www.zala.ch
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GINEVRA
9 min
EasyJet: «I dipendenti sono sotto shock»
I sindacati deplorano l'annuncio, definito «brutale», della soppressione degli impieghi
SVIZZERA
29 min
Pernottamenti in calo, il KOF prevede un'ondata di fallimenti
Al momento 200'000 dipendenti si trovano in situazione di lavoro ridotto, e si temono licenziamenti sul lungo periodo
SVIZZERA
57 min
Lascia il capogruppo dei Verdi in Parlamento
Lo zurighese Balthasar Glättli aspira a prendere il posto della presidente Regula Rytz
GRIGIONI
1 ora
Bimbo di quattro anni investito
Un bambino di soli quattro anni è rimasto ferito in un incidente avvenuto ieri sera a Malans.
BERNA
2 ore
Covid in Svizzera, 20 nuovi positivi e 6 morti
Il totale dei positivi sale così a quota 30'796, mentre quello delle vittime a 1'655
SVIZZERA
3 ore
Ecco quanti saremo nel 2050
Nei prossimi trent'anni ci sarà una crescita demografica marcata nel nostro Paese.
SVIZZERA
4 ore
«Recessione di proporzioni storiche»
Il capo economista di Raiffeisen Martin Neff prevede un periodo molto duro per l'economia elvetica con il crollo del PIL
SVIZZERA
5 ore
Scorte della Confederazione intatte nonostante l'assalto ai supermercati
La Svizzera rimarrà comunque dipendente dall'estero anche nel settore agroalimentare
SVIZZERA
5 ore
Il Consiglio federale non vuole correre ciber-rischi
Il Governo ha deciso di istituire un centro di competenze per la protezione della Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Quando i ristoratori applicano un "supplemento corona"
C'è chi preferisce aggiungere al conto due franchi per coprire i costi aggiuntivi, e chi aumenta i prezzi sul menù.
GRIGIONI
07.02.2019 - 11:030

Il poschiavino Sacha Zala si aggiudica il Premio grigionese per la cultura

Il Governo retico ha premiato il 50enne storico sottolineando in particolare la sua «lotta instancabile a favore della lingua italiana»

COIRA - Il poschiavino Sacha Zala riceve il Premio grigionese per la cultura 2019, tra l'altro per la sua lotta «instancabile a favore della lingua italiana». Lo ha deciso il Governo retico, che sottolinea in particolare il suo ruolo nella «professionalizzazione politico-linguistica e politico-culturale» dell'associazione Pro Grigioni Italiano negli anni in cui ne assunse la presidenza, dal 2006 al 2013.

Il riconoscimento è dotato di 30'000 franchi, ricorda una nota odierna della Cancelleria dello Stato. Zala, classe 1968, attinente di Brusio (Val Poschiavo), è storico rinomato. Dal 2014 è presidente della Società svizzera di storia (SGG). Lo scorso anno è stato nominato professore titolare di storia contemporanea e storia svizzera presso l'Università di Berna.

«La sua attività quale ricercatore affermato a livello nazionale e internazionale è caratterizzata da un'anima profondamente grigioni-italiana la quale lo induce a combattere in maniera instancabile a favore della lingua italiana», si legge nel comunicato. Il Premio grigionese per la cultura vuole anche onorare Zala per «la sua profonda conoscenza quale storico e per le valide ricerche sulla storia dei servizi diplomatici».

Zala ha frequentato la scuola elementare e la secondaria a Campocologno e Poschiavo e il Lyceum Alpinum di Zuoz (GR). Ha studiato storia moderna, scienze politiche e diritto costituzionale all'Università Berna, dove nel 1999 ha conseguito il dottorato, e alla University of North Carolina at Chapell Hill, indica il curriculum vitae sul suo sito internet.

Dal 2008 è direttore del gruppo di ricerca indipendente sulla storia delle relazioni internazionali Documenti diplomatici svizzeri (DODIS), con cui collaborava sin dal 2002. In precedenza, dal 1997 al 2000, nello stesso ambito di ricerca era stato collaboratore scientifico nel progetto Strategie d'internazionalizzazione quale strumento della politica estera svizzera del Fondo nazionale per la ricerca scientifica.

Zala ha ricoperto per diversi anni la carica di assistente-ricercatore all'ateneo della città federale e ricevuto svariati incarichi d'insegnamento accademico a Berna, Lucerna, Ginevra e Basilea. Dal 2005 al 2009 è stato presidente del consiglio scientifico della Rivista storica svizzera. Dal 2009 è collaboratore all'università di Heidelberg (D). Dal 2011 è segretario generale del Comitato internazionale per l'edizione di documenti diplomatici; dal 2017 è inoltre membro del consiglio direttivo del Comitato internazionale per le scienze storiche.

Il Governo assegna inoltre nove premi di riconoscimento e sette di incoraggiamento per un importo di 20'000 franchi ciascuno. La cerimonia di consegna si terrà il 29 giugno 2019 a Brusio. Vari premi vanno a musicisti, ma le attività valorizzate sono le più diverse: tra gli onorati vi sono ad esempio il fisico Andrin Caviezel (classe 1984), di Davos, per le sue ricerche sulla dinamica dei fluidi, e il paleontologo e insegnante Rico Stecher (1971), di Coira, per la scoperta di uno pterosauro, si legge in un documento dell'Ufficio della cultura cantonale.

Un "riconoscimento" è stato attribuito all'ingegnere civile Jürg Conzett (1956) di Tamins e Coira. Ha «costruito ponti esemplari e insieme al suo partner Gian Franco Bronzini caratterizza la cultura edilizia dei Grigioni».

A Gian Andrea Walther (1945) e Ivana Semadeni Walther (1951) di Promontogno (Valle Bregaglia) l'esecutivo conferisce il riconoscimento per le loro "personalità generose e vivaci nell'ambito musicale, nella ricerca, quali archivisti e promotori della cultura, i quali hanno irradiato a pieno regime e in modo variegato tutta la scena culturale della Valle Bregaglia per oltre 40 anni".

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-28 15:04:57 | 91.208.130.86