Keystone
+ 1
STATI UNITI
22.10.2019 - 19:000

Johnny Depp dovrà consegnare all'ex-moglie le sue cartelle mediche

E qualsiasi documento che possa mostrare «segno di abusi di sostanze stupefacenti o episodi di violenze con ex», lo ha deciso un giudice per un processo in corso

RICHMOND - Se la storia d'amore, e il matrimonio, fra Amber Heard e Johnny Depp è finita da tempo. Quella giudiziaria, invece, sembra davvero eterna.

In un ultimo colpo di scena legale, infatti, i giudici della corte della Virgina che stanno trattando una causa di diffamazione del divo nei confronti della diva, hanno chiesto che l'entourage di Johnny Depp metta a disposizione al team legale dell'ex-moglie «cartelle mediche che possano indicare precedenti abusi di sostanze stupefacenti e documenti legali riguardanti possibili minacce e violenze nei confronti di lei e/o delle sue partner». Lo conferma in esclusiva il portale americano Vice.

Heard, che aveva voluto divorziare dal Depp dopo due anni di matrimonio nel 2017 aveva fatto anche richiesta di un'ordinanza restrittiva e lo aveva accusato di violenza domestica.

Le foto del viso tumefatto dell'attrice, mentre si recava in tribunale, avevano fatto il giro del mondo (e le trovate pure nella gallery qui sotto). A lei erano poi andati 7 milioni di dollari.

Ma Johnny Depp ha finito per riportarla in tribunale per diffamazione chiedendo 50 milioni di dollari di danni. La querelle era scattata dopo un editoriale apparso sul Washington Post e firmato dalla Heard.

Senza fare nomi, l'attrice, aveva parlato della sua esperienza come vittima: «Ho potuto vedere in prima persona come le istituzioni reagiscono quando un uomo potente è accusato di violenze. Molti si muovono per aiutarli, non tanto perché credano loro - o tengano a loro - ma perché è il loro portafoglio a essere a rischio».

La causa, si è poi trasformata in un vero e proprio ginepraio con l'attore che non solo ha continuato a negare ma ha anche capovolto le carte in tavola sostenendo, piuttosto, di essere lui la vittima di scatti d'ira e lancio di oggetti da parte della ex-consorte. 

La richiesta del giudice, che ha confermato una richiesta della difesa, giunge proprio per fare chiarezza sulla vicenda.

Keystone
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-12 05:59:39 | 91.208.130.85