Immobili
Veicoli

IL SORPASSO A... DUE RUOTEMarquez: inizia un altro calvario?

11.11.21 - 22:45
Tantissimi i dubbi ruotano attorno al pilota spagnolo, out negli ultimi due GP a causa di una diplopia.
Imago
Marquez: inizia un altro calvario?
Tantissimi i dubbi ruotano attorno al pilota spagnolo, out negli ultimi due GP a causa di una diplopia.

CERVERA - dal nostro corrispondente, Leonardo Villanova

Una Via Crucis della quale non si riesce a intravedere la fine, perché a ogni passo avanti fatto ne seguono due all’indietro. E così ci si ritrova a ricominciare ogni volta daccapo, ogni volta con un po’ più di disperazione e scoraggiamento. Aveva appena vinto a Misano, Marc Marquez, la terza vittoria di una stagione difficile, complicata e dolorosa, con quel braccio destro che, se guarito chirurgicamente, lo faceva dannare a livello di infiammazione e muscolatura della spalla. E però Marc aveva stretto i denti, aveva sofferto, e un po’ alla volta, pur senza più essere il dominatore dei bei tempi, aveva ricacciato il naso nelle prime posizioni della griglia, tornando a vincere al Sachsenring e poi nella sua Austin.

Quest’inverno, diceva, finalmente mi potrò riposare e prepararmi come si deve per il 2022. E invece, ancora una volta bisogna ripartire da sottozero. Che la caduta in enduro fosse più grave di quello che la Honda e Marquez avevano detto al momento in cui era stato annunciato che non avrebbe corso a Portimao, si era intuito immediatamente, con quell’alone di mistero che per il colosso giapponese spesso è stato più controproducente che non un aiuto. Ma che Marc fosse ripiombato in un incubo vecchio di 10 anni, a quella caduta sul bagnato il venerdì che apriva il weekend del GP della Malesia 2011 che gli procurò una diplopia all’occhio destro, beh, quello nessuno poteva immaginarlo. Ed è la conferma di come, dopo la frattura dell’omero destro nel GP di Jerez che apriva il Mondiale 2000 e che lo ha portato per tre volte sotto i ferri, in questi ultimi tempi anche la dea bendata abbia completamente voltato le spalle a Marc. Che anche in questa stagione è caduto tantissimo, 22 volte, con alcuni incidenti bruttissimi dove avrebbe potuto farsi davvero molto male (Jerez, Silverstone), causati anche dalla sua incapacità di salvarsi come ci aveva abituati. Ha introdotto uno stile nuovo, nel Motomondiale, con ginocchio e gomito usati come terzo e quarto appoggio per tirare su la moto quando al massimo della piega l’anteriore lo abbandonava. Si allenava a cadere, per essere sempre un passo davanti agli altri.

Ma adesso quel Marquez non c’è più e chissà se lo rivedremo. Intanto, dopo Portimao salterà anche Valencia e, soprattutto, gli importantissimi test di Jerez della settimana prossima. Ma, ancor più importante, sarà capire come evolverà la sua situazione medica: servirà un’altra operazione al quarto nervo ottico, o la diplopia guarirà con un po’ di riposo? In ogni caso, che sfortuna.

COMMENTI
 
Moro 8 mesi fa su tio
A tutti, vaccinati, guariti, testati e non vaccinati, ci riguarda tutti! Non importa quale sia lo status dell'individuo. Coloro che a novembre diranno "sì" alla legge Covid in Svizzera forse non hanno capito qual è la vera posta in gioco! Penso che la maggior parte di essi non siano consapevoli e non sappiano davvero a cosa dovrebbero dire di sì. Si fidano ciecamente delle dichiarazioni di "20 Minuten" e "SRF" che sono veicolate dal governo. Quindi qual è la cosa fondamentale di questa legge a cui dovete pensare prima di votare. *- Secondo l'articolo 1, il Consiglio federale può prendere decisioni in casi urgenti fino alla fine del 2031 senza informare i parlamenti*. *- Secondo l'art. 9, il Consiglio federale può intervenire nella legislazione in materia di esecuzione e fallimento e quindi limitare i diritti di proprietà*. *- Il Consiglio federale può decidere arbitrariamente e da solo sulle restrizioni della vita economica e sociale fino alla FINE del 2031*. *- La discriminazione e la sorveglianza di massa sono sancite dall'art. 3. La ricerca di contatti, le soglie, il programma di vaccinazione, gli ordini di quarantena, i test sono legalmente ordinati dal Consiglio federale*. *- L'introduzione del certificato Covid nell'art. 6a permette la restrizione e la sorveglianza dei cittadini su base permanente. Tutto questo non può essere approvato, nessuno può approvare che i nostri diritti fondamentali vengano tolti agli svizzeri in questo modo? E questo non ha niente a che vedere con il fatto che uno sia un sostenitore della vaccinazione, un oppositore della vaccinazione, un sostenitore di Corona o un critico. Si tratta di limitazioni palesi dei nostri diritti fondamentali che ci faranno perdere la nostra libertà in futuro. Qualsiasi cosa che non sia un *NO* a questa legge permetterà alla nostra tanto decantata democrazia di vacillare! La libertà è un valore grande e comporta delle responsabilità. Alziamo la testa, guardiamo il cielo e votiamo NO alle pastoie che ci vogliono imporre per il nostro bene. Un grande grazie a tutti voi.
fapio 8 mesi fa su tio
Chissà cosa c’entra con Marquez... e che redazione scarsa, manco rimuove la tua marea di mincccchiate…!
Yoebar 8 mesi fa su tio
Come dicevano i nostri vecchi saggi, tutto torna in dietro.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT