Immobili
Veicoli

HCLLugano padrone a Losanna

20.11.21 - 22:26
Secondo successo consecutivo per il Lugano, che dopo l'Ambrì ha piegato il Losanna
keystone-sda.ch (VALENTIN FLAURAUD)
Lugano padrone a Losanna
Secondo successo consecutivo per il Lugano, che dopo l'Ambrì ha piegato il Losanna
Immediatamente dominanti in pista, i bianconeri si sono imposti 8-4 sui vodesi

LOSANNA - Dopo il trionfo nella stracantonale di venerdì, il Lugano ha reso ancor più dolce il weekend conquistando una vittoria esterna sul Losanna con un punteggio di 4-8. La compagine bianconera si è presentata sulle rive del Lemano senza Thürkauf – uscito malconcio dal derby – il cui posto nello schieramento è stato occupato da Bertaggia. Chris McSorley inoltre ha concesso riposo al neo rientrato Schlegel, schierando Fatton fra i pali.

La serata ha preso una piega favorevole ai bianconeri già nella frazione iniziale. Dopo una prima fase di studio reciproco, è stata infatti la formazione sottocenerina a impadronirsi del ghiaccio. La banda di Chris McSorley ha gradualmente alzato il baricentro e ha poi sfoderato un implacabile killer instinct, sfruttando ciascuno dei tre primi powerplay per ferire i Leoni.

Il punto del vantaggio ha portato la firma di Josephs, lesto nell’arrivare primo su un rebound concesso da Boltshauser (10’32”). Lo stesso canadese ha poi apparecchiato il gol del raddoppio, servendo un assist perfetto per Arcobello (16’36”). La rete dello 0-3 è nata invece da una conclusione a incrociare innescata dal bastone del casco giallo Fazzini, all’alba del periodo centrale (21’34”).

Il Lugano non si è però limitato a segnare in situazione di superiorità numerica. Poco dopo la rete del “Fazz”, questa volta in 5v5, Arcobello ha ulteriormente rimpinguato il vantaggio (24’23”), ringraziando la retroguardia vodese per una leggerezza commessa. Quando Riva e soci hanno cominciato a prendere il largo, si è aperto un rocambolesco ping pong di gol. Al tentativo di accorciare le distanze di Kenins (26’27”) ha immediatamente risposto il centro di Loeffel (29’06”). Il medesimo scenario si è in seguito ripetuto con la rete di Emmerton (31’19”) a cui ha ribattuto Hudacek (34’47”).

La girandola di punti non ha smesso di girare nemmeno nell’ultimo periodo, durante il quale hanno trovato il fondo della rete Herburger (41’26”), Almond (44’32”), Baumgartner (47’53”) e Vedova (54’46”). Una lunga lista di marcatori non ha tuttavia cambiato la sostanza che già si era delineata nei primi 25’ di gara: un ottimo successo per il Lugano, che è tornato dalla trasferta romanda con tre punti in saccoccia.

Grazie alla vittoria, la compagine bianconera ha agganciato i cugini leventinesi in classifica, seppur avendo giocato una gara in più.

LOSANNA-LUGANO 4-8 (0-2; 2-4; 2-2)
Reti: 10’32” Josephs (Herren, Arcobello) 0-1; 16’36” Arcobello (Josephs, Alatalo) 0-2; 21’34” Fazzini (Herburger) 0-3; 24’23” Arcobello 0-4; 26’27” Kenins (Genazzi, Fuchs) 1-4; 29’06” Loeffel (Herren) 1-5; 31’19” Emmerton 2-5; 34’47” Hudacek (Alatalo) 2-6; 41’26” Herburger (Boedker, Fazzini) 2-7; 44’32” Almond 3-7; 47’53” Baumgartner (Genazzi) 4-7; 54’46” Vedova (Riva) 4-8.
LUGANO: Fatton; Müller, Loeffel; Riva, Alatalo; Wolf, Chiesa; Guerra, Traber; Herren, Arcobello, Fazzini; Hudacek, Josephs, Bertaggia; Boedker, Herburger, Morini; Stoffel, Walker, Vedova.
Penalità: Losanna 5x2' + 1x5’, Lugano 1x2'.
Note: Vaudoise Aréna, 7’005 spettatori. Arbitri: Stricker, Borga, Huguet, Obwegeser.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT