keystone
SVIZZERA
19.01.2021 - 15:090
Aggiornamento : 16:17

Una falsa poliziotta seriale

Una 39enne è accusata di 17 colpi messi a segno in sei Cantoni. Il bottino: 225mila franchi

BERNA - Una donna di 39 anni deve rispondere davanti alla giustizia bernese per presunto coinvolgimento in reati di "falsi poliziotti" in sei cantoni. Lo ha comunicato oggi la procura cantonale per i reati economici, aggiungendo che l'accusa è di truffa per mestiere e riciclaggio di denaro.

La donna avrebbe partecipato a 17 reati nei cantoni di Berna, Argovia, Basilea Campagna, Basilea Città, San Gallo e Zurigo per un bottino complessivo di oltre 225.000 franchi.

La 39enne era stata colta in flagrante nel marzo dello scorso anno: secondo le autorità aveva tentato di riscuotere denaro contante depositato da una vittima. Da quel momento la donna si trova in detenzione.

In base alle informazioni degli investigatori, la 39enne deve aver ottenuto il bottino in ogni caso dopo che i complici avevano finto di essere poliziotti o pubblici ministeri al telefono. Hanno fatto in modo che le vittime depositassero denaro e oggetti di valore in un certo posto.

Le chiamate sono state probabilmente effettuate da call center in Turchia. I presunti colpevoli parlavano tedesco o svizzerotedesco. Presumibilmente hanno messo le vittime sotto pressione a livello psicologico e temporale e hanno raccontato frottole elaborate.

Il processo dinanzi al Tribunale commerciale bernese è previsto per il 12 febbraio 2021.
 
 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-03-01 05:55:53 | 91.208.130.89