai immaginato di crescere così tanto e in così breve tempo.

In quanto?
«Già nell’arco di un anno il mio account Instagram poteva contare circa 100.000 seguaci. Attualmente, dopo quasi due, sono arrivati a 623.000 e sono, per lo più, giovani tra i 15 e i 30 anni di tutte le nazionalità. Sicuramente, il fatto che abbia deciso di cominciare a scrivere in inglese piuttosto che in tedesco, mi ha aiutato ad arrivare a questi risultati».

A cosa è dovuto questo trionfo?
«Credo di riuscire a raggiungere le persone nel profondo. Onestamente, all’origine era un progetto che avevo avviato unicamente per me stesso. Ho iniziato solo in seguito a comprendere il forte impatto che le mie frasi, sebbene molto brevi e semplici, riuscivano ad avere sulla vita di molti. Da lì, più o meno consciamente, ho cominciato anch’io a cambiare approccio, al punto che a oggi posso dire che la più grande motivazione per quello che faccio proviene da coloro che mi seguono, che mi ascoltano».

Che tipo d'impatto riscontra?
«Numerosi utenti hanno cominciato a inviarmi messaggi in cui mi raccontavano un po’ di loro e di come le mie poesie li avessero aiutati ad affrontare momenti molto difficili della loro vita. Alcuni mi hanno confidato che, addirittura, davo loro la motivazione per andare avanti, tenendoli lontani dal pensiero suicida. Altri hanno cominciato a tatuarsi sul corpo le mie frasi o a stamparle su diversi tipi di oggetti. In particolare, quella più famosa e frequentemente riprodotta è “sun after rain, love after pain”, che, oltretutto, è anche il titolo del libro che ho scritto nel 2019. Credo che la mia forza sia riuscire a toccare l’emotività delle persone e penso che sia anche lo stesso motivo per il quale a molti piace definirmi poeta».

«L'ispirazione si nasconde nelle piccole cose»
Riuscire a trovare l’ispirazione e scrivere frasi, aforismi, o poesie con un forte impatto emotivo non è così scontato, soprattutto nell’eclettico universo dei social media, dove chiunque cerca di farsi notare dicendo la sua. Ventum, insieme a pochi altri, ci è riuscito: «La mia fonte d'ispirazione è semplice, proviene dal mio stesso vissuto e da quello di altre persone», confida. «Sono brevi momenti che racchiudono un mondo. Per esempio, una volta, mentre guardavo fuori dalla finestra del mio ufficio, ho visto due bambini che giocavano, ridevano, correvano e si divertivano. Questo mi ha fatto pensare alla libertà e alla vita e ha ispirato le parole che, poi, avrei pubblicato in seguito. Scrivo molto anche sulle donne, basandomi su determinate esperienze e aneddoti personali. Infatti, spesso mi dicono che leggere le mie frasi è come entrare in una lunga storia che però dura solo un paio di righe», conclude Ventum.

 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA