Cerca e trova immobili

MIRELLA MOZZINI SCOLARIManodopera qualificata: scarsità e competenze?

17.01.23 - 09:16
Mirella Mozzini Scolari, candidata al Gran Consiglio per il PLR
Mirella Mozzini Scolari
Manodopera qualificata: scarsità e competenze?
Mirella Mozzini Scolari, candidata al Gran Consiglio per il PLR

Torna alla ribalta, sempre più frequentemente, il tema della mancanza di personale nelle aziende, in vari ambiti e settori.

Specialisti in tema di competenze quali Boyatzis, Spencer&Spencer, Goleman, sottolineavano l’importanza delle competenze trasversali, anche definite competenze soft. Le competenze trasversali sono "abilità interpersonali e abilità di pensiero critico e creativo che possono essere utilizzate in tutti i campi e in tutte le fasi della vita" (Goleman).

Date per scontate le competenze specifiche di un’attività, quelle trasversali incidono al 70% fino addirittura al 80% nell’applicazione delle prime, ne fanno la differenza e determinano il successo professionale.

In un momento come questo in cui le aziende faticano a trovare collaboratori qualificati, varrebbe la pena coltivare le proprie capacità tecniche e trasversali. Quale miglior modo se non esercitandole, acquisendo esperienza sul terreno, lavorando anche fuori dal proprio contesto abituale, magari lontano da casa, perfezionando così le competenze linguistiche e la conoscenza di culture diverse. Le conoscenze culturali aiutano a sviluppare una prospettiva globale e a diventare cittadini del mondo più consapevoli e rispettosi. Nell'era globalizzata, è sempre più importante avere competenze culturali per aiutare a navigare e a comprendere il mondo intorno a noi.

L’azienda è la miglior palestra in cui applicare le proprie conoscenze professionali ed esercitare le abilità trasversali che possono essere riassunte in grandi categorie, quali competenze organizzativo-metodologiche, competenze personali (relazionali, analitiche, motivazione e orientamento al risultato, flessibilità, adattabilità, resistenza allo stress, resilienza, iniziativa, autonomia, affidabilità), quelle socio-relazionali (comunicazione, capacità di gestire conflitti, persuasione, capacità di decisione, cooperazione, teamwork, empatia), competenze gestionali e di conduzione (leadership). Molto importanti sono pure le caratteristiche personali quali l’interesse nel volersi migliorare continuamente. L’attenzione a informazioni e aggiornamenti, le esperienze di vita, professionali significative segnano l’evoluzione del collaboratore. Ad esempio, le buone competenze relazionali necessarie all’ingegnere, lo sono pure per il cameriere, per il venditore, per il consulente.

Un buon cocktail di competenze professionali e competenze trasversali consentono di conquistare posizioni e retribuzioni interessanti. Mettiamole in risalto anche nelle lettere di candidatura.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Sarà 1 anno fa su tio
Molti giovani se ne vanno o non tornano in Ticino dopo la formazione perché non trovano lavoro ma in particolare per le condizioni di lavoro e i salari. Per gli over 50, per renderli più competitivi dal punto di vista dei costi, andrebbe rivista la questione oneri sociali

Granzio 1 anno fa su tio
Gli imprenditori ticinesi non sanno nemmeno cosa siano le competenze trasversali. A fatica s'interessano di quelle professionali tuttavia sono estremamente competenti in quelle economiche al ribasso. La politica invece ..... idem !

Se7en 1 anno fa su tio
… le aziende vogliono i giovani che abbiamo le competenze, qualificati e con esperienza. Mentre i diversamente giovani che hanno tutti i requisiti, non vengono minimamente considerati e assunti per una questioni di costi “oneri sociali” in primis …

Pati 1 anno fa su tio
Risposta a Se7en
Esatto ciò che serve ai nostri giovani è una palestra di allenamento dove affinare/trovare le proprie competenze personali e lavorare sulle altre che servono al mondo del lavoro e della formazione. Ovviamente questo presuppone la conoscenza delle aziende e dei loro bisogni così come il mondo dei giovani e delle loro esigenze di crescita. Investiamo in modo mirato ma soprattutto crediamoci .

Se7en 1 anno fa su tio
… si ecco un altro genio. Il vero problema non è la mancanza di competenze e/o di collaboratori qualificati, ma il vero problema è che le aziende non assumono persone dopo una certa fascia di età. Questo è il vero problema. Ne ho piene le … di leggere ogni volta queste cax.ate
NOTIZIE PIÙ LETTE