Immobili
Veicoli

SVIZZERAVenerdì mattina in lieve ribasso per la borsa svizzera

23.09.22 - 09:21
L'indice SMI in calo dello 0.11% in apertura. Sul fronte interno occhi puntati sulle voci di mercato su Credit Suisse
Imago (foto d'archivio)
Fonte ats
Venerdì mattina in lieve ribasso per la borsa svizzera
L'indice SMI in calo dello 0.11% in apertura. Sul fronte interno occhi puntati sulle voci di mercato su Credit Suisse

ZURIGO - Apertura in lieve ribasso per la borsa svizzera nell'ultima seduta della settimana: alle 09.05 l'indice dei valori guida SMI segnava 10'286,22 punti, in flessione dello 0,11% rispetto a ieri.

Il mercato prende atto dell'andamento negativo di Wall Street (Dow Jones -0,35% a 30’076,68 punti, Nasdaq -1,37% a 11'066,81 punti) e delle piazze asiatiche, con Tokyo ferma per festività.

Dappertutto gli investitori si mostrano inquieti riguardo ai rischi di recessione globale e si interrogano sulla capacità delle banche centrali di far fronte all'inflazione. Nel contempo le tensioni geopolitiche rimangono elevate e in Europa si guarda con sempre maggiore preoccupazione a un inverno che si annuncia energeticamente difficile.

Sul fronte interno l'attenzione è concentrata su Credit Suisse (-3,87%), al centro di varie voci di mercato: stando alla Reuters sarebbe in particolare in trattative con alcuni grandi operatori per procedere a un aumento di capitale di dimensioni miliardarie. Fra gli altri titoli SMI il più ispirato è Sika (+0,68%), mentre il meno convincente appare Alcon (-0,83%).

Nel mercato allargato non sta passando inosservata Huber+Suhner (dato non ancora disponibile), nella sua giornata degli investitori. Zur Rose (+0,84%) ha presentato un'offerta per il rimborso di un prestito convertibile

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA