Immobili
Veicoli

SVIZZERAFlughafen Zürich: un altro anno in rosso, ma con perdite contenute

08.03.22 - 07:54
Rispetto ai 69 milioni di perdite del 2020, però, nel 2021 sono stati 10, anche grazie all'aumento dei passeggeri
Reuters
Fonte ats awp
Flughafen Zürich: un altro anno in rosso, ma con perdite contenute
Rispetto ai 69 milioni di perdite del 2020, però, nel 2021 sono stati 10, anche grazie all'aumento dei passeggeri
Seppur le restrizioni Covid stiano diminuendo, c'è ora incertezza per la situazione in Ucraina

ZURIGO - Il gestore dell'aeroporto di Zurigo, Flughafen Zürich, ha ridotto le sue perdite nel secondo anno di pandemia: nel 2021 ha chiuso in rosso di 10,1 milioni di franchi.

Nel 2020 - in un anno segnato più che duramente dalle restrizioni di viaggio e dalle misure sanitarie adottate per contenere la crisi del Covid-19 - la perdita era stata di 69,1 milioni, ricorda oggi in una nota il gestore dell'aeroporto di Zurigo.

Passeggeri in crescita
Lo scorso anno invece la società ha potuto beneficiare della ripresa nel secondo semestre, con il numero di passeggeri che è tornato ad aumentare. Il fatturato sull'intero esercizio, spiega Flughafen Zürich, è progredito del 9,0% a 680 milioni di franchi. Nel confronto con il 2019, l'anno prima della crisi, la flessione è però del 46%.

Il gruppo è stato in grado di limitare la perdita adottando misure di risparmio: i costi operativi sono scesi dell'8%. Di conseguenza, l'utile operativo (Ebitda) di 299,2 milioni di franchi svizzeri è stato nettamente superiore (+52,6%) rispetto al 2020. Nonostante tutti i risparmi, tuttavia, gli elevati costi fissi per la manutenzione dell'infrastruttura aeroportuale sono rimasti.

Niente dividendi
Il gestore per il secondo anno consecutivo non prevede di versare dividendi: gli azionisti dovranno aspettare l'anno prossimo, poiché per l'esercizio in corso Flughafen Zürich si attende che il numero di passeggeri raggiunga i due terzi del livello del 2019, a circa 20 milioni. L'obiettivo è di tornare già a fine 2022 nelle cifre nere.

Dopo i primi segnali di un ulteriore miglioramento sul fronte della pandemia, è ora l'invasione russa in Ucraina a essere fonte di incertezza: le conseguenti restrizioni dello spazio aereo hanno di nuovo sconvolto significativamente la situazione. L'aeroporto zurighese si attende che nei prossimi mesi verranno ulteriormente attenuate le restrizioni di viaggio legate alla pandemia, ma al momento l'impatto della guerra in Ucraina sull'aviazione non è ancora chiaro.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA