Tipress, archivio
Sannitz nel 2006, momento in cui è salito sul tetto svizzero per la seconda volta.
+5
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
NAZIONALE
30 min
Petkovic-Bordeaux: sul tavolo un triennale?
Il mister, alla guida della Svizzera dal 2014, avrebbe chiesto di essere liberato dal suo contratto.
MERCATO
1 ora
Shaqiri vuole lasciare il Liverpool
Il 29enne rossocrociato ha già informato la società, che ora valuterà le eventuali offerte.
SUPER LEAGUE
2 ore
Lugano volenteroso ma non basta: urgono rinforzi
Ieri a Cornaredo i bianconeri hanno conosciuto un esordio di campionato negativo. Non tutto è da buttare, ma...
SUPER LEAGUE
4 ore
Marquinhos Cipriano rinforza il Sion
Il 22enne brasiliano arriva in prestito annuale (con opzione d'acquisto) dallo Shakhtar Donetsk
SWISS LEAGUE
7 ore
Adrien Lauper resta ai Rockets
L'esperto attaccante ha rinnovato con i razzi fino al 2022
HCAP
7 ore
Pinana passa dall'Ambrì al Berna
Il difensore ticinese lascia i biancoblù. Alla corte di Cereda arriva il giovane e promettente Simone Terraneo
TOKYO 2020
9 ore
Pidcock mostruoso ma per la Svizzera c'è un argento dolcissimo
Flückiger protagonista nel cross-country: la sua è una medaglia pesante. Quarto un combattivo Schurter
LIVE-TICKER
TOKYO 2020
17 ore
È bagarre olimpica: bene Ponti e Ugolkova. Svizzera ottima sesta nella prova a squadre
Ventisette titoli assegnati, con la Svizzera che ha conquistato la sua seconda medaglia grazie a Flückiger (MTB).
NAZIONALE
18 ore
Petkovic-Bordeaux, contatti fittissimi
Vlado potrebbe lasciare la Svizzera per la panchina dei Girondins di Bordeaux
FORMULA 1
20 ore
La paura di Ralf Schumacher: «Lewis e Max? Speriamo che nessuno si faccia male...»
Il tedesco: «Hamilton è rimasto in Mercedes dopo il no di Verstappen»
SUPER LEAGUE
23 ore
Braga è obiettivo: «Il risultato non è giusto, non posso criticare i miei ragazzi»
La compagine bianconera ha perso all'esordio contro lo Zurigo: «Il campionato è ancora lungo».
LUGANO
10.06.2021 - 08:000
Aggiornamento : 14:00

Sannitz "lascia" nel segno del... 38: «Ora inizia la mia seconda carriera»

Il 38enne, numero 38 del Lugano - autore anche di 38 punti totali con la maglia della Nazionale - ha deciso di smettere.

La sua maglia verrà ritirata e nessun giocatore bianconero potrà più indossarla: «I ricordi riaffiorano di continuo e mi rendo conto di aver vissuto davvero tante emozioni in 22 anni di hockey».

LUGANO - Raffaele Sannitz ha deciso di appendere i pattini al chiodo dopo 22 stagioni da professionista. Il 38enne ticinese aveva esordito nella massima serie svizzera – a soli 16 anni – nel campionato 1999/2000 dopodiché ha convolato a nozze con il Lugano, legandosi ai colori bianconeri praticamente per tutta la sua carriera.

Sono infatti state solo due le parentesi lontane dal Ticino: nel 2004/2005 e nel 2012/2013. La prima volta – draftato in NHL dai Columbus Blue Jackets (2001) – ha tentato l'avventura nordamericana, disputando il campionato di AHL con i Syracuse Crunch. Nella seconda esperienza lontano da Lugano ha invece difeso per un anno i colori del Kloten. «Non è stata una scelta semplice», ha analizzato Sannitz. «Ho però valutato bene ogni aspetto e sono giunto a questa conclusione. Sono sempre stato consapevole che prima o poi ci sarebbe stata una fine e malgrado io sia ancora fisicamente in salute, ho sentito che era arrivato il momento di smettere. Ho 38 anni e sono sceso sul ghiaccio ad alti livelli per 22: non avrei potuto chiedere di più, sono sereno».

Con i bianconeri l'ormai ex attaccante ha conquistato due campionati nazionali (2003 e 2006), realizzando anche – la seconda volta – il gol decisivo nell'ultimo match della finalissima dei playoff. Oltre a questo ha vestito la maglia della Nazionale svizzera in 103 occasioni (38 punti), prendendo anche parte a quattro Mondiali e a un'Olimpiade. «Sotto certi aspetti non è stato così difficile dire basta, anche perché sono davvero soddisfatto e fiero della mia carriera. Come giocatore ho dato il massimo e alla fine, in questo contesto, ho praticamente realizzato tutti i miei sogni. Ho militato nel Lugano – e l'ho fatto per 20 stagioni – ho vinto il campionato con la mia squadra del cuore, sono stato draftato in NHL e – infine – ho giocato in campo internazionale con la Nazionale elvetica, prendendo parte a tornei importanti. Non ho nessun rimpianto».

Sannitz chiude così la sua avventura a Lugano dopo 900 partite – fra regular season e playoff – condite da 344 punti (*fonte Eliteprospects.com). Si tratta del secondo giocatore con più presenze nella storia del club alle spalle di Julien Vauclair (939) e davanti a Sandro Bertaggia (789). La sua maglia, la numero 38, verrà inoltre ritirata dal club e in Prima Squadra non potrà più essere indossata da nessuno. «Quando ciò avverrà ufficialmente vivrò sicuramente un momento speciale, anche se durante la mia carriera non ho mai dato troppo peso a questo tipo di traguardi. Ho solo pensato a giocare a hockey e a dare il 100% per il Lugano. Adesso che ho smesso, i ricordi riaffiorano di continuo e mi rendo conto di aver vissuto davvero tante emozioni. Fra qualche anno la situazione sarà sicuramente diversa e quando alla Cornèr Arena vedrò la mia maglietta appesa vicina a quelle di alcuni giocatori storici, vivrò indubbiamente delle sensazioni uniche».

Adesso cosa farai? «Si è appena chiuso un grande capitolo della mia vita, devo staccare un attimo e rilassarmi. Sono in ogni caso motivato a immergermi in una nuova avventura. Ora avrò tutto il tempo necessario per fare le mie valutazioni e per capire come muovermi al meglio nella mia seconda carriera. Rimanere nell'ambiente è sicuramente più che un'opzione, anche perché l'hockey mi ha dato davvero tanto e con l'esperienza che ho accumulato in tutti questi anni, penso di potergli restituire qualcosa».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Freshfocus, archivio
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Nonna Sintetica 1 mese fa su tio
Grande Raffo! Decisione non facile, ma ancora una volta hai dimostrato d'avere coraggio, perché questa era la più difficile. Auguri e "mola mia", come sempre!
Genchi 67 1 mese fa su tio
Da tifoso hcap e anche da sportivo mi dispiace molto che smetti,sei sempre stato un giocatore leale e questo dice tutto grazie di tutto.Auguri x il futuro
Dani/hcl 1 mese fa su tio
Ottimo esempio per i giovani,mai sopra le righe,un annetto sarebbe stato ancora in grado di portarlo a termine ma giusto così.. Ognuno deve ascoltare i segnali del proprio corpo e soprattutto la testa!! Auguri Raffaele
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-26 18:55:53 | 91.208.130.89