Immobili
Veicoli

ITALIAConte a casa, i 5 Stelle litigano e Renzi gongola

03.02.21 - 08:40
Vito Crimi: «Non voteremo un governo Draghi». Ma una parte del movimento sarebbe pronta a farlo
keystone-sda.ch (FABIO FRUSTACI)
Conte a casa, i 5 Stelle litigano e Renzi gongola
Vito Crimi: «Non voteremo un governo Draghi». Ma una parte del movimento sarebbe pronta a farlo

ROMA - Oggi a mezzogiorno, Mario Draghi salirà al Quirinale, convocato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella per dare vita a un «governo di alto profilo» che permetta all'Italia di non arenarsi in un momento che richiede decisioni e misure tempestive. Un governo che non sarà appoggiato dal Movimento 5 Stelle.

Il capo politico (ad interim) del gruppo che conta il maggior numero di esponenti in parlamento ha già fatto sapere, ieri in tarda serata, che il Movimento - che si incontrerà in assemblea congiunta questo pomeriggio - «non voterà per la nascita di un governo tecnico presieduto» dall'ex presidente della Banca Centrale Europea. Parole che respingono l'appello del Capo dello Stato italiano e rendono incerti i numeri per la fiducia in parlamento.

Il clima però è molto teso in casa 5 Stelle e ci sarebbe, secondo i media italiani, un'ala del Movimento pronta a rispondere positivamente alla "chiamata" del presidente Mattarella per appoggiare un esecutivo che «non debba identificarsi con alcuna formula politica».

Alla fine vince Renzi
Tramontata l'ipotesi di un "Conte ter", l'incarico a Mario Draghi è la vittoria del senatore di Italia Viva Matteo Renzi, che dopo aver innescato la crisi è riuscito in un solo colpo a far traslocare Giuseppe Conte da Palazzo Chigi e ad allargare la crepa tra le fila pentastellate. «La vera vittoria non è l’uscita di scena di Conte, ma Mario Draghi a Palazzo Chigi», ha raccontato a caldo a Open uno dei senatori del partito dell'ex premier fiorentino.

COMMENTI
 
Zico 1 anno fa su tio
Non vogliono andare alle urne. sotto sotto sarebbero eletti meno parlamentari di prima e meno senatori. questo è il nocciolo della questione. Tranquilli troveranno una soluzione pur di non perdere la poltrona ed i lauti compensi . Draghi, matterella, mettiamoci anche Pulcinella ed il quadro della politica italiana è completo
vulpus 1 anno fa su tio
Ma che gli italiani scelgano il loro governo. Basta con questi modi di procedere di dare incarichi e destra e a manca senza il supporto dei cittadini. Questo agglomerato di governo Conte ha fallito, come ha fallito prima: non è possibile mettere assieme il diavolo e l'acqua santa.
Tato50 1 anno fa su tio
Era il momento giusto per creare una crisi ? Mi sa che la guerra civile è poco distante con certa gentaglia a Palazzo.
klich69 1 anno fa su tio
TUTTI PAGLIACCI STI POLITICANTI, TANTO IL POPOLO È IL SOLITO BAMBO.
seo56 1 anno fa su tio
La sconfitta della democrazia e degli italiani. Uno dei pochi paesi, democratici, al mondo che non “permette” ai suoi cittadini, con una scusa o l’altra, di non andare alle elezioni. Quasi come in Russia...
Moga 1 anno fa su tio
Con la differenza che il 90% dei russi voterebbero ancora il proprio presidente, mentre gli italiani non hanno nessuno da votare
Big Luca 1 anno fa su tio
Piuttosto che "vittorioso", direi che Renzi sia rimasto con il cerino in mano. Con il suo 2% puntava ad avere 3 ministri, tra i quali la prediletta Maria Elena Boschi (quella che qualche anno fa disse: se perdiamo il referendum, lascio la politica). Puntava anche, a suo favore, ad abbassare sotto al 3% l'entrata dei partiti in parlamento.. Senza parlare della sua lautamente pagata missione della scorsa settimana in Arabia Saudita (senza quarantena al ritorno). E' ora di finirla che in Italia i partiti "cespuglio" al 2% possano permettersi di fare il bello e cattivo tempo !
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO