keystone (archivio)
BERNA
17.06.2019 - 16:160

Pro Familia sostiene il matrimonio per tutti

L'organizzazione vuole anche l'accesso per coppie lesbiche alla donazione di sperma

BERNA - Pro Familia, l'associazione mantello delle organizzazioni per le famiglie in Svizzera, sostiene il matrimonio per tutti. Inoltre, l'organizzazione vuole l'accesso per coppie lesbiche alla donazione di sperma.

In conferenza stampa oggi a Berna, numerose associazioni chiedono che le coppie omosessuali siano messe sullo stesso piano di quelle eterosessuali. Tra le organizzazioni, oltre a Pro Familia, anche Famiglia Arcobaleno, la lega svizzera delle donne cattoliche e "genitori per un'educazione responsabile" (VeV).

Il progetto di legge attualmente in consultazione, sostengono, dovrebbe mettere fine alla discriminazione istituzionale. Il matrimonio per tutti è importante anche per i bambini di coppie dello stesso sesso, poiché essi sono poco protetti dal diritto attuale.

Lo scorso marzo, la Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale ha posto in consultazione, fino al 21 giugno, il progetto preliminare in merito all'iniziativa parlamentare dei Verdi liberali "Matrimonio civile per tutti". In futuro, le disposizioni che attualmente disciplinano il matrimonio si applicherebbero anche a quelli fra persone dello stesso sesso.

La consigliera nazionale (PS/FR) e presidente di Pro Familia, Valérie Piller Carrard, ha sottolineato che la Confederazione è uno degli ultimi paesi dell'Europa occidentale a vietare il matrimonio di coppie omosessuali. Secondo un sondaggio rappresentativo condotto nel 2016, oltre il 60% degli intervistati ha indicato di essere favorevole al matrimonio per tutti. Ciò permetterebbe alle coppie di donne di avere accesso alla donazione di sperma e i bambini di genitori omosessuali beneficerebbero del legame di filiazione sin dalla loro nascita, sostengono le associazioni.

La filiazione permette al bambino di avere accesso a diritti fondamentali come nome, cittadinanza, autorità parentale, mantenimento, prestazioni sociali e anche diritti di successione. Per quanto riguarda la donazione di sperma, il progetto di legge aprirebbe le porte alla procreazione con assistenza medica senza discriminazione. Attualmente, la Costituzione vieta espressamente alle coppie dello stesso sesso di ricorrere a metodi di procreazione assistita.

I genitori dello stesso sesso sono una realtà già molto solida in Svizzera: secondo alcune stime, indicano le associazioni, ci sarebbero tra i 6'000 e i 30'000 bambini che vivono all'interno di famiglie omosessuali.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 16:18:02 | 91.208.130.85