SVIZZERA
01.08.2017 - 23:220
Aggiornamento : 02.08.2017 - 09:11

«Wrousis vittima di un vero e proprio linciaggio mediatico»

Parola del suo nuovo avvocato difensore che sta già iniziando ad agire per vie legali: «è giustamente in carcere, abbiamo stretto un bel rapporto»

SCIAFFUSA - Hanno monopolizzato i media nazionali (e pure internazionali) per diversi giorni le vicende di Franz Wrousis, lo sciaffusano che ha assaltato una filiale della cassa malati Css armato di motosega ferendo cinque persone.

Secondo il suo nuovo avvocato difensore – lo zurighese Thomas Fingerhuth, noto nell'ambiente per la sua difesa in casi di cronaca nera particolarmente celebri come quello dello stupratore seriale Markus W. e l'omicidio della piccola Bianca B. – l'esposizione è stata eccessiva e dannosa.

«È stato un vero e proprio linciaggio mediatico, non ho mai visto una cosa del genere. Tutti erano spietatamente di parte senza essere a conoscenza dei fatti», ha dichiarato a 20 Minuten. Per questo motivo Fingerhuth ha deciso iniziare con una causa al Blick che ha pubblicato «alcune foto del mio cliente da bambino, senza coprirgli gli occhi».

Wrousis, sempre stando al suo difensore, «è giustamente in carcere, abbiamo stretto un bel rapporto». E visto che non c'è nessuna vittima, l'avvocato resta ottimista ed è convinto che l'imputazione di "ripetuti reati contro la vita" venga a cadere.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-22 20:53:43 | 91.208.130.85