Immobili
Veicoli

UNIONE EUROPEABCE: procedura d'infrazione contro la Germania?

10.05.20 - 17:29
La corte Ue afferma il primato delle proprie sentenze: «L'ultima parola sulle norme viene detta sempre in Lussemburgo»
Keystone (archivio)
UNIONE EUROPEA
10.05.20 - 17:29
BCE: procedura d'infrazione contro la Germania?
La corte Ue afferma il primato delle proprie sentenze: «L'ultima parola sulle norme viene detta sempre in Lussemburgo»

BRUXELLES / BERLINO - La sentenza della Corte Costituzionale tedesca sulla Banca centrale europea (Bce) potrebbe risultare nell'avvio di una procedura di infrazione contro la Germania da parte dell'Ue.

A darne indicazione è stata la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen in una nota in cui ribadisce la competenza esclusiva della Bce in tema di politica monetaria e il potere vincolante ed esclusivo delle sentenze della Corte Ue.

Tre mesi di tempo - La Corte costituzionale tedesca aveva in pratica ipotecato il"quantitative easing". Con una sentenza che può avere grosse conseguenze su come l'Europa uscirà dalla crisi del coronavirus, i giudici hanno dato tre mesi di tempo al Consiglio direttivo per «una nuova decisione che dimostri che il 'Pspp' non è sproporzionato nei suoi effetti economici e di bilancio». In caso contrario, la Bundesbank non potrà più parteciparvi.

«L'ultima parola viene detta sempre in Lussemburgo» - «La recente sentenza della Corte costituzionale tedesca - osserva von del Leyen - ha acceso i riflettori su due elementi dell'Unione: il sistema dell'euro e il funzionamento della struttura giuridica Ue». «Abbiamo preso atto della chiara dichiarazione giunta l'8 maggio scorso dalla Corte di giustizia Ue» basata in Lussemburgo, prosegue la presidente. «Allo stesso modo la Commissione europea conferma ora tre principi chiave: la politica monetaria è una questione di competenza esclusiva, il primato delle norme Ue sul diritto nazionale e l'obbligo, per i giudici nazionali, di rispettare le sentenze della Corte Ue».«L'ultima parola sulle norme Ue - sottolinea ancora von der Leyen - viene sempre detta in Lussemburgo e da nessun'altra parte». E «il compito della Commissione è quello di salvaguardare il corretto funzionamento del sistema dell'euro e di quello giuridico-legale. Stiamo quindi analizzando nel dettaglio la sentenza della Corte tedesca e valuteremo i prossimi passi da compiere, inclusa l'opzione dell'avvio di una procedura d'infrazione».

«L'Unione - conclude la presidente della Commissione - è una comunità di valori e di norme che deve essere salvaguardata e difesa tutte le volte che ce ne sia bisogno: questo è quello che ci tiene uniti ed quello per cui ci batteremo».

COMMENTI
 
tip75 2 anni fa su tio
ci auguriamo tutti che l ue esca di scena e ogni paese torni sovrano a casa sua
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE ECONOMIA