Immobili
Veicoli
A Berna arrivano i CoviDrive-in

SVIZZERAA Berna arrivano i CoviDrive-in

02.04.20 - 15:14
Per accedere alla postazione basta compilare un formulario online per scoprire se l'esame è appropriato
keystone-sda.ch (PETER KLAUNZER)
Fonte ats
A Berna arrivano i CoviDrive-in
Per accedere alla postazione basta compilare un formulario online per scoprire se l'esame è appropriato
Nella struttura situata nell'area fieristica della BEA sarà possibile effettuare dai 200 ai 300 test al giorno. Il Consigliere di Stato Schnegg: «Servizio che mancava»

BERNA - Da oggi a Berna è operativo un "drive-in" per effettuare test per la diagnosi veloce del Covid-19, il tutto senza scendere dalla propria vettura.

Per accedere alla postazione, che si trova nell'area fieristica della BEA, non c'è bisogno di una raccomandazione del medico, basta compilare un formulario online per scoprire se l'esame è appropriato.

Il tutto è aperto anche a persone che non appartengono a gruppi a rischio. Pedoni, ciclisti e motociclisti non possono accedervi, solo le automobili. «Il drive-in ci permette di offrire un servizio che finora ci è mancato», ha osservato il consigliere di Stato Pierre Alain Schnegg.

Nella postazione il personale medico può effettuare tra i 200 e i 300 test al giorno. La procedura dura circa 15 minuti. Il progetto potrebbe essere adottato altrove in Svizzera.

COMMENTI
 
fromrussiawith<3 2 anni fa su tio
hanno perso troppo tempo con i test solo per over 65, ora stanno rimediando, facendosi belli e copiando ciò che fanno negli states e in Germania. Solo NY in una settimana ha fatto più test di quanti ne abbia fatti la Svizzera in un mese, la strategia di molti scienziati (folli) di creare l'immunità di gregge invece di contenere come fatto in Cina, e in altri paesi Asiatici proattivi come Taiwan, rischia di divenire un fallimento ancor più grande se è vero che l'immunità è solamente temporanea
Lilly Formina 2 anni fa su tio
Dai che se ci va bene entro un anno, massimo due, anche le nostre solerti autorità sanitarie provvederanno a dotare il Ticino di CoviDrive-in. Oltretutto potranno ottenerlo a prezzo scontato, dato che si potrà ritirare d'occasione quello di Berna, dove ormai l'epidemia sarà passata.
gigipippa 2 anni fa su tio
Uno per tutti, tutti per uno !
miba 2 anni fa su tio
In Ticino prendono quale esempio l'Italia (articolo parallelo), a Nord delle alpi creano concretamente ed operativamente i CoviDrive-in. La questione mi lascia perplesso ed ovviamente qualche domanda me la faccio....
pjocruz 2 anni fa su tio
??Che dire. Almeno così possono scendere in Ticino per le vacanze di Pasqua. Non ho parole!!!!!!
Zico 2 anni fa su tio
però che strano: il virus è arrivato prima in Ticino ma è a Berna che aprono il primo CoviDrive-in : naturalmente è casuale che ci siano membri del governo, del CF e amministratori. Guarda te il caso, tra tutte le città la prima è Berna
fromrussiawith<3 2 anni fa su tio
punizione per aver chiuso l'economia e aver salvato vite umane? solo se si parla di soldi, a nord oltre le montagne ti ascoltano, laddove lingua dei money è diventata la lingua nazionale più parlata
Zico 2 anni fa su tio
hai ragione, ma non solo soldi anche un pu da petera. casualmente dove si trovano i nostri massimi politici e massimi amministratori e funzionari. adesso se la fanno addosso ed allora subito a correre ai ripari!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA