Immobili
Veicoli
Pesante ko del Lugano: parla Croci-Torti

SUPER LEAGUEPesante ko del Lugano: parla Croci-Torti

19.12.21 - 16:34
Il Mister e Maric hanno dato la loro lettura alla partita di oggi contro l'YB
Ti-press (Pablo Gianinazzi)
Pesante ko del Lugano: parla Croci-Torti
Il Mister e Maric hanno dato la loro lettura alla partita di oggi contro l'YB
«Sono contento malgrado il passivo della mia squadra e orgoglioso per quello che hanno fatto fino ad oggi».

LUGANO - Brutta sconfitta del Lugano nell'ultima gara del 2021. A Cornaredo i bianconeri, che in gennaio sosterranno un ritiro in Spagna, sono stati seccamente sconfitti dall'YB. Cosa è successo? «Peccato veramente perché lo Young Boys ci ha fatto tre gol di testa - è intervenuto il Mister - Fisicamente sono stati più forti di noi, ma non ci hanno sovrastati: il 3-0 dice tanto, ma non tutto. Nel secondo tempo quel rigore fischiato ci ha tagliato definitivamente le gambe». 

Una sconfitta, seppur pesante, che non cancella l'ottima prima parte di stagione: «Sono contento malgrado il passivo della mia squadra e orgoglioso per quello che hanno fatto fino ad oggi. Chiaro che oggi sono arrabbiato e triste. Sono onesto, c’è tanta frustrazione, ma bisogna essere lucidi, l’attitudine non era quella sbagliata e faccio fatica a trovare fino al 4-0 uno che ha giocato male la partita. Semplicemente oggi abbiamo giocato contro una squadra con un efficienza incredibile. Nelle palle alte sono stati micidiali».

Quale sarà l'obiettivo in primavera? Ancora Croci-Torti...«Quello di arrivare il prima possibile ai 40 punti e giocarcela in Coppa Svizzera»

Questa, invece, la lettura di Mijat Maric... «È stata una partita strana. Dal campo l’abbiamo vissuta in modo strano, quasi con un senso d’impotenza. Sono venuti tre volte in area e ci hanno segnato tre reti. Penso che nel primo tempo abbiamo fatto gioco, ma su tre situazioni abbiamo purtroppo subito queste reti».

Sul futuro, il 37enne si è espresso così: «Dobbiamo renderci conto della nostra realtà. Stiamo cercando di costruire qualcosa d’importante, ma ci vorrà tempo. Stiamo cercando di avere una base solida sulla quale costruire il futuro. In estate nessuno avrebbe scommesso su di noi. A livello psicologico per tutti noi non è stato facile. A dicembre trovarsi con trenta punti è una gran bella cosa. Conosciamo i nostri limiti, sappiamo delle nostre qualità, dobbiamo dare sempre il 100% per cercare di emergere in questo campionato...».

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT