Keystone
Il presidente del Governo retico Christian Rathgeb
GRIGIONI
04.12.2020 - 12:240
Aggiornamento : 15:01

Il progetto pilota dei Grigioni: test a tappeto

Oltre alle restrizioni, per lottare contro la diffusione del virus verranno predisposti dei test territoriali.

Si inizierà con le regioni del Maloja, del Bernina e della Bassa Engadina/Val Monastero.

COIRA - Nonostante le misure più severe legate al covid-19, il Governo retico non intende chiudere i comprensori sciistici nel Cantone. Nell'ambito di un progetto pilota, il Cantone prevede di effettuare test su tutto il territorio.

Le misure globali di protezione per i Grigioni mirano a contenere la pandemia, a garantire la stagione invernale nelle regioni turistiche e a consentire l'organizzazione di feste private fra Natale e Capodanno, ha comunicato oggi il Governo dei Grigioni.

Il concetto prevede essenzialmente il divieto di incontri con più di dieci persone, sia in ambienti privati che nella vita pubblica. Inoltre, tutti i ristoranti saranno chiusi fino al 17 dicembre compreso.

Tuttavia, gli sport invernali devono poter essere praticati. Il presidente del Governo Christian Rathgeb ha dichiarato che «Una completa chiusura delle aree sciistiche deve essere impedita ad ogni costo. Per i Grigioni la stagione invernale è di fondamentale importanza».

Oltre alle limitazioni della vita pubblica, la strategia globale del Cantone predispone anche test territoriali. Nell'ambito di un progetto pilota, tra l'11 e il 13 dicembre 2020 l'intera popolazione sarà testata su base volontaria nelle regioni Maloja (regione turistica principale), Bernina (numero elevato di casi) e Engadina Bassa/Val Müstair.

Qualora fosse ritenuto necessario, il progetto pilota intende anche creare le basi per l'esecuzione di test sull'intero territorio cantonale.

Gli altri provvedimenti - Sono permesse le assemblee e gli eventi politici. Sono permesse le funzioni religiose e i funerali ma devono essere svolti in presenza di al massimo 50 persone nel pieno rispetto delle misure di protezione.

Anche i ristoranti dei comprensori sciistici rimarranno chiusi fino al 17 dicembre 2020 compreso. Si fanno eccezioni per servizi take-away, servizi a domicilio, mense e ristoranti di alberghi che servono i propri ospiti.

Rimangono chiusi i luoghi di intrattenimento e del tempo libero come cinema, teatri, musei, biblioteche, club, centri benessere, piste di ghiaccio ecc. Fanno eccezione gli impianti per il tempo libero che si trovano all'aperto e le strutture benessere degli alberghi per i loro ospiti.

Sono vietate le attività sportive con più di 10 persone negli spazi pubblici e privati. Fanno eccezione le attività sportive di bambini e adolescenti minori di 16 anni e attività sportive professionistiche.

Fino al 23 dicembre 2020 su tutta l'area scolastica delle scuole pubbliche e private vige l'obbligo di indossare la mascherina. Fanno eccezione gli allievi della scuola dell'infanzia e del grado elementare.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-07 22:08:03 | 91.208.130.87