Keystone
TENNIS
14.10.2017 - 08:010
Aggiornamento : 12:38

Federer: «Ai miei figli insegnerei il rovescio a due mani»

King Roger, impegnato al Masters 1000 di Shanghai, è in crescita e soddisfatto di quanto fatto fin qui: «Nei quarti con Gasquet mi sono sentito bene, ci sono stati alcuni grandi punti»

SHANGHAI (Cina) - Capace di avanzare spedito sul cemento di Shanghai, Roger Federer - in crescita - può dirsi soddisfatto di quanto fatto fin qui, in particolare nell'intenso duello dei quarti contro il francese Richard Gasquet. «Mi sono sentito bene, ci sono stati alcuni grandi punti, colpi importanti per entrambi che hanno reso la partita equilibrata e avvincente. Siamo stati capaci di mantenere un grande livello dall'inizio alla fine

Ora, l'ultimo scoglio sulla rotta di Federer verso la finalissima è rappresentato da Juan Martin Del Potro, sempre che l'argentino - a rischio forfait dopo un ferimento rimediato nel match con Troicki - riesca a superare, o meglio "convivere", con il problema al polso. «Spero per lui che non sia nulla di serio, sono pronto ad affrontarlo in campo e vedere se posso prendermi la rivincita degli US Open. Spero che Juan Martin possa recuperare e che potremo giocare un match del tutto normale».

RogerOne, mai banale, ha poi parlato anche di alcune caratteristiche tecniche, soffermandosi in particolare sul rovescio a una mano, colpo elegante e spettacolare "giocato" da 4 tennisti nella top 10 mondiale. "Credo che anche in futuro vedremo comunque prevalentemente più giocatori col rovescio a due mani, è così che insegnerei ai miei figli a giocare a tennis. È più "facile", più affidabile, poiché puoi giocare bene anche da una posizione precaria. Certo vedere giocatori come Gasquet e Stan (e pure il maestro Federer... ndr) è bello da vedere, tanto più se c'è potenza e talento allo stesso tempo».

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-21 03:27:25 | 91.208.130.87