Immobili
Veicoli

NATIONAL LEAGUEAmbrì e Lugano: questa sera l'antipasto, domani la portata principale

08.10.21 - 08:00
I biancoblù vogliono proseguire sulla via intrapresa settimana scorsa, in riva al Ceresio urge una reazione.
Ti-press (Davide Agosta)
Ambrì e Lugano: questa sera l'antipasto, domani la portata principale
I biancoblù vogliono proseguire sulla via intrapresa settimana scorsa, in riva al Ceresio urge una reazione.
Doppio impegno per le due ticinesi.

LUGANO/AMBRÌ - Altro giro, altra settimana, altro derby. Sabato alla Cornèr Arena è già tempo della seconda stracantonale stagionale. Dopo le tante emozioni vissute venerdì scorso in Leventina, bianconeri e biancoblù si ritroveranno di fronte per quello che sarà il piatto forte del fine settimana. L’antipasto verrà invece servito questa sera: gli uomini di Luca Cereda riceveranno il Berna, mentre Fazzini e compagni saranno impegnati sul ghiaccio di Davos.

I sopracenerini – incapaci di battere i cugini da sette incontri (nove se si considerano quelli amichevoli) - arrivano al weekend odierno con il morale alle stelle, dopo aver conquistato sette punti in tre match e soprattutto dopo aver “infilzato” il Ginevra per ben dieci volte. Ad Ambrì hanno finalmente trovato la via della rete con una certa regolarità anche gli svizzeri: i 17 gol messi a segno la scorsa settimana si sono tinti tutti di rossocrociato! Un ottimo segnale di come la compagine di Luca Cereda sia sempre più coesa.

Dal canto suo il Lugano – reduce da due rovesci di fila, tre negli ultimi quattro incontri (Champions compresa) – è chiamato a una reazione. Nonostante alcuni infortuni di peso dalla squadra di Chris McSorley è lecito attendersi molto di più. Già priva della giusta determinazione e di idee concrete sabato contro il Losanna, la compagine sottocenerina anche martedì a Berlino non è riuscita a offrire una prestazione all'altezza. Sono diversi gli elementi che si stanno esprimendo al di sotto delle aspettative, dai quali urge al più presto un cambio di rotta. In generale il rendimento degli stranieri è nettamente insufficiente, sia dal punto di vista del gioco che da quello produttivo (sole cinque segnature messe a segno in undici incontri).

La reazione del Lugano arriverà nel fine settimana? Chissà. Quel che è certo è che il periodo di “rodaggio” del nuovo staff tecnico è agli sgoccioli ed è lecito attendersi a breve molto di più.

COMMENTI
 
Evry 10 mesi fa su tio
FORZA LUGANO, anche con l'infermeria piena puoi farcela, AUGURI
Genchi 67 10 mesi fa su tio
Che commento inutile,bisogna giocare con i giocatori a disposizione punto il resto sono parole inutili,smettila di piangere
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT