Immobili
Veicoli
BUF Sabres
4
DAL Stars
5
fine
(2-1 : 2-2 : 0-2)
BOS Bruins
4
WAS Capitals
3
fine
(1-1 : 1-1 : 2-1)
PHI Flyers
1
COB Jackets
2
fine
(0-0 : 0-1 : 1-1)
PIT Penguins
6
OTT Senators
4
fine
(3-1 : 2-0 : 1-3)
NAS Predators
4
WIN Jets
2
3. tempo
(3-0 : 1-1 : 0-1)
EDM Oilers
0
FLO Panthers
2
2. tempo
(0-0 : 0-2)
LA Kings
0
COL Avalanche
1
1. tempo
(0-1)
Seattle Kraken
0
SJ Sharks
1
1. tempo
(0-1)
VEGAS Knights
1
MON Canadiens
0
1. tempo
(1-0)
BUF Sabres
4
DAL Stars
5
fine
(2-1 : 2-2 : 0-2)
BOS Bruins
4
WAS Capitals
3
fine
(1-1 : 1-1 : 2-1)
PHI Flyers
1
COB Jackets
2
fine
(0-0 : 0-1 : 1-1)
PIT Penguins
6
OTT Senators
4
fine
(3-1 : 2-0 : 1-3)
NAS Predators
4
WIN Jets
2
3. tempo
(3-0 : 1-1 : 0-1)
EDM Oilers
0
FLO Panthers
2
2. tempo
(0-0 : 0-2)
LA Kings
0
COL Avalanche
1
1. tempo
(0-1)
Seattle Kraken
0
SJ Sharks
1
1. tempo
(0-1)
VEGAS Knights
1
MON Canadiens
0
1. tempo
(1-0)
Ti-press (Samuel Golay)
+8
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
COPPA ITALIA
5 ore
Lecce battuto, la Roma si regala l'Inter
I giallorossi si sono imposti 3-1 sui salentini
HCAP
6 ore
«Il mercato? Ora il fattore-sicurezza ha assunto un peso maggiore»
Il d.s. biancoblù sulla partenza del giocatore: «Ci dispiace per Cajka, ma per noi Moses è una buona soluzione»
MILANO
7 ore
Come sta veramente Mino Raiola? Il mondo del calcio è in ansia
Secondo la Bild il 54enne sarebbe ricoverato a Milano per una malattia polmonare (non legata al Covid). 
CALCIO
8 ore
FTC, tornano i camp estivi: affrettatevi
Bambine e bambini dai 6 ai 14 anni potranno partecipare ai camp, in programma prossimamente in diverse sedi
HCAP
9 ore
Si torna in curva anche ad Ambrì
I tifosi leventinesi potranno tornare a popolare gli spalti già a partire da sabato 22 gennaio
CALCIO
10 ore
Il calcio regionale potrà ripartire?
Sarà una primavera tranquilla per il calcio regionale? Ancora una volta l'arbitro sarà la pandemia.
HCL
10 ore
Il Lugano riabbraccia la Curva Nord
Per accedere alla Cornèr Arena sarà necessario il certificato 2G e in tutta la pista sarà obbligatoria la mascherina.
NATIONAL LEAGUE
13 ore
Lugano, Ambrì e gli altri: fissate le date dei recuperi
I bianconeri affronteranno in trasferta il Rapperswil il 23 gennaio, i biancoblù il Friborgo e il Berna l'8 e il 9 marzo
TENNIS
14 ore
3,8 milioni: è questo il risarcimento che potrebbe chiedere Djokovic
Nole starebbe valutando tale ipotesi con i suoi legali. La sua stanza sarebbe stata infestata da insetti.
HCAP
17 ore
Ambrì: una cessione e un ferito
I leventinesi hanno ridiscusso con i Lakers le condizioni del prestito di Steve Moses.
PECHINO 2022
20 ore
«Fora e Simion sono due leader. Pestoni? Non avrebbe sfigurato»
Manuele Celio è convinto che la Nazionale svizzera possa ben comportarsi a Pechino. «Roster di assoluta qualità».
HCL
12.01.2022 - 22:110
Aggiornamento : 13.01.2022 - 10:33

Il Lugano perde una grande occasione: alla Cornèr Arena vince lo Zurigo

Convincente ma sfortunato, il Lugano – al ritorno sul ghiaccio dopo 20 giorni – si è arreso per 2-3 ai Lions.

Capaci di rimontare lo svantaggio iniziale, i bianconeri hanno subito la contro-rimonta zurighese.

LUGANO - Non è bastata una buona performance del Lugano per portare a casa i tre punti nel primo match del 2022. A seguito di un inizio equilibrato, Arcobello e compagni si sono fatti preferire sul piano del gioco negli ultimi due terzi, ma lo Zurigo ha saputo spuntarla trionfando con un punteggio di 2-3.

Era più che lecito aspettarsi un Lugano in affanno in avvio di gara, poiché chiamato a riprendere confidenza con il ghiaccio dopo un lungo stop. I padroni di casa erano fermi dallo scorso 23 dicembre, mentre lo Zurigo si presentava all’incontro sulla scia di cinque vittorie consecutive (di cui due nel nuovo anno). Eppure la banda di Chris McSorley non ha fatto percepire questo scarto, mostrando un buon approccio e reggendo il confronto fisico con gli avversari. Solo al tramonto della frazione iniziale i Lions hanno iniziato a premere con insistenza, tanto da trovare il punto del vantaggio con Geering a meno di un minuto dalla sirena (19’04”). La formazione bianconera ha però subito cercato la reazione, sfiorando l’immediato pari con una conclusione di Bertaggia che ha fatto la barba al palo. Quello mostrato da Riva e soci nell’ultimo giro di orologio del primo periodo non era solo un fatuo accenno di reazione, ma il principio della ripresa bianconera.

Dominante nel secondo terzo, la compagine sottocenerina ha infatti ribaltato (momentaneamente) il parziale. Il gol del pari è nato da una rapida sgasata di Carr, autore dell’assist per un altrettanto rapida capitalizzazione di capitan Arcobello (25’28”). Tre situazioni di powerplay di fatto consecutive hanno poi agevolato i piani di rimonta luganesi. Dopo un palo incocciato da Alatalo, Josephs ha così messo a segno il 2-1 (31’58”). Tuttavia, in quello che pareva il miglior momento del Lugano, i Lions sono tornati in carreggiata. Aggiustata da una sfortunata deviazione di Herburger, una conclusione partita dal bastone di Quenneville ha trafitto Schlegel, riportando il risultato in equilibrio a 35’35”.

Pur continuando mostrare la propria superiorità sul ghiaccio, il complesso di McSorley è stato definitivamente beffato nell’ultima frazione. A trovare il game winning gol è stato infatti lo Zurigo, grazie ad un’azione in cui Geering ha pescato nello slot il compagno Krüger, il quale non ha fallito il tap-in da distanza ravvicinata (47’24”).

Negli ultimi minuti i bianconeri hanno prodotto diverse occasioni, ma non hanno saputo concretizzarle. Tra un Kovar in stato di grazia, chance sprecate e ferri colpiti – da Loeffel e Fazzini – il risultato è rimasto fisso sul 2-3. I tre punti in palio se li è così intascati lo Zurigo.

L’insuccesso lascia i bianconeri bloccati al settimo posto in classifica, con una media punti di 1.457. Nel prossimo weekend il Lugano sfiderà lo Zugo (sabato, ore 19:45) e il Bienne (domenica, ore 15:45).

Nelle altre due gare di serata, pazza vittoria del Bienne 8-7 all'overtime nel derby contro il Berna e successo del Davos 4-1 sul Langnau. 

LUGANO - ZURIGO 2-3 (0-1, 2-1, 0-1)
Reti: 19’04” Geering (Bodenmann, Roe) 0-1; 25’28” Arcobello (Carr, Loeffel) 1-1; 31’58” Josephs (Arcobello, Alatalo) 2-1; 35’35” Quenneville (Azevedo, Geering) 2-2; 47’24” Krüger (Geering, Quenneville) 2-3.
LUGANO: Schlegel; Müller, Loeffel; Riva, Alatalo; Wolf, Chiesa; Traber, Nodari; Josephs, Arcobello, Carr; Boedker, Herburger, Morini; Bertaggia, Thürkauf, Fazzini; Stoffel, Walker, Vedova.
Penalità: Lugano 3x2’; Zurigo 7x2’.
Note: Cornèr Arena, 3’479 spettatori. Arbitri: Stricker, Hürlimann, Fuchs, Gnemmi.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Ti-press (Samuel Golay)
Guarda tutte le 12 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sergejville 1 sett fa su tio
un Lugano bello e tonico e, si, sfortunato. Dominare -a tratti- lo ZSC non è uno scherzo. Ma purtroppo i punti sono 0 e la classifica piange. Sotto con la prossima.
Evry 1 sett fa su tio
peccato, tanta sfortuna ma power play scadente, auguri e FORZA LUGANO
Evry 1 sett fa su tio
Cmq sempre un GRANDE Lugano, forza e auguri
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-21 04:32:37 | 91.208.130.85