keystone
STATI UNITI
09.10.2019 - 12:440

«Quella volta che Harvey Weinstein voleva dirmi cosa indossare»

Anche Jennifer Aniston ha voluto raccontare le sue disavventure con il produttore cinematografico: «Nel mio caso è stato "solo" bullismo»

LOS ANGELES - Anche la star di "Friends" Jennifer Aniston ha deciso di raccontare le sue tribolazioni con il produttore cinematografico Harvey Weinstein.

L'occasione è un'intervista al magazine Variety riguardante la sua nuova serie per Apple Tv +, "The Morning Show" nel quale l'argomento delle molestie sessuali nel mondo dello spettacolo viene trattato. 

L'episodio raccontato dalla Aniston risale al 2005, lei stava lavorando a “Derailed - Attrazione letale”: «È arrivato a Londra con un abito della linea Marchesa, realizzati dalla sua moglie di allora (Georgina Chapman) e mi ha detto: "Tu indosserai questo per la première"».

«Non era assolutamente gentile, anzi. Ha insistito con forza: "Non hai capito, DEVI indossarlo". Nel mio caso, posso dirlo, è stato "solamente" un episodio isolato di bullismo. E io ero categorica: non volevo assolutamente mettermelo quel vestito», ha raccontato.

Per quanto irruento, Weinstein «sapeva bene che non poteva obbligarmi... Cosa pensava di  fare? Infilarmelo addosso con la forza?», ha concluso l'attrice.

Harvey Weinstein andrà a processo nel 2020 con l'accusa di stupro nei confronti di due donne. A marzo, come riportato da People, avrebbe interrotto sul nascere una causa civile intentatagli da diverse donne, sborsando la cospicua cifra di 44 milioni di dollari.

Dal canto suo si è sempre detto innocente delle accuse che hanno fatto scattare il movimento #metoo in tutto il mondo.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-11 02:12:24 | 91.208.130.87